Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'espressione regolata della proteina NCOA4 nel sistema T_REX e gli effetti sulla crescita cellulare

la proteina NCOA4 è un regolatore negativo della replicazione del DNA, infatti è in grado di inbire l'azione elicasica del complesso MCM2-7 (inizialmente dimostrato negli estratti di uova di Xenopus Laevis); inoltre è frequentemente riarrangiata nei carcinomi Tiroidei , omodimerizza tramite dominio Coiled-coil, ed è un coattivatore del recettore degli androgeni e di PPARγ (Motivi FxxLF e LxxLL). Nel mio lavoro di tesi è stato dimostrato che NCOA4 è un inbitore della replicazione del DNa anche nelle cellule di Mammifero infatti L’ OVERESPRESSIONE DI NCOA4 OTTENUTA IN CELLULE HeLa-NCOA4 MP1 CAUSA :RIDUZIONE DELLA CRESCITA CELLULARE, ACCUMULO IN FASE G1 DEL CICLO CELLULARE, DIMINUZIONE DELLA SINTESI DEL DNA

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. INTRODUZIONE 1.1 Cancro della tiroide Il cancro viene definito neoplasia maligna ed è caratterizzato da una crescita incontrollata e abnorme di cellule con perdita di differenziazione, perdita di adesività al substrato, proliferazione indipendente da stimoli esterni e un aumento di sopravvivenza. Le cellule acquisiscono queste caratteristiche grazie a mutazioni di particolari geni che sostengono una proliferazione e sopravvivenza incontrollata, inducono neo-angiogenesi cioè la formazione di nuovi vasi, portano all’invasione dei tessuti circostanti e alle metastasi, tumori secondari che si generano a distanza dal tumore primario tramite diffusione di cellule tumorali nel torrente circolatorio. Il cancro quindi è una malattia causata da mutazioni che colpiscono 1) geni a funzione oncogena che svolgono una funzione di controllo positivo della crescita e della sopravvivenza cellulare e la cui attività è costitutivamente accesa nei tumori; 2) geni a funzione oncosoppressoria che invece hanno un effetto negativo sulla crescita cellulare o sono stimolatori della morte cellulare e la cui funzione è spesso persa nei tumori. Affinchè una cellula normale si trasformi in tumorale ci deve essere un aumento di funzione degli oncogeni generata da mutazioni dominante in un singolo allele e una perdita della funzione degli oncosoppressori in seguito a

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Nicola Di Nardo Contatta »

Composta da 35 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 676 click dal 29/07/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.