Skip to content

Crisi d'impresa: gli interventi tecnici di risanamento

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Stacchietti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Roberto Barbieri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 224

In Italia la sistemazione organica ed unitaria della materia della crisi d’impresa è recente: sostanzialmente a partire dagli anni Novanta, sulla scia degli spunti offerti dall’attualità del verificarsi di numerosi casi di crisi, nonché di una sempre più copiosa letteratura anglo-sassone ed in special modo americana, si è realizzata anche nel nostro Paese una nutrita produzione scientifica sul tema.
Affrontare la tematica della crisi d’impresa e dei possibili interventi tecnici di risanamento, è senza dubbio molto stimolante su un piano economico-aziendale; quando, però, si iniziano ad analizzare i casi concreti e le diverse posizioni teoriche assunte nel tempo dalla dottrina economica e manageriale, le certezze diminuiscono ed aumentano notevolmente le complessità nella comprensione di un fenomeno rivelatosi poliedrico e alquanto difficile da formalizzare, anzitutto per le caratteristiche affatto peculiari che ogni crisi presenta e per la valutazione delle vie percorribili nella conduzione del percorso di risanamento.
Lo scopo principale di questo lavoro è, in ogni caso, quello di tentare di delineare un percorso ideale di risoluzione della crisi, focalizzando l’attenzione sull’analisi delle strategie e degli interventi tecnici di risanamento, maggiormente idonei a consentire il recupero dell’impresa.
Sulla base dei suddetti presupposti, si è voluto innanzitutto offrire un quadro generale della crisi d’impresa; si è perciò tentato di fornirne una definizione quanto più possibile esaustiva, di illustrare gli stadi attraverso i quali si giunge ad una situazione di crisi acuta (ma ancora reversibile), nonché di presentare una possibile classificazione delle cause della crisi d’impresa, per concludere, infine, con alcuni cenni agli strumenti che permettono di realizzare un’adeguata diagnosi della crisi.
Ci si è concentrati poi sulla fase fondamentale del processo di risanamento, vale a dire la scelta tra l’opzione di risanamento e quella alternativa della liquidazione; la criticità di detta scelta risiede nel fatto che una puntuale presa di coscienza della crisi e, conseguentemente, l’adozione immediata di interventi propedeutici e preparatori del turnaround, aumentano notevolmente le probabilità di successo dello stesso. Una volta optato per il risanamento, è poi necessario decidere se utilizzare strumenti stragiudiziali e/o giudiziali per la realizzazione dello stesso; i sistemi privatistici sono certamente quelli che maggiormente consentono il mantenimento del valore dell’impresa e dei cosiddetti intangibles. È necessario tuttavia ricordare che, con la recente riforma fallimentare, si è tentato, anche nell’ambito degli strumenti giudiziari, di spostare il focus dalla tutela dei creditori, alla conservazione dell’impresa in crisi.
Alle decisioni di cui sopra segue l’elaborazione della vera e propria strategia di risanamento, volta al recupero della redditività e dell’efficienza: si è dunque predisposta un’analisi delle alternative strategiche, praticabili in funzione dei diversi fattori causali della crisi, e si sono illustrate altresì brevemente, le fasi e le caratteristiche di fondo del processo di turnaround per il risanamento.
La trattazione prosegue entrando nel vivo dell’argomento oggetto del presente lavoro, vale a dire con l’illustrazione dei principali provvedimenti urgenti e comunque propedeutici all’impostazione del piano di risanamento vero e proprio; si tratta di interventi immediati posti in essere al fine di evitare un ulteriore aggravamento della crisi e di guadagnare tempo per l’elaborazione del piano.
L’ultima parte del lavoro esamina nel dettaglio il contenuto del piano di risanamento, analizzando i provvedimenti programmati nel piano industriale (interventi di asset restructuring, interventi sulla gestione di razionalizzazione e di riorientamento strategico), e nel piano finanziario (interventi di debt restructuring: consolidamento dell’esposizione debitoria, rinegoziazione del tasso d’interesse, ottenimento di nuova finanza, ricapitalizzazione dell’impresa, riduzione del debito e conversione dei debiti in capitale).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Crisi d’impresa: gli interventi tecnici di risanamento 1 INTRODUZIONE In Italia la sistemazione organica ed unitaria della materia della crisi d’impresa è recente: sostanzialmente a partire dagli anni Novanta, sulla scia degli spunti offerti dall’attualità del verificarsi di numerosi casi di crisi, nonché di una sempre più copiosa letteratura anglo-sassone ed in special modo americana, si è realizzata anche nel nostro Paese una nutrita produzione scientifica sul tema. Affrontare la tematica della crisi d’impresa e dei possibili interventi tecnici di risanamento, è senza dubbio molto stimolante su un piano scientifico ed economico-aziendale; quando, però, si iniziano ad analizzare i casi concreti e le diverse posizioni teoriche assunte nel tempo dalla dottrina economica e manageriale, le certezze diminuiscono ed aumentano notevolmente le complessità nella comprensione di un fenomeno rivelatosi poliedrico e alquanto difficile da formalizzare, anzitutto per le caratteristiche affatto peculiari che ogni crisi presenta e per la valutazione delle vie percorribili nella conduzione del percorso di risanamento. Lo scopo principale di questo lavoro è, in ogni caso, quello di tentare di delineare un percorso ideale di risoluzione della crisi, focalizzando l’attenzione sull’analisi delle strategie e degli interventi tecnici di risanamento, maggiormente idonei a consentire il recupero dell’impresa. Di certo non si è rivelato semplice muoversi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

asset restructuring
cause della crisi
consolidamento dei debiti
conversione dei debiti in capitale
crisi
crisi aziendale
crisi d'impresa
debt restructuring
declino dell'impresa
insolvenza aziendale
interventi di razionalizzazione
interventi di risanamento
interventi giudiziali
interventi stragiudiziali
nuova finanza
piano di risanamento
ricapitalizzazione dell'impresa
riduzione del debito
riorientamento strategico
risanamento aziendale
turnaround

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi