Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Secondary traumatic stress. Fenomenologia, trattamento e prevenzione. Analisi di un campione di sanitari addetti alla cura di vittime di abuso sessuale.

Coloro che lavorano con vittime di trauma sono soggetti a
significativo stress e sono vulnerabili a quello che è conosciuto come
Secondary Traumatic Stress – S.T.S., Traumatizzazione Secondaria -
o Compassion Fatigue.
La teoria del Secondary Traumatic Stress predice che i professionisti
affetti da Secondary Traumatic Stress siano ad alto rischio di
commettere errori professionali, più dei colleghi non affetti. D’altra
parte, la stessa teoria predice che avere un supporto personale,
professionale e istituzionale può costituire un fattore protettivo,
capace di mediare e attenuare alcuni dei rischi collegati allo sviluppo
del secondary traumatic stress. Individuare quali sono i fattori di
rischio e quelli di protezione é, quindi, essenziale. Proverò a dare di
seguito un quadro il più possibile esaustivo dello stato dell’arte della
ricerca e a confrontare i dati della mia ricerca con i dati delle
ricerche dell’area americana, non essendocene, al momento, altri
dell’area italiana.

Health-care workers who work with trauma victims are subject to
significant stress and are vulnerable to what is known as “Secondary
Traumatic Stress”. Secondary Traumatic Stress theory forecasts that
professionals affected by Secondary Traumatic Stress are at higher
risk of making poor professional judgments than those who are not
affected. On the other side, Secondary Traumatic Stress theory
predicts that personal, professional and organizational support may
provide protective factors to mediate against some of the risks
relating to the development of Secondary Traumatic Stress.
Identifying both protective factors and risk factors is necessary.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 4 - RIASSUNTO-ABSTRACT Coloro che lavorano con vittime di trauma sono soggetti a significativo stress e sono vulnerabili a quello che è conosciuto come Secondary Traumatic Stress – S.T.S., Traumatizzazione Secondaria - o Compassion Fatigue. La teoria del Secondary Traumatic Stress predice che i professionisti affetti da Secondary Traumatic Stress siano ad alto rischio di commettere errori professionali, più dei colleghi non affetti. D’altra parte, la stessa teoria predice che avere un supporto personale, professionale e istituzionale può costituire un fattore protettivo, capace di mediare e attenuare alcuni dei rischi collegati allo sviluppo del secondary traumatic stress. Individuare quali sono i fattori di rischio e quelli di protezione é, quindi, essenziale. Proverò a dare di seguito un quadro il più possibile esaustivo dello stato dell’arte della ricerca e a confrontare i dati della mia ricerca con i dati delle ricerche dell’area americana, non essendocene, al momento, altri dell’area italiana. Health-care workers who work with trauma victims are subject to significant stress and are vulnerable to what is known as “Secondary Traumatic Stress”. Secondary Traumatic Stress theory forecasts that professionals affected by Secondary Traumatic Stress are at higher risk of making poor professional judgments than those who are not affected. On the other side, Secondary Traumatic Stress theory predicts that personal, professional and organizational support may provide protective factors to mediate against some of the risks relating to the development of Secondary Traumatic Stress. Identifying both protective factors and risk factors is necessary.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Giovanna Tatti Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 947 click dal 14/05/2008.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.