Skip to content

Studi lichenologici in Piemonte. Acquisizione, valorizzazione ed informatizzazione di dati storici ed attuali

Informazioni tesi

  Autore: Deborah Isocrono
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Naturali
  Relatore: Franco Montacchini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 295

In questa ricerca sono stati reperiti e analizzati 8000 dati di campo, bibliografici e d'erbario al fine di effettuare valutazioni sulla diversità biologica delle comunità licheniche in Piemonte.
Per la loro gestione è stato realizzato un database, interfacciabile con il web, elaborato tenendo conto delle problematiche connesse all'archiviazione di dati biologici e valutando gli standard già disponibili.
È stata avviata per la prima volta, un'analisi organica del cospicuo patrimonio lichenico storico conservato presso il Dipartimento di Biologia Vegetale di Torino. Le estese raccolte in campo hanno invece fornito materiale sufficiente per allestire la sezione attuale delle Collezioni lichenologiche dell'Herbarium Universitatis Taurinensis e di realizzare, estrapolando circa trecento campioni, il primo nucleo dell'Erbario di consultazione, indispensabile strumento per scopi scientifici e didattici.
L'elaborazione delle informazioni originali, unitamente a quelle bibliografiche e d'erbario, ha permesso di giungere ad una prima sintesi relativa alla presenza e distribuzione dei licheni sulle Alpi (catalogo critico dei licheni del Piemonte ) e di fornire preziose indicazioni per la salvaguardia e la gestione del medesimo.
Sono stati inoltre affrontati aspetti applicativi con la valutazione, mediante la componente lichenica epifita, il grado di naturalità/antropizzazione della Provincia di Torino esaminando in campo 265 stazioni per un totale di 804 rilievi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
9 PREMESSA I licheni, ad una sommaria osservazione dell’ambiente, passano spesso inosservati o possono venir percepiti come fattori di disturbo dell’immagine naturale di un tronco d’albero o di una parete rocciosa. Questi organismi, diffusi su una gamma estremamente vasta di substrati, contribuiscono con la loro vocazione pioniera a garantire elevati livelli di diversificazione biologica anche alle condizioni più estreme meno favorevoli all’insediamento di altri tipi di organismi. La conoscenza delle risorse di un territorio è di estrema importanza per la sua valorizzazione, tutela e conservazione. Nel valutare le caratteristiche di un ambiente e le possibilità di intervento e di salvaguardia, occorre considerare, tra i molti aspetti, anche la valenza culturale data dalla diversità biologica delle comunità licheniche. La raccolta dei dati, fase essenziale in un approccio di questo tipo, non può prescindere dalla loro organizzazione sia per una migliore fruizione del patrimonio disponibile sia per costituire una base di dati utilizzabili successivamente per indagini di base o applicative. Per questo motivo la prima parte della presente ricerca è stata dedicata alla realizzazione di un sistema per la gestione delle informazioni lichenologiche sia storiche sia di recente acquisizione. La seconda parte concerne la raccolta ed elaborazione di dati per la compilazione di un catalogo dei licheni piemontesi e la valorizzazione del patrimonio di collezioni lichenologiche presente presso il Dipartimento di Biologia Vegetale dell’Università di Torino. A seguito di un’analisi delle metodiche e dei problemi relativi all’archiviazione di dati biologici e di una verifica degli standard utilizzabili, è stato progettato un database confacente alle esigenze di catalogazione dei licheni e alle principali linee di ricerca messe in atto presso il Dipartimento di Biologia Vegetale dell’Università di Torino. Il progetto è stato poi tradotto in pratica e la sua validità verificata con i dati raccolti nella seconda parte dello studio. E’ stato in seguito affrontato un lavoro di reperimento ed organizzazione delle fonti bibliografiche ad oggi note per la Regione Piemonte ed un censimento delle collezioni lichenologiche storiche dell’Herbarium Universitatis Taurinensis (TO). La consistenza di questo Erbario è stata stimata in circa 21.000 campioni, l’analisi di un primo nucleo di exsiccata ha permesso di censire le Collezioni ivi contenute e di valutare, per la prima volta, la reale consistenza e importanza di questo patrimonio. Le informazioni raccolte si rivelano di grande utilità per la valorizzazione delle Collezioni e la successiva gestione dell’Erbario. Dall’analisi dei dati bibliografici e d’erbario è emerso che la flora lichenica del territorio piemontese non è mai stata indagata in modo completo in tempi recenti. Le informazioni alle quali si può fare riferimento appartengono per lo più al secolo passato o trattano argomenti differenti dalle indagini floristiche di base. La situazione che si

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

archiviazione di dati biologici
comunità licheniche
erbari
geobotanica
licheni
lichenologia
monitoraggio biologico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi