Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

«Hanzai jiushi deng xia yu» Siccità, si aspetta solo la pioggia. Costruzione sociale del rischio in un villaggio rurale cinese

Sebbene reputata un semplice fenomeno naturale le cui conseguenze vengono comunemente ritenute inevitabili, un approccio etnografico al fenomeno siccità solleva non pochi dubbi su questa interpretazione. Attraverso uno studio sul campo della durata complessiva di sei mesi, spesi in un villaggio rurale afferente al distretto di Mentougou, municipalità di Pechino, questa tesi pone la siccità in relazione al contesto sociale e alle politiche di gestione delle risorse idriche attuate sul territorio. Scomponendo i processi di gestione del rischio ambientale ed analizzandoli in base all'allocazione asimmetrica del rischio siccità, si sostiene che decisioni di politica economica riguardanti la gestione delle risorse idriche non possano venir escluse dall'annovero dei fattori componenti il rischio siccità stesso. Inoltre un approccio antropologico allo spazio e alla circolazione dell'informazione inerente la carenza idrica, mette in luce come le pratiche di coping adottate localmente siano fortemente influenzate dal contesto in cui si trovano ad operare.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Con l intenzione di agevolare la lettura del testo, presenter in breve alcune note sulla pronuncia dei termini cinesi. Durante la compilazione della tesi ho volutamente inserito molti termini originali, con l intento di assolvere a due compiti: in primis, riportare la traduzione fedele delle parole che mi sono state direttamente riferite dai miei interlocutori e, secondariamente, introdurre termini che ricorrono costantemente non solo nel mio testo, ma anche nel dibattito pubblico circa gli argomenti da me trattati. Periodizzazioni storiche e termini politici sono stati inseriti poichØ, nella Cina contemporanea, rappresentano il vissuto condiviso e i puntelli essenziali per poter comprendere i fenomeni sociali sfiorati dalla mia tesi. 1. Sistema di traslitterazione pinyin 拼音 Il sistema da me utilizzato per trascrivere i suoni della lingua cinese Ł quello ufficiale adottato dalla Repubblica Popolare Cinese. Questo sistema, chiamato pinyin zimu, alfabeto per la trascrizione fonetica , fu adottato nel 1958 dalla R.P.C., dopo che i lavori del Comitato per la Riforma della Lingua avevano gi messo le m ani sulla semplificazione dei caratteri. Il pinyin consta di 26 lettere latine. Nel suo complesso, trascrive i suoni della lingua resa ufficiale sotto il governo del Partito Comunista; lingua in parte artificiale e in parte mutuata dal dialetto di Pechino, detta putonghua.1 Una precisazione va fatta sui toni. Come Ł noto, il cinese Ł una lingua tonale, ovvero la variazione in frequenza, ampiezza ed estensione dell emissione sonora nell articolazione del gruppo vocalico Ł un elemento portatore di significato. CosicchØ possiamo creare, mediante opposizione, coppie minime distintive di senso. Ad esempio: pīn 拼= mettere insieme, unire / pĭn品 = prodotto Oppure: yīn 音= suono / yĭn隐 = nascosto Comprensibilmente gli omofoni, ovvero parole composte dalla stessa sillaba e aventi lo stesso tono ma non lo stesso significato, sono, in questa lingua, fenomeno comune. Come 1 Vedi il Capitolo 1, p. 21 della presente tesi. Accenni di Fonetica

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere

Autore: Andrea Enrico Pia Contatta »

Composta da 236 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 605 click dal 19/02/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.