Skip to content

Emozione e metafora nel messaggio pubblicitario

Informazioni tesi

  Autore: Beatrice Corbo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Teoria della comunicazione
  Relatore: Francesco Ferretti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 173


Lo studio del messaggio pubblicitario riveste un ruolo di fondamentale importanza all’interno della nostra realtà, poiché ogni volta che vediamo una pubblicità che ci commuove, che provoca indifferenza o che genera fastidio, ognuno di noi si impegna in un processo interpretativo.
Il presente lavoro ha come punto di partenza l’idea che vi sia un linguaggio emozionale alla base di ogni spot pubblicitario, il quale è supportato, invece, a livello informativo da un linguaggio razionale.
Lo spot analizzato nel primo capitolo “Nespresso. What else?” è esemplare, perché ci permette di comprendere come il linguaggio pubblicitario sia capace di inviare, dal punto di vista razionale, un tipo di contenuto prettamente informativo, mentre dal punto di vista emotivo propone al destinatario un messaggio completamente opposto.
Il concetto base da cui deriva l’idea di ogni spot televisivo, è quello dell’emozione, infatti, il ricordo di quella particolare sensazione spesso molto piacevole, determina la preferenza per un prodotto rispetto ad un altro equivalente. La presenza di un doppio linguaggio investe allora i diversi campi della semiotica, della linguistica oltre che della psicologia, poiché è a livello inconscio che si determina la persuasione del messaggio pubblicitario.
In che modo il linguaggio pubblicitario riesce ad ottenere questo obiettivo persuasivo? In primo luogo attraverso il valore latente delle parole, le quali agiscono a livello inconscio e risvegliano i significati nascosti. Direttamente collegato all’attivazione del significato latente della parola abbiamo anche il ruolo fondamentale della metafora. Questa figura retorica oltre ad essere utilizzata in poesia ed in letteratura, ad un’attenta analisi, svolta in particolare da George Lakoff, rivela la sua natura di struttura profonda del pensiero umano. Di conseguenza un linguaggio pubblicitario che riesce a sfruttare le leve dell’emozione, utilizzando un linguaggio metaforico, otterrà dei sicuri effetti persuasivi.
Per quanto riguarda la struttura di questo lavoro, si è scelto di iniziare direttamente dall’esempio pratico, proponendo un’analisi semiotica, linguistica ed in parte psicologica dello spot “Nespresso. What else?”. Le basi teoriche su cui si fonda l’analisi pubblicitaria del primo capitolo, sono poi ampiamente spiegate nel secondo e nel terzo.
Il secondo capitolo tratta in modo diffuso l’importanza del linguaggio, in primo luogo viene analizzato il rapporto dell’uomo con il linguaggio, il motivo per cui esiste tale sistema e soprattutto l’importanza dell’unità minima di questo sistema, ovvero la parola.
La parola svolge un ruolo fondamentale all’interno della lingua, poiché non ha solamente una forma esterna, chiamata significante, ma all’interno della nostra mente vi è un’immagine psichica della parola, è per questo motivo che si può parlare di immagine della parola. Dopo aver compreso il ruolo del linguaggio all’interno della realtà umana è stato allora possibile analizzare come questo venga utilizzato all’interno delle strategie pubblicitarie.
È stata poi rivolta un’attenzione particolare alla marca, poiché è questo il caso in cui in una sola parola si può identificare sia un valore iconico, che linguistico. Inoltre, la capacità del marchio di costruire mondi ideali, permette di comprendere in che modo si sviluppa l’adesione del consumatore ad un universo specifico di valori.
Il terzo capitolo è invece incentrato sul ruolo delle emozioni e si sviluppa attraverso un’analisi del rapporto tra emozione e razionalità. La comprensione di questo rapporto è di fondamentale importanza per questo lavoro, poiché è proprio sulle componenti razionale ed emozionale del linguaggio che si gioca la persuasione pubblicitaria.
L’attenzione è stata poi rivolta in gran parte al ruolo delle emozioni, poiché prima di tutto partecipano in maniera fondamentale al pensiero razionale, e poi perché è su queste che campagne pubblicitarie delle società fanno leva per indurre all’acquisto.
Il marketing emozionale è una chiara conseguenza di questo approccio persuasivo, il quale, facendo leva sulla formulazione metaforica del messaggio pubblicitario, persuade il consumatore attraverso processi inconsci.
L’ultimo capitolo, è stato infine dedicato ad una serie di esempi, che permettono di chiarire le teorie sulla comunicazione pubblicitaria illustrate nel due capitoli precedenti.
Le campagne pubblicitarie, analizzate nell’ultimo capitolo, sono esemplari perché rappresentano un tipo di comunicazione particolare, che verte su una doppia strutturazione razionale-emozionale. Inoltre, le società scelte sono tutte molto importanti per l’economia italiana, ma soprattutto hanno un valore affettivo forte per il loro pubblico, che è anche molto numeroso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Lo studio del messaggio pubblicitario riveste un ruolo di fondamentale importanza all’interno della nostra realtà, poiché ogni volta che vediamo una pubblicità che ci commuove, che provoca indifferenza o che genera fastidio, ognuno di noi si impegna in un processo interpretativo. Il presente lavoro ha come punto di partenza l’idea che vi sia un linguaggio emozionale alla base di ogni spot pubblicitario, il quale è supportato, invece, a livello informativo da un linguaggio razionale. Lo spot analizzato nel primo capitolo “Nespresso. What else?” è esemplare, perché ci permette di comprendere come il linguaggio pubblicitario sia capace di inviare, dal punto di vista razionale, un tipo di contenuto prettamente informativo, mentre dal punto di vista emotivo propone al destinatario un messaggio completamente opposto. Il concetto base da cui deriva l’idea di ogni spot televisivo, è quello dell’emozione, infatti, il ricordo di quella particolare sensazione spesso molto piacevole, determina la preferenza per un prodotto rispetto ad un altro equivalente. La presenza di un doppio linguaggio investe allora i diversi campi della semiotica, della linguistica oltre che della psicologia, poiché è a livello inconscio che si determina la persuasione del messaggio pubblicitario. In che modo il linguaggio pubblicitario riesce ad ottenere questo obiettivo persuasivo? In primo luogo, attraverso il valore latente delle parole, le quali agiscono a livello inconscio e risvegliano i significati nascosti. Direttamente collegato all’attivazione del significato latente della parola abbiamo anche il ruolo fondamentale della metafora.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi delle pubblicità
analisi pubblicità
analisi pubblicitaria
emozione pubblicità
marketing
marketing emozionale
messaggio pubblicitario
metafora
nespresso
pubblicità
pubblicità metaforica
pubblico pubblicitario
pubbliità barilla
sentimenti pubblicità
significante
significato pubblicità
sky
target pubblicitario

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi