Skip to content

Nuove applicazioni della tecnologia RFID nella sanità al fine di migliorare l'efficienza nella gestione di dati e materiali

Informazioni tesi

  Autore: Riccardo Violato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Daria Battini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 113

Gli Rfid stanno, al giorno d'oggi, trovando sempre un maggior impiego nell'ambito logistico-industriale e nella supply chain.

In America però si è pensato di poter implementare tale tecnologia anche in altri ambiti, in particolare quello sanitario, per cercare di ottenere vantaggi sia di carattere economico: tracciando la posizione dei pazienti, degli strumenti sanitari che vanno spesso persi, consultando cartelle cliniche a distanza; ma anche in quanto a maggiore sicurezza per il paziente: controllando la compatibilità del paziente con il farmaco che gli si vuole somministrare e nella trasfusione di sangue. Quest'ultima in particolare presenta in alto tasso di errore con conseguenze spesso spiacevoli. L'impiego di tale tecnologia vuole cercare di abbattere questo tasso di errore con conseguenti miglioramenti nella gestione ospedaliera e nella sicurezza del paziente.

Sull'onda americana anche in Europa stanno nascendo i primi progetti pilota di impiego degli RFID in vari campi della sanità, con alcuni casi anche in Italia.

Purtroppo però al momento ci sono delle barriere all'applicazione di tale soluzione, in particolare: i costi dell'hardware necessario, che sono ancora molto alti per avere un impiego massiccio; le normative statali, che ad esempio in Italia bloccano la diffusione dei tag RFID che lavorano a determinate frequenze.

Completano la tesi: un cenno sulle onde elettromagnetiche che sono il principio di funzionamento dell' RFID; un cenno sul sistema sanitario americano, che giustifica a mio avviso il perchè in USA la diffusione di tecnologie al servizio della sanità sia più elevato; un appendice sulle normative statali e mondiali sulle radiofrequenze.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Sommario La tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) si è sviluppata, nella sfera mondiale, principalmente in ambiti industriali nei campi della logistica, dei trasporti e della distribuzione e in questi ultimi anni si sta espandendo anche nel settore ospedaliero. I leader nello sviluppo di tale soluzione sono gli Stati Uniti d’America, guidati dalle organizzazioni governative che spingono in questo senso. Ultimamente, però, anche le strutture sanitarie europee stanno cominciando, sulla scia degli USA, a studiare qualche progetto pilota che implementa tale tecnologia. L’obiettivo di questa tesi è quindi quello di studiare l’emergente applicazione dei tag RFID nelle strutture sanitarie, osservandone i campi in cui questa è stata applicata e dove ha portato maggior beneficio sia per la struttura ma anche per i primi diretti interessati: i pazienti. In particolare nel primo capitolo riporteremo una introduzione sulla tecnologia, con aspetti tecnici relativi all’hardware che forma i tag RFID e alcuni cenni sulle radio frequenze, il sistema portante grazie al quale vengono scambiate le informazioni tra il tag e lo strumento necessario per la lettura, il reader. In questo capitolo inoltre sono riportate alcune norme europee che regolamentano l’uso nelle varie bande di frequenza di tali tag, oltre che ad un breve cenno su come è organizzato il sistema sanitario americano. Nel secondo capitolo ci focalizzeremo maggiormente sugli impieghi nel sistema sanitario americano, con spiegazioni per quanto possibile dettagliate, dell’impiego trovato in ogni settore o reparto e di come il tag in sé, o implementato con altri strumenti, abbia apportato un reale beneficio in termini di organizzazione interna della struttura, riducendone i costi per l’amministrazione e, cosa ben più importante, apportando un miglioramento per il paziente in quanto a cure, monitoraggio, sicurezza e riduzione degli errori che, come poi vedremo, sono all’ordine del giorno e spesso causa di spiacevoli conseguenze. Al termine del capitolo troveremo un paragrafo riguardante gli ostacoli all’implementazione. Tale tecnologia infatti, in quanto nuova, ha ancora alcune barriere che ne frenano lo sviluppo e la diffusione: prima fra tutte il costo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

emotrasfusioni
healtcare
logistica
onde elettromagnetiche
radiofrequenze
rfid
sanità
sistema sanitario
supply chain
trasfusioni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi