Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategia d'azione ambientale per lo sviluppo sostenibile in Italia. Il caso del parco nazionale dei monti Sibillini.

La presente tesi si articola in tre parti, seguendo strategie di sviluppo sostenibile tramite strumenti di Marketing Territoriale. Nello specifico propone un'analisi della situazione socioeconomica del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, visto nella sua dinamicità e complessità, cercando di dare una valutazione chiara e possibilmente esauriente dei profili identificativi dall'area Parco e delle sue prospettiche condizioni di sviluppo, di sviluppo sostenibile. Nel lavoro di tesi il Parco Nazionale dei Monti Sibillini si pone come finalità quella di recuperare tutti i valori che determinano l’identità naturalistica, culturale e storica dei Sibillini, e al tempo stesso di garantire uno sviluppo socio-economico razionale e duraturo dell’area. La prima parte della tesi è relativa al Governo delle aree protette, della legislazione sui Parchi nazionali, per concludersi, poi, con l’analisi delle attività dell’Ente Parco. Gli aspetti legislativi, introdotti da una ricostruzione storico - culturale dei concetti di protezione ambientale e di Parco, intesi come fattori di vita e di sviluppo di zone depresse, sono strutturati secondo l’evoluzione legislativa della materia ambientale in Italia, in relazione alla realtà amministrativa delle aree protette. La seconda parte della tesi riguarda la struttura socio – economica del Parco, si analizzano gli specifici caratteri del Parco mediante l'elaborazione dei dati e delle informazioni disponibili che costituiscono la base per le strategie e gli obiettivi dell'economia ambientale. Tale lavoro ha permesso di avere una visone di insieme degli elementi e dei sistemi di relazioni di maggior stabilità e permanenza, riconoscere una pluralità di fattori “qualificanti” come di situazioni di criticità. La terza parte della tesi è relativa agli strumenti e alle azioni per lo sviluppo socio economico dell’area dei Sibillini. Vengono resi gli strumenti e le strategie relative allo sviluppo socio-economico del Parco, individuando i finanziamenti tradizionalmente usati in un’area protetta, e al tempo stesso rivolgendo lo sguardo alle azioni “innovative”. La finalità è quella di stabilire una linea di comportamento a tutela dell’identità che sia di sostegno allo sviluppo di tutto il territorio nel pieno rispetto dell’ambiente che lo caratterizza. In tale elaborato il Parco rappresenta, per una comunità locale, la possibilità di avvantaggiarsi attraverso il rafforzamento dell'identità e delle peculiarità del suo territorio, di cui l'uomo, con le sue attività, deve essere considerato parte integrante, e dove, pertanto, l’Ambiente è il soggetto dello sviluppo che viene posto in essere. In definitiva con tale lavoro si possono considerare i parchi come luoghi di qualità dell’ambiente, dove quindi lo sviluppo è strettamente legato all’ambiente e al concetto di sostenibilità.

RICONOSCIMENTI TESI:

Aprile 2006 – Finalista del “Premio Ambiente e Sviluppo” istituito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio (Terzo Classificato).

Marzo 2006 – Finalista e vincitore del Bando istituito dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini per l’assegnazione di Borse di Studio relative a Tesi di Laurea sul Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Mostra/Nascondi contenuto.
Strategia d’azione ambientale per lo sviluppo sostenibile in Italia. Il caso del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. 1 La presente tesi ha ricevuto i seguenti riconoscimenti: Aprile 2006 – Finalista del “Premio Ambiente e Sviluppo” istituito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio (Terzo Classificato). Marzo 2006 – Finalista e vincitore del Bando istituito dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini per l’assegnazione di Borse di Studio relative a Tesi di Laurea sul Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Riassunto La presente tesi si articola in tre parti, proponendo un'analisi della situazione socioeconomica del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, con il duplice proposito di concretezza e di approfondimento per fornire una chiave di lettura del territorio, visto nella sua dinamicità e complessità. Al tempo stesso vuole dare una valutazione chiara e possibilmente esauriente dei profili identificativi dall'area Parco e delle sue prospettiche condizioni di sviluppo. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è un territorio che rappresenta la quintessenza della cultura e della storia delle popolazioni che vivono lungo l’Appennino umbro- marchigiano. Quest’area è una realtà in cui l’uomo, partecipe dell’ambiente che lo circonda, ha rallentato il corso del tempo per pagare il suo omaggio ad una natura che mostra ancora aspetti di straordinaria bellezza, e che appare a tratti ancora intatta. Il Parco si estende su di un territorio di 70.000 ettari, è costituito da 18 comuni di cui 13 ricadenti con il loro capoluogo all’interno del Parco, ha una popolazione di oltre 20.000 abitanti ed è dotato di risorse naturalistiche e storico - architettoniche di straordinario rilievo anche sul piano internazionale. La realtà umana dei Sibillini, però, nonostante tutte le preziose e significative testimonianze, presenta oggi una evidente situazione di criticità sociale ed economica: la dinamica della popolazione, è in forte decremento,

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Leonardo Salimbeni Contatta »

Composta da 211 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3135 click dal 14/05/2008.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.