Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La rilevanza sociale dello sport

Nella mia tesi ho parlato di sport dal punto di vista sociologico e soprattutto della sua valenza sociale che, il più delle volte, viene sottovalutata e presa poco in considerazione.
La mia esperienza di sportivo e amante dello sport mi ha portato a sostenere diverse teorie, evidenziando il semplice fatto che lo sport, praticato con un determinato criterio, non può che essere considerato un elemento positivo, che giova ai singoli individui e allo sviluppo delle società.
Servendomi di diversi contributi storici, ho analizzato il fenomeno sportivo come elemento culturale, presente nelle antiche società primitive, fenomeno che si è evoluto, trasformandosi, all’interno delle diverse civiltà fino ad arrivare allo sport moderno.
Ho anche affrontato l’argomento sociologicamente, soffermandomi sulla sua funzione aggregativa e altamente socializzante. Successivamente il discorso si è spostato su altri due interessanti argomenti collegabili allo sport: il lavoro e i mass – media.
Ho cercato di non parlare solo del “Supersport” dei grandi campioni, ma ho deciso di mettere l’accento sulla nuova tendenza legata allo “Sport per tutti”, che più si avvicina alla mia realtà e alla realtà di milioni di sportivi, i quali praticano sport senza percepire nessun guadagno, solo per il gusto di partecipare e di stare insieme.
Per dare attendibilità alla mia tesi, ho deciso di analizzare il caso particolare di una società sportiva legata allo “Sport per tutti”: l’UNIONE ITALIANA SPORT PER TUTTI (U.I.S.P.), la prima e la più grande associazione in Italia sostenitrice di questi ideali.
Nella ricerca, oltre a studiare storicamente l’associazione ho esaminato i suoi principi e i suoi scopi; mi sono avvalso anche dell’importante contributo dato dall’intervista al Presidente nazionale U.I.S.P. il sociologo Prof. Nicola Porro, in cui sono emerse problematiche ed esempi interessanti ai fini della mia tesi.
A conclusione di questo studio emerge che lo sport allontana i giovani dalla strada, ha un’importante ruolo di socializzazione e aggregazione, entra nei luoghi più disagiati, raggiunge gli anziani e i disabili, fa giocare insieme persone di diverse etnie, fedi e religioni, in pratica lo sport unisce e ci fa diventare tutti uguali nei campi di gioco e di gara.
Tutto questo rappresenta a mio parere la vera rilevanza sociale dello sport.
C’e però bisogno di una reale riforma del sistema sportivo in Italia, che costituisca reti ed alleanze con le istituzioni locali, attraverso nuove politiche sportive. La speranza è che in quest’anno speciale, sia per le Olimpiadi di Atene, sia perché riconosciuto “l’anno europeo dell’educazione attraverso lo sport”, si riesca a muovere qualcosa per migliorare il malandato universo sportivo, per il bene di tutti ed in particolare di chi ama lo sport.

Mostra/Nascondi contenuto.
III INTRODUZIONE In questa tesi ho parlato di sport e soprattutto della sua valenza sociale che, il più delle volte, viene sottovalutata e presa poco in considerazione. Ho analizzato l’argomento dal punto di vista sociologico servendomi del contributo di diversi sociologi sia contemporanei sia classici. Ho anche sfruttato la mia esperienza di sportivo e amante dello sport per portare avanti diverse teorie, sostenendo il semplice fatto che lo sport, praticato in un certo modo, non può che essere considerato un elemento positivo sia per la vita del singolo sia per lo sviluppo della società. Nel primo capitolo del lavoro, sono partito analizzando lo sport come fenomeno culturale, che condiziona e che ha in passato condizionato la società. Mi sono servito di diversi contributi storici partendo dagli albori fino ad analizzare le peculiarità che contraddistinguono lo sport moderno. Il discorso successivamente si è ampliato e sono passato ad analizzare la sua importantissima funzione aggregativa che implica l’integrazione e la socializzazione degli individui grazie allo sport. Mi sono poi soffermato su altri due interessanti argomenti: il lavoro e i mass – media, sempre in relazione al fenomeno sportivo. Per il primo, partendo delle teorie sociologiche, ho analizzato i mestieri che hanno a che fare con lo sport e alcune professioni particolari relativamente nuove; mentre per il rapporto con i mass – media ho voluto trattare soprattutto il dualismo d’amore e odio con la televisione e con la pubblicità.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Riccardo Golota Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14067 click dal 30/05/2008.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.