Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla fuga all'integrazione. Processi di inclusione sociale dei rifugiati nella città di Agrigento

I flussi migratori in continuo aumento hanno condotto sulle coste italiane migliaia di persone alla ricerca di migliori prospettive di vita. Queste persone vengono identificate con un unico termine "immigrati", è necessario invece porre particolare attenzione a coloro che abbandonano il proprio paese di origine insieme agli affetti più cari, per motivi di persecuzione o di violazione dei diritti fondamentali dell'uomo, queste persone identificate dalla Convenzione di Ginevra come rifugiati meritano un trattamento attento ai vissuti dolorosi di chi molto spesso porta ancora sul corpo i segni di torture brutali e cerca in altri paesi del mondo asilo. l'aumento della presenza dei rifugiati sul territorio richiede un modello di intervento adeguato ai traumi vissuti da queste persone che con difficoltà riescono ad integrarsi in un nuovo contesto di vita.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA La motivazione che ha guidato la mia scelta di attenzionare la condizione dei rifugiati e i richiedenti asilo come oggetto della mia tesi, è nata in seguito all’esperienza vissuta grazie al tirocinio professionale. I due anni di tirocinio effettuati presso il Centro di Ascolto e di Accoglienza S.G.M. Tomasi ONLUS di Agrigento, mi sono stati utili in quanto mi hanno permesso di acquisire le competenze professionali osservando più da vicino e con maggiore spirito critico, il fenomeno migratorio, con particolare riguardo alle problematiche vissute dai rifugiati e richiedenti asilo. Avere condotto l’esperienza professionale a stretto contatto con questa realtà, fino a quel momento conosciuta soltanto attraverso i media, che talvolta danno un’immagine distorta, mi ha sollecitato ad approfondire il fenomeno, già vissuto dagli stessi italiani, molti dei quali oggi si ostinano a discriminare gli immigrati, pur avendo condiviso la stessa triste esperienza, seppur con dinamiche differenti. 5

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valeria Morreale Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2201 click dal 08/09/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.