Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie innovative alla base della piramide: proposta di un framework per la creazione e distribuzione equa di valore tra gli stakeholder

Obiettivo della presente ricerca è di pervenire alla proposta di un possibile modello di business, applicabile ai mercati alla base della piramide, basato sul coinvolgimento sequenziale delle cinque categorie fondamentali di stakeholder attraverso un processo logico in grado di distribuire equamente il valore creato tra gli attori coinvolti.
Nella prima parte del lavoro è stata effettuata un’analisi di revisione di due filoni letterari ispirati a due teorie apparentemente in contrasto riguardo la ragione di esistenza dell’azienda nella società: la Stakeholder theory e la Value Innovation theory; in seguito è stato proposta le teoria Bottom of the Pyramid, il cui principale esponente è C.K. Prahalad, come possibile sintesi delle due precedenti.
Nella seconda parte sono stati presi in esame alcuni casi di iniziative economiche di successo intraprese nei paesi poveri o in via di sviluppo, con particolare riferimento a due multinazionali, Unilever e Nestlè.
Dall’analisi comparativa dei casi trattati è emersa la tendenza da parte delle aziende di coinvolgere nelle loro iniziative economiche un numero sempre maggiore di attori, cercando di instaurare con essi relazioni che creino valore condiviso.
Infine, nell’ultimo capitolo, è stato proposto un framework di analisi qualitativa che prevede la creazione di un modello di business caratterizzato dal coinvolgimento delle cinque categorie fondamentali di stakeholder, attraverso un processo che segue una precisa sequenzialità e che ha l’obiettivo di creare iniziative economiche, basate su relazioni “dare-avere”, il cui valore creato sia equamente distribuito tra gli attori coinvolti.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Obiettivo e metodologia della ricerca Obiettivo della presente ricerca è di pervenire alla proposta di un possibile modello di business, applicabile ai mercati alla base della piramide, basato sul coinvolgimento sequenziale delle cinque categorie fondamentali di stakeholder attraverso un processo logico in grado di distribuire equamente il valore creato tra gli attori coinvolti. Per raggiungere tale obiettivo è stata inizialmente effettuata una revisione della letteratura rilevante, con particolare riferimento alle teorie di Stakeholder e di Value innovation; è stato successivamente proposta la teoria Bottom of the Pyramid, il cui maggiore esponente è C.K. Prahalad, come possibile sintesi tra le due teorie precedenti. In seguito sono stati analizzati diversi business case, con particolare riferimento a due multinazionali, Unilever e Nestlè. Nell’ultimo capitolo è stato infine proposto il modello di business che rappresenta l’obiettivo della ricerca.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Pedro Citaristi Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2234 click dal 14/07/2009.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.