Skip to content

Gli anglicismi lessicali e sintattici nella stampa economica spagnola: proposta di analisi

Informazioni tesi

  Autore: Agnese Morettini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della mediazione linguistica
  Relatore: Nuria Pérez Vicente
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 206

Questa tesi è il prodotto finale e punto di arrivo di una lunga riflessione iniziata durante il periodo che ho trascorso in Spagna, ad Alicante, nell'ambito del progetto Erasmus, presso la facoltà di Traduzione e Interpretazione dell'Università di Alicante. Durante questo soggiorno, ho avuto modo di verificare in prima persona il grande impatto che la lingua inglese possiede in tutte le sfere della nostra vita quotidiana e professionale. In particolare, gli spagnoli adottano un atteggiamento singolare nei confronti di quelle parole, gli anglicismi appunto, che vengono ad amalgamarsi, più o meno consapevolmente, all’interno della lingua spagnola. Pertanto, proprio questo peculiare atteggiamento, sicuramente differente da quello di completa riverenza che caratterizza la lingua italiana nei confronti di quella inglese, mi ha spinto ad addentrarmi nell'analisi di questo particolare aspetto della lingua.
Nella prima parte del lavoro, dopo una breve panoramica storica dove si illustrano le influenze di altre lingue (prime fra tutte il latino e l’arabo) su quella spagnola, si passano in rassegna i tre atteggiamenti più comuni sui quali verte attutt’oggi il dibattito sull’anglicismo in Spagna. Alla definizione generale di anglicismo segue l’approfondimento teorico dei due aspetti principali, oggetto di analisi: gli anglicismi lessicali e gli anglicismi sintattici. Per quanto riguarda gli anglicismi lessicali vengono esposte le teorie di Chris Pratt ed Emilio Lorenzo: del primo viene ripresa la distinzione tra “étimo último” ed “étimo inmediato”, mentre del secondo è la classificazione relativa all'incorporazione dell'anglicismo nella lingua di arrivo (LA). Gli anglicismi sintattici sono invece stati analizzati in base agli aspetti grammaticali e sintattici che più comunemente vengono influenzati dalla lingua inglese: voce passiva, preposizioni, verbi e avverbi, possessivi e ordine della frase.
La seconda parte del lavoro presenta i risultati dell’analisi pratica, basata sugli aspetti analizzati nella prima parte teorica. Il corpus di testi analizzato raccoglie 58 articoli giornalistici, tratti dalle due maggiori testate giornalistiche spagnole El País ed El Mundo in un periodo che va dall'Aprile al Giugno 2008. I campi semantici presi in considerazione nella scelta degli articoli riguardano temi di economia e politica nazionale ed internazionale. Specificamente per l’analisi lessicale degli anglicismi sono state elaborate delle specifiche schede terminologiche, attraverso un semplice ma intuitivo programma di basi di dati terminologiche, chiamato ForeignDesk, poi convertite in formato cartaceo da inserire come Appendice (Appendice I). Il risultato finale ha visto emergere una chiara predominanza degli anglicismi lessicali rispetto agli anglicismi sintattici nella lingua spagnola, considerazione basata sul corpus specifico analizzato, ma facilmente estendibile anche ad un livello più generale della lingua. D'altronde, come afferma Grijelmo (1998: 119), “no hay un solo idioma importante en el planeta que no haya recibido donaciones”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I   INTRODUZIONE ¿Du llu espic ingliss? “Desde que las insignias se llaman pins, los maricones gays, las comidas frías lunchs y los repartos de cine castings, este país no es el mismo: ahora es mucho, muchísimo más moderno. Antaño los niños leían tebeos en vez de comics, los estudiantes pegaban posters creyendo que eran cartels, los empresarios hacían negocios en vez de business, y los obreros, tan ordinarios ellos, sacaban la fiambrera al mediodía en vez del tupper-ware. […] Esos cambios de lenguaje han influido en nuestras costumbres y han mejorado mucho nuestro aspecto. Las mujeres no usan medias, sino pantys y los hombres no utilizan calzoncillos, sino slips, y después de afeitarse se echan after shave, que deja la cara mucho más fresca que el tónico. El español moderno ya no corre, porque correr es de cobarde, pero hace footing; no estudia, pero hace masters y nunca consigue aparcar pero siempre encuentra un parking. […] Los importantes son vips, los auricolares, walkman; los puestos de venta, stands; los ejecutivos, yuppies; las niñeras, baby-sitters y hasta nannies, cuando el hablante moderno es, además, un pijo irredento. […] Espero que os haya gustado…yo antes de leerlo no sabía si tenía stress o es que estaba hasta los…”. 1 Questo lavoro rappresenta il punto finale di una riflessione iniziata un anno fa, durante la mia permanenza in Spagna, ad Alicante, per il soggiorno Erasmus. In questo periodo di studio trascorso nella Penisola iberica, ho avuto modo di notare, spesso anche con curiosità, come viene trattato l’anglicismo nella lingua spagnola di tutti giorni, a partire dai media (radio, televisione, giornali) fino al contesto universitario. Devo dire che mi ha subito impressionato l’ardore e la convinzione con il quale gli spagnoli difendono la propria lingua, in confronto a quanto facciamo noi con la nostra, l’italiano, che pure è una lingua bellissima e degna oltre modo di essere preservata. Ebbene, molte parole erano davvero divertenti: leggendo i quotidiani mi è capitato di incappare in parole come Amnistía Internacional (per Amnesty Internacional), Cientología (per Scientology, il movimento a sfondo religioso propagandato in tutto il mondo da Tom Cruise), El Abierto de Australia (per gli Open di Tennis d’Australia), il                                                              1 Frammenti della lettera di una ascoltatrice, inviata al programma radiofonico spagnolo di Luis Olmo (in “Anglicismos y humor”, 2007).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anglicismo
anglicismo lessicale
anglicismo sintattico
calco
calco semantico
chris pratt
corpus
economia
el mundo
el país
emilio lorenzo
erasmus
haugen
internazionale
politica
préstamo
prestito
rafael lapesa
scheda terminologica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi