Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La posta elettronica certificata

Le amministrazioni pubbliche hanno avviato un processo di trasformazione e modernizzazione attraverso la diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione ( Information and Communication Technology, cosiddetto ICT), nella considerazione che il rapporto con i cittadini non può svilupparsi senza la messa a disposizione delle informazioni, e che l’evoluzione della società gradualmente obbliga la pubblica amministrazione ad erogare servizi in modo sempre più efficace. La finalità, senz’altro ambiziosa, è di dotare le pubbliche amministrazioni di un sistema completamente digitalizzato, in linea con i continui sviluppi dei servizi tematici ed informatici, in grado di contemperare le esigenze di certezza e trasparenza con quelle di celerità, efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa. Nell’ambito di tale contesto si inserisce la novità introdotta con il DPR 68/2005 e le normative successive, lo strumento della Posta Elettronica Certificata, il quale attribuisce al cittadino ovunque si trovi, con un semplice click, di comunicare immediatamente e con valore giuridico, messaggi in formato elettronico sia con la pubblica amministrazione sia tra i privati stessi, usufruendo dei servizi messi a disposizione dai gestori delle caselle di posta certificata.
Tale provvedimento permette di conferire valore giuridico alla trasmissione dei documenti prodotti per via telematica, in particolare sono regolati di due momenti fondamentali nella trasmissione: l’invio e la ricezione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. La nascita e il consolidarsi anche nel nostro paese di un nuovo modello di società, la cosiddetta Società dell’Informazione, caratterizzata da una continua e rapida evoluzione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ha avuto la capacità di incidere sulle attività e sui comportamenti degli individui e delle imprese, nonché sugli eventi sociali, economici e politici della società stessa. L’affermarsi di questo nuovo modello di società con i notevoli vantaggi che ne derivano ai cittadini, alle imprese e alle istituzioni, rappresenta un importante traguardo, e al contempo il punto di partenza per quel cambiamento organizzativo e gestionale della pubblica amministrazione. Con il predominio della rete telematica e informatica, di fatto, non vi è attività pubblica, esercizio di pubbliche potestà, prestazioni di servizi e quant’altro attiene alla stessa organizzazione, o riorganizzazione funzionale, delle strutture pubbliche che non sia interessata dalla rivoluzione informatica. E’ maturata nel nostro paese la consapevolezza sull’importanza dell’innovazione digitale per la competitività e lo sviluppo economico e sociale. Le amministrazioni pubbliche hanno avviato un processo di trasformazione e modernizzazione attraverso la diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione ( Information and Communication Technology, cosiddetto ICT), nella considerazione che il rapporto con i cittadini non può svilupparsi senza la messa a disposizione delle informazioni, e che l’evoluzione della società gradualmente

Tesi di Master

Autore: Domenico Cheli Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4886 click dal 23/03/2010.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.