Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le maestranze operaie nell'edilizia e l'evoluzione della loro organizzazione nell'ambito di un mercato complesso e competitivo. Analisi, insidie e prospettive del rapporto di lavoro.

Analisi storica dell'organizzazione delle maestranze operaie nell'edilizia fino ai giorni nostri. Approfondimento del settore edile, comparto importante nell'economia italiana ed europea. Esame del mercato del lavoro edile ed i suoi i riflessi occupazionali con particolare riferimento poi al lavoro straniero (fenomeno dell'immigrazione) al sommerso ed al tema della sicurezza. Strategie attuate e di possibile attuazione per fronteggiare le maggiori insidie. Conclude la tesi l'analisi di un caso concreto.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA I luoghi di lavoro in generale sono delle organizzazioni più o meno complesse le cui caratteristiche possono spaziare entro un’ampia gamma a seconda della dimensione, del settore economico di cui fanno parte, del Paese in cui operano e così via. Fin dall’inizio del ventesimo secolo diversi studiosi si sono occupati di studiarne le qualità e di formulare teorie differenti al fine di ottenere maggiore efficienza nelle imprese. All’inizio gli oggetti di studio erano costituiti da fabbriche ed operai da una parte e da organizzazioni e burocrazie pubbliche e private dall’altra, in quanto essi costituivano i fenomeni nuovi che si presentavano, ma in seguito, con lo sviluppo dei gruppi impiegatizi e, ancora successivamente, del settore dei servizi, il raggio dello studio si allarga alle teorie organizzative, dal settore industriale, si diffondono a tutti gli altri campi lavorativi ed anche quello edile, ancorché settore antico, è oggetto di studi e proposte organizzative. Pure l’ingegnere Frederick Winslow Taylor, padre dell’organizzazione scientifica del lavoro, teorizzò un modo diverso di lavorare conducendo degli esperimenti proprio con un manovale in una funzione tipicamente edile. Ma questa tesi non vorrà approfondire l’analisi storica dell’organizzazione delle maestranze operaie fino ai giorni nostri, argomenti più volte trattati in più sedi anche didattiche, quanto soffermarsi sulle difficoltà e le insidie attuali del mercato del lavoro italiano con riferimento a quello edile, di certo, una delle aree più problematiche del tessuto produttivo del nostro Paese. Cercheremo di fornire non solo un quadro d’insieme della realtà di questo settore, ma anche le possibili soluzioni adottate o adottabili per rendere lo stesso più trasparente, tutelato e sicuro per tutti gli attori protagonisti siano essi imprese che lavoratori. Nel primo capitolo entreremo nel variegato mondo dell’edilizia cercando, sia pur a grandi linee, di approfondire un po’ più da vicino il settore, la sua evoluzione, i suoi progressi anche tecnologici nelle costruzioni. Analizzeremo poi l’andamento 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Diego Filippozzi Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1564 click dal 08/01/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.