Skip to content

Strategie e pianificazione nelle situazioni di crisi aziendale. Il caso Airvallée.

Informazioni tesi

  Autore: Sabrina Cesari
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Matteo Giuliano Caroli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 277

La crisi aziendale rappresenta uno stadio negativo del ciclo di vita di un’azienda nel corso del quale, alcuni segnali informano il management dell’esistenza di possibili complicazioni nel corretto funzionamento dell’azienda o del gruppo. Tali segnali, se tralasciati, diventano veri e propri allarmi, se invece sono affrontati con opportune azioni di strutturazione, si trasformano in reali opportunità di rilancio e successivamente anche di sviluppo.La crisi aziendale si presenta come uno stato di instabilità, più o meno grave, derivante da forti perdite economiche e di valore del capitale, da forti squilibri nei flussi finanziari, dall’insolvenza finanziaria e quindi dal dissesto. Essa comporta un aggravamento degli squilibri economici e finanziari che è percepito pienamente dall’esterno ed è un fenomeno quasi sempre irreversibile senza preventive efficaci azioni o consistenti interventi esterni.
La crisi aziendale è ascrivibile a fattori di natura esterna ed interna alla società: è possibile, pertanto, individuare situazioni di crisi a matrice esterna, in cui l’impatto di fattori al di fuori del controllo imprenditoriale risulta particolarmente determinante e situazioni di crisi a matrice interna, nelle quali gli errori strategici e organizzativi compiuti dal management aziendale costituiscono il fattore primario del dissesto. L’individuazione dei punti di forza e di debolezza e delle cause che hanno generato lo stato di crisi, deve procedere attraverso l’analisi della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell’azienda. A tal proposito lo strumento di analisi cui far ricorso è la cosiddetta analisi di bilancio per indici e flussi.
La crescente diffusione di crisi riguardanti le imprese di media e medio grande dimensione ha stimolato la ricerca di soluzioni in grado di fronteggiare con maggiore efficienza ed efficacia, rispetto al ricorso alle consuete procedure concorsuali, le problematiche delle imprese che versano in situazioni di patologico svolgimento della gestione. A questo proposito lo strumento cui fare ricorso è il piano di risanamentoche necessita di un percorso articolato in alcune fasi fondamentali, all’interno del quale gli obiettivi sono rappresentati dalla volontà di procedere a fronteggiare la crisi, a riequilibrare l’azienda ed ad avviare un processo di sviluppo e di espansione dell’impresa.
Negli ultimi anni condizioni di congiuntura internazionale e la concorrenza sempre più agguerrita dei paesi in via di sviluppo hanno comportato la crisi non solo di numerosi settori produttivi, ma anche di aziende fornitrici di serviziDiversi sono i fattori che hanno provocato tale situazione. Innanzi tutto la liberalizzazione del settore, dapprima negli Stati Uniti, poi in Canada e successivamente nella Comunità Europea, l’avvento e successivamente la crescita delle compagnie low cost, gli avvenimenti terroristici dell’11 settembre 2001 e l’aumento del prezzo del carburante.I suddetti fattori hanno comportato e stanno oggi ancora favorendo la permanenza del settore aereo, in uno stato di crisi in forza del quale il mercato e, in generale, l’economia mondiale continuano a dare segnali ambigui nella risoluzione dei problemi di sofferenza industriale e commerciale.
Le compagnie di bandiera, per superare la crisi, si sono indirizzate verso soluzioni, a livello di grande bacino di utenza, quali alleanze, interventi statali, migliore uso degli scali e riduzione dei costi di servizi di terra. La stessa strategia, tuttavia, non può essere adottata dalle compagnie di trasporto locale che, pur rappresentando oggi un importante segmento imprenditoriale, devono intraprendere azioni circoscritte nel proprio sistema territoriale.Queste motivazioni hanno condotto a ritenere significativo l’esempio di una compagnia aerea “di nicchia” come l’Airvallée, nata nel 1987, che si è recentemente vista costretta non solo ad affrontare problemi economici e finanziari, ma soprattutto a dover sopportare, senza possibilità di incidere in alcun modo, gli effetti di situazioni di crisi economico-mondiale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nel corso dell’ultimo decennio i casi di patologia aziendale hanno subito, in tutte le economie avanzate, una forte accentuazione. Il carattere distintivo delle crisi aziendali degli ultimi anni non è costituito solo dalla loro diffusione e pervasività: rispetto a quelle del passato, esse, infatti, si rivelano anche più complesse nei tempi, nei modi di manifestazione, nelle soluzioni adottate per il loro fronteggiamento. La crisi aziendale rappresenta uno stato di grave instabilità derivante da forti perdite economiche e di valore del capitale, da forti squilibri nei flussi finanziari, dalla caduta della capacità di funding esterno, dall’insolvenza finanziaria e quindi dal dissesto. La crisi comporta un aggravamento degli squilibri economici e finanziari che viene percepito pienamente dall’esterno ed è un fenomeno quasi sempre irreversibile senza consistenti interventi esterni. La crisi aziendale può essere ascrivibile a fattori di natura esterna ed interna alla società: è possibile, pertanto, separare situazioni di crisi a matrice esterna, in cui l’impatto di fattori al di fuori del controllo imprenditoriale è particolarmente determinante, da situazioni di crisi a matrice interna, nella quali gli errori strategici compiuti dal management aziendale costituiscono il fattore primario del dissesto. I fattori esterni sono riconducibili principalmente al settore ambiente e mercato che possono generare un clima di sfiducia nei confronti della società da parte delle banche e fornitori, producendo un significativo rallentamento dell’attività aziendale; i fattori interni, invece, possono essere ricondotti al profilo organizzativo e manageriale dell’impresa, a 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi aziendale
crisi aziendali
gestione crisi azienda

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi