Skip to content

Sviluppo di piccole molecole peptidomimetiche leganti recettori TrkA o TrkC aventi completa o discreta attività neurotrofica

Informazioni tesi

  Autore: Agostino Sannino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Biotecnologie I Livello
  Relatore: Enzo Martegani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 46

La scoperta dell’esistenza dei fattori di crescita neurotrofici da parte della Dott.ssa Rita Levi Montalcini e in seguito delle relative funzioni all’interno dell’organismo umano e più precisamente nel sistema nervoso si è rivelato un momento cruciale per la storia delle neuroscienze.
Il ruolo biologico dei fattori di crescita è fortemente connesso all’insorgenza di tumori di vario tipo, una mutazione nel gene che codifica per il fattore di crescita o del recettore a cui si lega, può causare un proliferazione incontrollata della cellula bersaglio trasformandola in questo modo da cellula normale a cellula tumorale; le possibilità, quindi, dell’utilizzo di queste molecole può essere molto vantaggiosa per la cura di numerose malattie inerenti il sistema nervoso centrale e periferico.
Esse sono richieste per lo sviluppo e in seguito la funzione del sistema nervoso dei vertebrati, agiscono direttamente sui neuroni dove sono in grado di controllare la sopravvivenza (prevengono la morte cellulare programmata), la differenziazione e la plasticità sinaptica di specifiche popolazione neuronali, inoltre hanno la capacità di aumentare la funzionalità neuronale in modelli animali con malattie neurologiche e potrebbero avere un ruolo nello sviluppo dei tumori neuronali.
Alla base dell’elaborato da me esposto vi è l’ipotesi della sconvenienza dell’utilizzo a fini terapeutici dei fattori di crescita neurotrofici(come già spiegato nella relazione).
Sono state utilizzati diversi approcci per aggirare l’utilizzo delle neurotrofine, quello presentato all’interno del mio lavoro di tesi tratta dello sviluppo di molecole aventi proprietà peptidomimetiche nei confronti dei fattori di crescita nervosi.
L’elaborato da me scritto parte dalla presentazione di due ricerche descritte nei seguenti articoli: “Selective Small Molecule Peptidomimetic Ligands of TrkC and TrkA Receptors Afford Discrete or Complete Neurotrophic Activities”, Zaccaro et al., 2005 e “A New Nerve Growth Factor-Mimetic Peptide Active on Neuropathic Pain in Rats”, Colangelo et al., 2008.
La prima ricerca tratta dello sviluppo di una minilibreria (medium-throughput screen) di una serie di composti D3-like attivi su recettori TRK-C e TRK-A, l’altra ricerca tratta della scoperta di una molecola avente attività biologica NGF-like su recettori TRK-A tramite studi strutturali/funzionali di NGF, studi di mutagenesi sito-diretta, risultati sulla modificazione chimica di aminoacidi.
I risultati ottenuti dalle due ricerche sembrano incoraggianti.
Tramite lo sviluppo di una minillibreria di molecole D3-like è stato possibile ottenere diverse molecole agenti su recettori TrkC e TrkA con funzionalità e proprietà diverse facendo così emergere la possibilità della creazione di molecole con caratteristiche e proprietà specifiche a seconda delle esigenze di utilizzo.
Con la seconda ricerca è stata invece creata una molecola NGF-like a tutti gli effetti che ha dato prova della sua efficacia anche su modelli animali in vivo.
Entrambi gli studi hanno contribuito ulteriormente e in maniera efficace in campo teorico per quanto riguarda l’interazione tra fattori di crescita nervosi e i rispettivi recettori TRK e soprattutto hanno contribuito in maniera più che significativa in campo pratico nello sviluppo di molecole avente attività peptidomimetica su recettori TRK.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 1.INTRODUZIONE 1.1 FAMIGLIA DELLE NEUROTROFINE Le neurotrofine rappresentano una famiglia di proteine che sembrano essere strutturalmente correlate. Esse sono richieste per lo sviluppo e in seguito la funzione del sistema nervoso dei vertebrati, agiscono direttamente sui neuroni dove sono in grado di controllare la sopravvivenza (prevengono la morte cellulare programmata), la differenziazione e la plasticità sinaptica di specifiche popolazione neuronali; inoltre hanno la capacità di aumentare la funzionalità neuronale in modelli animali con malattie neurologiche (Yuen, E. C., and Mobley, W. C. 1996), e potrebbero avere un ruolo nello sviluppo dei tumori neurali (Ryden, M., Sehgal, R., Dominici, C., Schilling, F. H., Ibanez, C. F., and Kogner, P. 1996). In figura: le neurotrofine controllano lo sviluppo di specifiche sottopopolazioni di neuroni sensoriali; NGF (linea nera) è necessaria essenzialmente per la sopravvivenza dei piccoli neuroni con assone amielinico o sottilmente mielinico, BDNF ha effetto sui meccano-recettori che terminano sulle cellule di Merkel (linea rossa), NT-4/5 è necessario per lo sviluppo delle cellule pilifere(linea verde), NT-3 supporta la sopravvivenza di molti neuroni DRG all’inizio dello sviluppo(linea blu).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

attività neurotrofica
fattore di crescita
fattore di crescita nervoso
nerve growth factor
neurotrofine
ngf
ngf-like
peptidomimetici
recettrore trk
struttura ngf
trk
trk-a
trk-c

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi