Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gioco e impresa: la storia dell'Internazionale Football Club

Il mio lavoro ha come obiettivo quello di mostrare l'ascesa economica che il mondo del calcio ha fatto registrare nella sua storia centenaria. Attraverso il caso dell'Inter viene infatti tracciata l'evoluzione di questo mondo dal semplice gioco a vero e proprio business.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Cap 1: La nascita del calcio 1.1 Le origini del calcio Non è possibile sostenere, com'è stato fatto, che il gioco del calcio derivi direttamente da uno dei numerosi giochi con il pallone praticati nell'antichità. È vero invece che le notizie di giochi simili al calcio moderno sono numerose e provenienti da luoghi ed epoche diverse. Un antico gioco con la palla era praticato già in Giappone verso il secolo XI a. C. Nello stesso periodo in Cina era molto diffuso il tsu-chu (letteralmente: palla di cuoio sospinta dal piede), che impiegava un pallone ripieno di capelli femminili e porte chiuse da una rete. Il tsu-chu nel 500 a. C. faceva inoltre parte del programma di addestramento dell'esercito cinese. Un manoscritto del 50 a. C., conservato a Monaco, attesta l'introduzione del tsu-chu in Giappone e la disputa d'incontri internazionali tra le squadre dei due Paesi. Omero ci ha tramandato la prima cronaca di una partita col pallone giocata in un Paese mediterraneo. In Grecia si affermò più degli altri l'episkyros, che a Roma divenne harpastum ed era giocato soprattutto dai soldati. Marziale descrisse due tipi di pallone usati ai suoi tempi: la pila paganica (adoperata specialmente dai contadini) fatta di cuoio e piena di piume e la follis, sempre di cuoio ma con camera d'aria costituita da una vescica. Nel Medioevo i giochi con il pallone furono soprattutto espressione dell'antagonismo tra villaggi o tra fazioni dello stesso villaggio: perse le regole dell'antichità, obbedivano da luogo a luogo a norme diverse. Enrico II d'Inghilterra proibì ogni forma di calcio allora praticata per l'eccessivo entusiasmo provocato. Una cronaca londinese del 1175,

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Saverio Provenzano Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5914 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.