Skip to content

Influenze della cultura nei rapporti commerciali internazionali

Informazioni tesi

  Autore: Marilù Campagnuolo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Pubblicità e comunicazione d'impresa
  Relatore: Francesco Perrone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 218

“What managers do is the same around the world.
How they do it is determined by tradition and culture” (Peter Drucker)

La frase di Peter Drucker introduce in modo eccellente l’argomento preso in considerazione in questa tesi: l’influenza della cultura nei rapporti commerciali internazionali. In particolare, gli effetti che la cultura può avere sulla comunicazione messa in atto (volontariamente e involontariamente) durante specifiche situazioni, come le trattative e le negoziazioni aziendali.
Non molto tempo addietro si assumeva che il business e il commercio fossero “zone” culturalmente neutrali, dove le transazioni avvenivano secondo norme riconosciute universalmente. Ma ciò è vero solo in parte. Se da un lato ci sono leggi valide al di sopra degli ordinamenti nazionali, che regolano in un certo modo gli affari internazionali, dall’altro sono le modalità con cui conduciamo i nostri affari che possono subire delle forti influenze. Tali modalità, infatti, sono una estensione dei nostri ambienti sociali e culturali, profondamente influenzate da valori culturali e associati a modi di comportarsi considerati assolutamente normali nell’ambito della cultura di provenienza, ma che possono risultare totalmente fuori luogo dal punto di vista di un’altra cultura.
Capire le culture in modo universale è diventato un essenziale elemento di competizione per le imprese moderne, le quali sempre più si trovano ad operare in ambienti multiculturali. Spesso infatti i problemi insorgono non dal lavoro in sé e per sé, o semplicemente dalla lingua, ma appunto da incomprensioni a livello della cultura, dei software mentali, per usare la metafora di Hofstede, padre del moderno approccio al management interculturale. La chiave è entrare in una prospettiva interculturale e sviluppare una specifica competenza comunicativa.
La tesi comincia con un excursus teorico-storico sul concetto di cultura, con l’apporto di numerosi contribuiti accademici. Segue un approfondimento sulle variabili culturali che intervengono nella comunicazione, in situazioni tipo come quella di una negoziazione interculturale, con particolare attenzione agli elementi non verbali. Questi infatti, sono la parte più inconsapevole della comunicazione, che pur avendo un forte contenuto simbolico, non saranno mai oggetto della negoziazione, pertanto non ci sarà possibilità di chiarirne il significato. Nell’ultima parte si descrivono alcuni tratti fondamentali della cultura italiana, specie quella di business, poiché l’assunto che si vuole sostenere è che solo attraverso una profonda consapevolezza della propria cultura è possibile avere un confronto sereno e oggettivo con le altre culture. Prima di valutare la situazione secondo i nostri canoni, l’atteggiamento più auspicabile sarebbe quello di cercare di descrivere l’oggetto o la situazione attraverso delle cornici culturali del luogo (cultural frameworks), soltanto in seguito tentare di darne una interpretazione e valutazione. Infine, ci si chiede se i nostri manager, preparatissimi dal punto di vista del know-how tecnico, abbiano anche un buon livello di know-how culturale. In effetti, la situazione che emerge da una ricerca dell’Istud in proposito, non è affatto rosea. Pertanto, dopo un’analisi dello status quo e quindi delle mancanze e delle conseguenze dovute a una scarsità di cultura internazionale, o meglio (mi si permetta il gioco di parole) di una cultura della comunicazione interculturale, il mio lavoro vuole porsi come uno strumento propositivo, apportando delle schede sulla business etiquette di alcune città, nodi degli scambi internazionali.
Concludendo, si precisa che questo lavoro non vuole essere – e non può essere – uno studio completo di tutte le differenze linguistiche e culturali esistenti (d’altronde è forse possibile enumerare e definire tutte le culture?), ma uno strumento che mette in guardia e fa riflettere sul fatto che i maggiori problemi di comunicazione internazionale sono dovuti appunto alle differenze culturali. Differenze delle quali è difficile rendersi conto se non si ha per lo meno una certa consapevolezza (“awareness” si direbbe in lingua inglese) della propria cultura.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE “What managers do is the same around the world. How they do it is determined by tradition and culture” (Peter Drucker) La frase di Peter Drucker i introduce in modo eccellente l’argomento preso in considerazione in questa tesi: l’influenza della cultura nei rapporti commerciali internazionali. In particolare gli effetti che la cultura può avere sulla comunicazione messa in atto (volontariamente e involontariamente) durante specifiche situazioni, come le trattative e le negoziazioni aziendali. Le caratteristiche, la complessità, i fondamenti teorici, gli elementi su cui si basa la comunicazione in tali contesti, le conseguenze sul business e sulle persone. Sono questi i principali punti che verranno presi in considerazione e analizzati. Capire a fondo le culture di provenienza di coloro che sono coinvolti negli ambienti di business internazionale è diventato un prerequisito fondamentale in un mondo dove le imprese sono sempre più di dimensioni globali. Non molto tempo addietro si assumeva che il business e il commercio fossero “zone” culturalmente neutrali, dove le transazioni avvenivano secondo norme riconosciute universalmente. Ma ciò è vero solo in parte. Se da un lato ci sono leggi valide al di sopra degli ordinamenti nazionali, che regolano in un certo modo gli affari internazionali, dall’altro sono le modalità con cui conduciamo i nostri affari che possono subire delle forti influenze. Tali modalità, infatti, sono una estensione dei nostri ambienti sociali e culturali, profondamente

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

business etiquette
commercio internazionale
comunicazione interculturale
comunicazione internazionale
comunicazione interpersonale
comunicazione non verbale
cultura aziende
cultural frameworks
gestualità
hofstede
management interculturale
manager italiani
multiculturalità
negoziazione
software mentali
trattativa internazionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi