Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Controllo automatico coordinato di autoveicoli

Studi recenti hanno dimostrato che il controllo longitudinale di un plotone di autoveicoli è in grado di aumentare la capacità della rete stradale mantenendo allo stesso tempo la distanza di sicurezza tra i veicoli.
Questo lavoro di tesi analizza la possibilità di ridurre gli incidenti che coinvolgono pedoni o altri utenti vulnerabili della strada (VRUs), come ciclisti o motociclisti, dotando il sistema di controllo dei veicoli del plotone della capacità di individuare ed evitare una collisione futura.
Il sistema di controllo proposto in questa tesi garantisce il mantenimento della distanza di sicurezza tra veicoli, e come novità rispetto ad altri approcci tradizionali, di evitare la collisione con i VRU presenti sulla strada.
Lo schema di controllo è realizzato attraverso un supervisore che, sulla base dei dati attualmente disponibili, sceglie quale è la modalità di controllo più appropriata per il veicolo gestendo lo switch tra dei controllori di basso livello.
La tecnica di controllo utilizzata è la cosiddetta metodologia di controllo sliding mode che è particolarmente appropriata per gestire le incertezze e i disturbi tipici delle applicazioni automotive.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Introduzione 1.1 La congestione del traffico stradale Laretestradaleurbanasperimentaquotidianamentesituazionidicrescen- te congestione di traffico durante le ore di picco. In ogni periodo ` e possibile trovare sulle autostrade dei tratti soggetti a frequenti blocchi di traffico e a situazioni di forti rallentamenti che aumentano notevolmente i tempi di viaggio. La situazione diventa critica durante gli esodi nei periodi di vacanze in cui milioni di persone viaggiano generando traffico e code su lunghi tratti della rete viaria come in Fig. 1.1. Mentre nelle normali condizioni di traffico stabile, la capacit` a di traffico Figura 1.1: Coda di macchine in autostrada 5

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Claudio Vecchio Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 477 click dal 05/04/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.