Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il rendiconto finanziario, forme di rappresentazione

Obiettivo della presente tesi è quello di analizzare la figura del rendiconto finanziario nello scenario contabile attuale, partendo dalle disposizioni del Codice Civile, passando dai principi contabili nazionali fino ad arrivare ai più recenti principi contabili internazionali che, poco alla volta, si stanno integrando nel nostro ordinamento.
Si cercheranno di capire l’utilità a fini pratici e i benefici che derivano dalla redazione di questo documento, sia per l’impresa stessa, sia per tutti gli altri utilizzatori e lettori del bilancio, nonostante la sua effettiva non obbligatorietà per tutte le imprese.

1.1. Codice Civile

Le imprese che non applicano i principi contabili internazionali devono fare riferimento, per l’argomento in esame, ai seguenti articoli del codice civile, che operano un richiamo alla necessità di analizzare la dinamica finanziaria dell’impresa:

- l’articolo 2423, laddove è prescritto che il bilancio debba rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione finanziaria della società.....

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Obiettivo della presente tesi è quello di analizzare la figura del rendiconto finanziario nello scenario contabile attuale, partendo dalle disposizioni del Codice Civile, passando dai principi contabili nazionali fino ad arrivare ai più recenti principi contabili internazionali che, poco alla volta, si stanno integrando nel nostro ordinamento. Si cercheranno di capire l’utilità a fini pratici e i benefici che derivano dalla redazione di questo documento, sia per l’impresa stessa, sia per tutti gli altri utilizzatori e lettori del bilancio, nonostante la sua effettiva non obbligatorietà per tutte le imprese. L’idea di fondo è che, tramite il rendiconto e la sua lettura, sia possibile fornire indicazioni sulla capacità dell’azienda di generare risorse monetarie in modo continuato e strutturale. Il futuro beneficio economico atteso dalle attività controllate dall’azienda è costituito dalla capacità di contribuire all’afflusso di risorse finanziarie nell’impresa, direttamente (generando risorse convertibili in flussi finanziari in entrata o in minori flussi finanziari in uscita) o indirettamente (facendo parte del ciclo produttivo remunerato alla fine dal pagamento dei clienti). Il rendiconto finanziario è quindi un documento riassuntivo che costituisce il naturale complemento al potenziale informativo della situazione patrimoniale ed al conto economico. Attraverso tale documento si possono trarre utili indicazioni in merito a due elementi di cruciale importanza: dove e come l’impresa raccoglie le risorse monetarie necessarie all’esercizio dell’attività; dove e come l’impresa impiega tali risorse, così da capire se prevalga l’impiego a lunga scadenza o quello a breve, quello nell’attività caratteristica o in quella extracaratteristica. Vedremo che esistono varie forme di rendiconto finanziario ammesse dai principi contabili e, per ognuna di esse, è predisposto il relativo schema tipo, in modo da rendere immediatamente comprensibile la trattazione.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Luca Pannacciulli Contatta »

Composta da 34 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4918 click dal 04/02/2009.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.