Skip to content

I figli dell'unità. Coppie miste e seconde generazioni tra percorsi migratori e dialogo interreligioso

Informazioni tesi

  Autore: Ylenia Bourahla
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi del Molise
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze del servizio sociale
  Relatore: Letizia Bindi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

L’argomento analizzato nel mio lavoro di tesi riguarda i figli delle coppie miste, per coppie miste si intende coloro che non solamente non appartengono alla medesima religione, ma non condividono la cultura di appartenza; i loro figli sperimentano dentro le mura domestiche scenari di grande attualità, vivono infatti. tutta la complessità e la grande ricchezza della convivenza, ma non solo questo, sono depositari di un patrimonio esperenziale assieme ai loro genitori, che potrebbe essere donato alla società; società che si interroga seriamente su quanto e come sia possibile la convivenza con il diverso, associato inevitabilmente negli ultimi decenni allo straniero, nella coscienza popolare portatore di insicurezza, illegalità e quant’altro. Il materiale analizzato è stato tanto, ma soprattutto di grande varietà. L’impostazione iniziale mi spingeva a cercare gli elementi di positività connessi all’incontro tra le alterità culturali che vorremmo si traducessero in percorsi di maggiore rispetto della diversità, ma ciò che è successo in questo itinerario è stato molto di più del previsto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’argomento che si intende analizzare in questo lavoro si presenta ampio e con tante sfaccettature; i contributi scientifici e divulgativi in merito sono stati già molto numerosi e questa riflessione cerca solo di articolarne alcuni percorsi possibili. Dato il tema, che come si è detto presenta caratteristiche di forte multidisciplinarietà si è cercato di abbracciare tutte o almeno la maggior parte di categorie protagoniste, dando spazio più agli aspetti riguardanti le scienze sociali, rispetto alle quali vi era maggiore competenza e conoscenza. Partendo con un percorso storico, citando il saggio del 1855, sull'ineguaglianza delle razze umane di Joseph-Arthur De Gobineau, ideatore della teoria della razza ariana, si è visto così che questo non è un argomento recente e innovativo, come si potrebbe pensare, ma al contrario studiato da secoli, almeno due perlomeno, dalle scienze sociali che si sono interrogate sulle possibilità della convivenza tra stili e forme di vita culturali distinte. E’ evidente che nell’approccio di De Gobineau la relazione tra gruppi ‘razziali’ – oggi diremmo, più correttamente etnici – si tingeva di forti coloriture discriminatorie che il dibattito attuale si deve necessariamente impegnare a cancellare, pena l’accrescersi di tensioni e conflitti tra componenti autoctone e migratorie nello spazio di convivenza che rappresentano alcune delle maggiori cause di preoccupazione negli ultimi anni e che stanno al cuore di molte retoriche ‘securitarie’ della comunicazione politica e mediatica degli ultimi anni, specie successiva ai terribili avvenimenti dell’11 Settembre 2001. A metà del secolo appena trascorso Robert Park il decano della scuola sociologica di Chicago affermava che “le razze sono il prodotto dell’isolamento e dell’endogamia, è altrettanto vero che la civiltà è conseguenza dei contatti e delle comunicazioni. Le forze che si sono dimostrate decisive nella storia dell’umanità sono quelle che hanno unito gli esseri umani attraverso la competizione il conflitto e la cooperazione” 1 . Oggi troviamo che le coppie miste con i loro figli sono monitorati dalle agenzie statistiche, come l’Istat, inoltre le legislazione nazionali ed internazionali si occupano di regolare le specifiche situazioni giuridiche. 1 Park Robert, Human migration and the marginal man, in "The American Journal of Sociology", Maggio 1928, pp.194-195 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

chiara lubich
coppie miste
dialogo interculturale
dialogo interreligioso
emigrati
etnocentrismo
figli di seconde generazioni
immigrati
movimento dei focolari
percorsi migratori
pierre claverie
seconde generazioni
statistica sociale
ulissi caglioni
unità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi