Skip to content

Mobile Advertising: engagement e personalizzazione dell'interazione nella comunicazione sul telefonino. I casi Enel e New Twingo

Informazioni tesi

  Autore: Elvira Ferone
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Pubblicità e comunicazione d'impresa
  Relatore: Mario Varriale
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 183

“Nel 2001, Google ha stilato l’elenco delle dieci verità includendo principi come attenzione all’utente: tutto il resto viene dopo o si può essere seri anche senza giacca e cravatta. Tra questi, ce n’è uno a cui nell’ultimo periodo si guarda con particolare attenzione: non occorre essere alla propria scrivania per avere bisogno di informazioni” . Infatti, fino a qualche anno fa, il cellulare rappresentava solo uno strumento utile a mettere in comunicazione due persone.
“Oggi, il numero di dispositivi mobili usati nel mondo è tre volte superiore il numero di PC con connessione a Internet e oltre l’80% della popolazione mondiale è raggiungibile da reti mobili.”
“L’Italia è ai primi posti nella classifica mondiale per penetrazione dei servizi di telefonia mobile e vanta il mercato più grande d’Europa con un numero di schede telefoniche pari al 152% della popolazione”.
È quanto emerge dal rapporto annuale della Commissione europea sullo stato delle comunicazioni elettroniche.
In Italia soltanto la metà della popolazione utilizza Internet, mentre la telefonia Mobile è riuscita finora a coinvolgere quasi per intero il mercato.
Le caratteristiche della telefonia mobile, vale a dire mobilità , personalizzazione e accessibilità hanno importanti implicazioni sul piano della ristrutturazione delle dimensioni di spazio e tempo, attività in cui, peraltro, tutti i media sono coinvolti.
Osservando gli usi sociali della telefonia mobile in relazione alle categorie di spazio, tempo e mobilità, e in particolare ai fenomeni di rispazializzazione dell’esperienza, ridefinizione dei confini e mobilizzazione delle relazioni sociali, possiamo quindi concludere che il cellulare coniuga aspetti fortemente personali e individualizzanti a una dimensione propriamente sociale: pertanto, possiamo definirlo un medium ibrido in quanto, fra le altre cose, è contemporaneamente uno strumento pubblico e privato, un mezzo per mantenere la privacy e al tempo stesso dimostrare una connessione.
Un medium che incarna e rispecchia la società stessa, nelle sue caratteristiche di ibridazione, mobilità e permeabilità dei confini.
Le nuove forme di comunicazione a distanza rafforzano pratiche comunicative e sociali tipiche delle comunità nomadi in ogni tempo: rafforzano, cioè, la tendenza a una socialità di tipo reticolare e mobile, che oggi è anche una società fortemente personalizzata e centrata sull’individuo.
Gli usi relazionali di Internet e del cellulare, come abbiamo visto, consentono infatti di portare con sé, in ogni momento e luogo, la rete di relazioni personali e intime. Un’osservazione della diffusione attuale del cellulare nel nostro paese rende chiaramente evidente come il primo profilo di oggetto di èlite sia stato rapidamente superato: esso ha raggiunto tutte le età e tutti i gruppi sociali, di qualsiasi estrazione e provenienza geografica, mostrando una versatilità e flessibilità negli usi e nelle interpretazioni che forse nemmeno gli stessi produttori erano stati in grado di prevedere. Il cellulare costituisce quindi un tipico oggetto a partire dal quale è possibile analizzare la trasformazione delle modalità di comunicazione e delle forme di socialità parallele all’evoluzione delle tecnologie. Ogni giorno oltre un miliardo di persone si muove idealmente sul pianeta grazie alla telefonia mobile e personalizzare è diventato il suo imperativo per differenziarsi dagli altri o per identificarsi in un gruppo: ecco così che nel 2005, per loghi, suonerie, videogiochi e news gli italiani hanno speso quasi un miliardo di euro.
I tempi cambiano e ogni azienda, per rimanere al passo, deve essere attenta alle tendenze in atto: il telefonino è ormai diffuso a livello capillare tanto da diventare per un’azienda un vero e proprio strumento di comunicazione, anche pubblicitaria; ne consegue che il termine Mobile advertising si sente così citare sempre più spesso. I contenuti, le community, la Mobile advertising rappresentano il futuro e l’opportunità che abbiamo davanti è enorme.
Come sappiamo, “la pubblicità è una forma di comunicazione argomentativa di massa, funzionale a un progetto più vasto e in cui l’uso del canale presuppone un pagamento”. La pubblicità, da sola, non fa vendere più prodotto: per ottenere questo risultato occorre una complessa strategia che preveda un piano d’azione in cui molte armi vengono messe in gioco; una di queste armi è appunto la pubblicità, spesso la più importante, quasi sempre indispensabile e insostituibile, ma quasi mai riesce a raggiungere da sola l’obiettivo finale: dalla pubblicità si può solo pretendere che raggiunga il proprio specifico obiettivo di comunicazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione “Nel 2001, Google ha stilato l’elenco delle dieci verità 1 includendo principi come attenzione all’utente: tutto il resto viene dopo o si può essere seri anche senza giacca e cravatta. Tra questi, ce n’è uno a cui nell’ultimo periodo si guarda con particolare attenzione: non occorre essere alla propria scrivania per avere bisogno di informazioni” 2 . Infatti, fino a qualche anno fa, il cellulare rappresentava solo uno strumento utile a mettere in comunicazione due persone. “Oggi, il numero di dispositivi mobili usati nel mondo è tre volte superiore il numero di PC con connessione a Internet e oltre l’80% della popolazione mondiale è raggiungibile da reti mobili.” 3 “L’Italia è ai primi posti nella classifica mondiale per penetrazione dei servizi di telefonia mobile e vanta il mercato più grande d’Europa con un numero di schede telefoniche pari al 152% della popolazione”. 4 È quanto emerge dal rapporto annuale della Commissione europea sullo stato delle comunicazioni elettroniche. In Italia soltanto la metà della popolazione utilizza Internet, mentre la telefonia Mobile è riuscita finora a coinvolgere quasi per intero il mercato. Le caratteristiche della telefonia mobile, vale a dire mobilità 5 , personalizzazione e accessibilità hanno importanti implicazioni sul piano della ristrutturazione delle dimensioni di spazio e tempo, attività in cui, peraltro, tutti i media sono coinvolti. Osservando gli usi sociali della telefonia mobile in relazione alle categorie di spazio, tempo e mobilità, e in particolare ai fenomeni di rispazializzazione dell’esperienza, ridefinizione dei confini e mobilizzazione delle relazioni sociali, 1 Le dieci verità di Google. Mai accontentarsi del meglio: 1. Attenzione all’utente: tutto il resto viene dopo; 2. È meglio dedicarsi veramente bene a una sola cosa; 3. Rapidità è meglio di lentezza; 4. La democrazia sul Web funziona; 5. Non occorre essere alla propria scrivania per avere bisogno di informazioni; 6. È possibile guadagnare senza fare del male a nessuno; 7. Vi sono sempre più informazioni di quanto si immagini; 8. La necessità di informazioni oltrepassa ogni confine; 9. È possibile essere seri anche senza giacca e cravatta; 10. Eccellere non basta. 2 Wireless 4 Innovation, Soluzioni per l’innovazione del business, N. 3, Maggio 2008, pag. 70. 3 Ibid. 4 www.lastampa.it, “L’Italia è il paese dei cellulari”, 19/03/2008. 5 Si tratta, precisamente, di una triplice mobilità: la mobilità dell’artefatto tecnologico, innanzitutto; quella dell’individuo; e quella della comunicazione e dei servizi fruiti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brand awareness
call to action
cellulare
comunicazione
download contenuti
dvb-h
enel
engagement
mms pubblicitari
mobile
mobile advertising
mobile promotion
mobile site
open rate
personalizzazione
privacy
profiling
prospecting
pubblicità sui cellulari
renault new twingo
seamless experience
sms pubblicitari
telefonino
vms pubblicitari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi