Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio degli effetti prodotti dalla realizzazione di gallerie metropolitane su un edificio monumentale

Nell’ambito di questa tesi è stato preso in esame un problema inerente la realizzazione di gallerie in ambiente urbano, ovvero l’interazione tra la realizzazione delle gallerie e l’ambiente monumentale sovrastante. La realizzazione di gallerie metropolitane produce inevitabilmente un’alterazione dello stato tensio-deformativo del terreno. L’effetto si risente al livello del piano campagna in modo tanto più sensibile quanto più superficiali sono le gallerie stesse: lo scavo e le modalità con cui questo viene effettuato producono lo sviluppo di cedimenti che si propagano anche a grandi distanze e possono avere un impatto a volte anche significativo sull’ambiente urbano. L’interazione galleria-terreno-opere preesistenti è un complesso problema meccanico di natura tridimensionale e, quindi, lo studio razionale del problema può essere perseguito mediante lo svolgimento di analisi numeriche 3D che richiedono un’accurata modellazione.
Il problema analizzato riguarda lo studio dell’interazione tra le due gallerie della linea C e la Basilica di S.S.Rotondo, situata in cima alla collina del Celio lungo via di Santo Stefano Rotondo, all’incrocio con via della Navicella. In particolare lo scopo della tesi è di valutare la deformazione ed il danno potenziale causato dalla realizzazione delle due gallerie.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo1-Introduzione - 1 - CAPITOLO 1 Equation Chapter 1 Section 1 1 Introduzione 1.1 Finalità della tesi Nell’ambito di questa tesi è stato preso in esame un problema inerente la realizzazione di gallerie in ambiente urbano, ovvero l’interazione tra la realizzazione delle gallerie e l’ambiente monumentale sovrastante. La realizzazione di gallerie metropolitane produce inevitabilmente un’alterazione dello stato tensio-deformativo del terreno. L’effetto si risente al livello del piano campagna in modo tanto più sensibile quanto più superficiali sono le gallerie stesse: lo scavo e le modalità con cui questo viene effettuato producono lo sviluppo di cedimenti che si propagano anche a grandi distanze e possono avere un impatto a volte anche significativo sull’ambiente urbano. L’interazione galleria-terreno-opere preesistenti è un complesso problema meccanico di natura tridimensionale e, quindi, lo studio razionale del problema può essere perseguito mediante lo svolgimento di analisi numeriche 3D che richiedono un’accurata modellazione: • della struttura (la geometria, il comportamento meccanico dei materiali); • del terreno (profilo stratigrafico, condizioni idrauliche, stato tensionale iniziale, comportamento meccanico); • delle sequenze di scavo e di sostegno delle pareti e del fronte, dipendenti dalla particolare tecnica costruttiva prevista; Lo studio riguarda la realizzazione della linea C della metropolitana di Roma. Il tracciato della linea C interessa per una parte la periferia della città e per l’altra parte il centro storico attraversando zone di particolare interesse archelogico, monumentale ed artistico come: via dei Fori Imperiali, Piazza Venezia e Corso Vittorio Emanuele. La nuova linea C prevede la realizzazione di due gallerie parallele. La realizzazione delle gallerie comporta, inevitabilmente, un campo di spostamenti (conca di subsidenza) che può andare ad interessare le strutture esistenti in superficie. Dunque il progetto di una galleria richiede un’accurata valutazione dell’entità dei cedimenti. Il problema analizzato riguarda lo studio dell’interazione tra le due gallerie della linea C e la Basilica di S.S.Rotondo, situata in cima alla collina del Celio lungo via di Santo Stefano

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Antonello Magnarelli Contatta »

Composta da 230 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 925 click dal 03/03/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.