Skip to content

Sistemi di gestione integrati dei processi per la produzione di latte alimentare

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Bonaccorso
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agroalimentari
  Relatore: Biagio Fallico
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 154

La trattazione delle tematiche verrà sviluppata nei successivi quattro capitoli. Il primo capitolo, è incentrato sull’analisi della norma ISO 22000, è stata effettuata una analisi dei requisiti, degli obiettivi, delle relazioni con la norma ISO 9001 e i vantaggi che si ricavano della sua applicazione. Nel secondo capitolo è stato analizzato il Global Standard for Food Safety, in cui sono stati descritti i benefici che una azienda alimentare riceve dall’applicazione dello standard, una descrizione dettagliata dei requisiti Fondamentali ed infine le modalità di gestione delle non conformità rilevate durante un audit. Il terzo capitolo riguarda l’International Food Standard, in cui vengono considerati i benefici della sua applicazione, una descrizione approfondita dei requisiti K.O. e le modalità di valutazione di una azienda sottoposta ad audit. Nel quarto ed ultimo capitolo viene descritto lo scopo del seguente lavoro di tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione  La qualità nel settore alimentare  La gestione della qualità, viene intesa sempre più come uno strumento per migliorare le relazioni sia all’interno di una struttura organizzativa che all’esterno con fornitori e clienti. Essa si è progressivamente trasformata in una leva strategica utilizzata per incrementare il vantaggio competitivo delle imprese che operano all’interno del proprio contesto. In tale direzione la certificazione del sistema di gestione della qualità ha assunto una notevole importanza: ne sono testimonianza i dati raccolti non solo a livello nazionale ma anche europeo, che indicano come tale certificazione non sia più riservata ad un numero limitato di imprese ma, interessi sempre un maggiore numero di aziende, alcune di esse realtà di notevole rilevanza, ben presenti sul mercato nazionale ed internazionale (33) . La comparsa di modelli di gestione nel settore agroalimentare è scaturito dalle dinamiche legate alla globalizzazione dei mercati e per la migrazione delle popolazioni, che hanno determinato un progressivo innalzamento del livello di rischio della sicurezza igienica degli alimenti. Nel corso degli ultimi anni, con l’espansione del commercio alimentare (22-23) , il rischio di consumare alimenti contaminati è aumentato, ricordiamo diversi incidenti tra i quali la BSE, la contaminazione da diossine nelle carni avicole, l’influenza aviaria, ecc., tutto ciò ha dimostrato una scarsa applicazione delle norme da parte degli Stati Membri e carenze nei sistemi di controllo sui prodotti alimentari e sui processi ad essi associati, oltre che sulla provenienza delle relative forniture (8) . Alcune riviste specializzate nel settore alimentare hanno pubblicato una indagine effettuata sulla qualità dei prodotti industriali (18) , per sensibilizzare i consumatori sul concetto di qualità (47) . Queste malattie di origine alimentare per la salute pubblica hanno rappresentato una sfida per i paesi sviluppati (48) , e per questo motivo la Commissione Europea è stata indotta ad avviare una revisione della normativa sulla Sicurezza Alimentare le cui conclusioni finali sono state riassunte in due documenti principali: il “Libro verde” che definisce i principi generali della legislazione alimentare dell’Unione Europea e il “Libro Bianco sulla Sicurezza Alimentare” (32) . I primi risultati si sono avuti con lo sviluppo del sistema HACCP sviluppato in relazione ai requisiti del Codex Alimentarius (25) , ed è divenuto il metodo universalmente riconosciuto per migliorare la sicurezza alimentare (26) , poiché il suo obiettivo è quello di individuare i pericoli prima che si verifichino (27) nel corso della trasformazione attraverso la definizione dei Punti Critici di Controllo (28) . Successivamente con l’emanazione del Regolamento 178/2002 (49) che stabilisce i principi e i requisiti generali della Sicurezza Alimentare, viene istituito l’obbligo della rintracciabilità in tutte le fasi della filiera alimentare (6) . Nel 2004 è stato introdotto a livello comunitario il cosiddetto “Pacchetto igiene”, un complesso di quattro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi