Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'influenza delle variabili culturali nel processo di negoziazione interculturale

L’interculturalità è un fenomeno quotidiano: se si accende la televisione, navigando in internet, dai piccoli paesi di provincia alle grandi metropoli sono presenti più culture che interagiscono tra di loro. Mentre le barriere commerciali agli scambi internazionali diminuiscono, le differenze culturali costituiscono le caratteristiche maggiormente resistenti e la loro importanza è tale che non possono essere ignorate nello stabilire le strategie da utilizzare nel mercato internazionale.
La difficoltà maggiore consiste nel comprendere e accettare le diversità culturali senza cadere in stereotipi o generalizzazioni negative. L’ideale sarebbe poter trarre il meglio di ogni cultura, evitando gli aspetti negativi, proprio come nella citazione a inizio pagina, ma non si può parlare di buono o cattivo riferendosi ad un gruppo culturale particolare. Le differenze culturali esistono, ma non vi sono ragioni per poter giudicare una particolare cultura come globalmente superiore o inferiore ad un’altra.
Di fondamentale importanza è lo sviluppo della consapevolezza culturale: in particolar modo conoscere la propria cultura è il primo passo per poter aprirsi efficacemente ad altre culture.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE “Heaven is where the cooks are French, the mechanics are German, the policemen are English, the lovers are Italian and it is all organized by the Swiss. Hell is where the policemen are German, the mechanics are French, the cooks are British, the lovers are Swiss and it is all organized by the Italians.” 1 L’interculturalità è un fenomeno quotidiano: se si accende la televisione, navigando in internet, dai piccoli paesi di provincia alle grandi metropoli sono presenti più culture che interagiscono tra di loro. Mentre le barriere commerciali agli scambi internazionali diminuiscono, le differenze culturali costituiscono le caratteristiche maggiormente resistenti e la loro importanza è tale che non possono essere ignorate nello stabilire le strategie da utilizzare nel mercato internazionale. La difficoltà maggiore consiste nel comprendere e accettare le diversità culturali senza cadere in stereotipi o generalizzazioni negative. L’ideale sarebbe poter trarre il meglio di ogni cultura, evitando gli aspetti negativi, proprio come nella citazione a inizio pagina, ma non si può parlare di buono o cattivo riferendosi ad un gruppo culturale particolare. Le differenze culturali esistono, ma non vi sono ragioni per poter giudicare una particolare cultura come globalmente superiore o inferiore ad un’altra. Di fondamentale importanza è lo sviluppo della consapevolezza culturale: in particolar modo conoscere la propria cultura è il primo passo per poter aprirsi efficacemente ad altre culture. Il concetto sostenuto nella seguente tesi è che solo la conoscenza della relatività di ogni cultura costituisce la base per la comprensione della diversità. Comprendere non significa accettare pienamente i diversi modelli culturali rinunciando ai propri, ma conoscere, rispettare e accettare l’esistenza di modelli culturali in taluni casi anche migliori di quelli con la quale si è cresciuti. 1 Si tratta di un modo di dire, della quale non si conosce la fonte.

Laurea liv.I

Facoltà: Facolta di Lettere e Filosofia e Facoltà di Scienze Politiche

Autore: Fabiola Noris Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4268 click dal 01/04/2009.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.