Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Linguaggio e strategie comunicative della newsletter. L'impresa diventa notizia.

Obiettivo principale di questa tesi di laurea è studiare il linguaggio e le strategie comunicative che l’impresa/ente adotta in una campagna di permission marketing.
L’esposizione della tesi, vuole essere un tentativo di presentare la newsletter interpretandola appunto come riflesso non solo del mittente ma anche e, soprattutto, del destinatario a cui è rivolta

Mostra/Nascondi contenuto.
vii INTRODUZIONE Obiettivo principale di questa tesi di laurea è studiare il linguaggio e le strategie comunicative che l’impresa/ente adotta in una campagna di permission marketing. Dopo una breve introduzione sul significato e le caratteristiche di questa specifica branca del marketing, la trattazione procederà, nel primo capitolo, attraverso la presentazione della newsletter quale strumento comunicativo principale delle attuali operazioni di e-mail marketing. Ponendo l’accento sugli obiettivi, sul target e sulla struttura di una generica campagna di newsletter, si spiegheranno le differenze sostanziali tra questa ed il fenomeno dello spamming sulla base di una rapida esposizione delle normative italiane in vigore per il rispetto della privacy ed il trattamento dei dati personali dell’utenza. La stesura del secondo capitolo è dedicata alla rilevanza che ricoprono la scrittura ed il contenuto del messaggio che la newsletter si propone di promuovere. Dopo un breve accenno alle caratteristiche della scrittura per il web, verranno presentate quattro tipologie di newsletter: B2B – business to business, rivolta alle imprese – , B2C – business to consumer, l’impresa parla al consumatore – , la newsletter di una pubblica amministrazione ed, infine, la newsletter di un ente non profit di levatura internazionale. Le diverse caratteristiche dei destinatari ci permetteranno di mettere in rilievo come la newsletter adatti il suo linguaggio, oltre la scelta del contenuto, all’universo di appartenenza del target selezionato. Si affronteranno poi le tematiche relative al formato, al layout e la grafica, dimostrando come, anche questi aspetti formali siano sfruttati per garantire l’efficacia comunicativa della newsletter. La trattazione del fenomeno dello spamming va di pari passo con l’argomento della tesi: la stesura del testo della newsletter, infatti, non può

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Francesca Antimi Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2543 click dal 21/02/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.