Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

The Picture of Dorian Gray: un viaggio attraverso la lingua

La tesi presenta la traduzione con testo a fronte di alcuni capitoli (la prefazione e gli ultimi quattro capitoli) del famoso romanzo di Oscar Wilde "The Picture of Dorian Gray" corredata da un'accurata analisi traduttologica con tutte le problematiche incontrate in sede di traduzione e tutti gli aspetti della trduzione letteraria. A tale analisi si aggiunge quella comparativa con la traduzione di Raffaele Calzini del 1959 per la Mondadori.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE L’uomo si comporta come se fosse lui a forgiare e a dominare la lingua, mentre è la lingua invece che resta la padrona dell’uomo.[…]Giacché di fatto è la lingua a parlare. 1 Nessun problema è tanto intimamente connesso alla letteratura e al suo modesto mistero quanto quello posto da una traduzione. 2 Letteratura, traduzione e arte sono indissolubilmente legate e costituiscono il filo conduttore delle pagine che seguono. Il lavoro svolto è infatti incentrato sull’attenta lettura, studio e analisi dell’opera di Oscar Wilde, The Picture of Dorian Gray, romanzo pubblicato originariamente nel 1890 sul Lippincott's Monthly Magazine e successivamente ampliato nel 1891 con la prefazione ed edito sulla rivista The Fortnightly Review per rispondere alle polemiche sollevate dall’opera. La storia, ambientata nella Londra del XIX secolo, si apre nello studio di Basil Hallward, pittore di talento e dotato di grande sensibilità. Suoi ospiti sono Lord Henry Wotton e il giovane amico Dorian Gray che catturerà subito l’attenzione di Basil, tanto che sarà ammaliato a tal punto da realizzare per lui uno splendido ritratto di una somiglianza impressionante con l’originale. Dorian, adulato dal pittore e influenzato dai discorsi e dalla condotta di vita di 1 G. Steiner, Dopo Babele. Aspetti del linguaggio e della traduzione, Milano, Garzanti, 1994, p. 3. 2 ibidem, op. cit. p.3.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Mariacristina Adorante Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4362 click dal 02/04/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.