Skip to content

Determinanti ed obiettivi delle concentrazioni bancarie in Italia e gli effetti nel rapporto con le imprese

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Zaganella
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Annamaria Bruno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 351

L'industria bancaria mondiale sta attraversando una fase di profonda trasformazione e con essa tutti gli aspetti dell'attività bancaria. Il sistema bancario italiano non fa eccezione a questo fermento. In esso le concause della globalizzazione dei mercati finanziari e dell'avvento dell'Euro si collegano (come in molti altri paesi) a cause interne che hanno profondamente modificato il contesto in cui le banche erano abituate ad operare fino a pochi anni fa. La prima causa di cambiamento del sistema è stata la deregulation, cioè l'allentamento o la pressoché totale eliminazione dei controlli dirigistici delle autorità monetarie. La seconda causa di cambiamento è venuta dal rapido mutare del quadro giuridico di riferimento che ha visto in pochi anni l'emanazione di un Testo Unico sull'intermediazione bancaria (1993) e di un Testo Unico sui mercati finanziari (1998). La terza causa di cambiamento si è avuta dalle "privatizzazioni", in particolare nel settore bancario ricordiamo quelle del Credit, della Comit, del Banco di Roma, del San Paolo, della Cariplo e della BNL, che sono passate dal controllo pubblico ad un azionariato privato, con tutto ciò che questo mutamento comporta in termini di obiettivi del management e di aumento della concorrenza nell'intero sistema. La quarta causa di cambiamento è venuta con la firma dei parametri di Maastricht che imponevano all'Italia un regime di bassa inflazione. Un'ultima causa di cambiamento, ma non per importanza, è evidenziabile nell'evoluzione della domanda della clientela. Tutte queste cause fin qui delineate hanno generato operazioni di fusione, di acquisizioni e di scambi di pacchetti azionari che hanno modificato profondamente l'industria bancaria italiana in questi ultimi anni. L'individuazione e l'analisi delle determinanti esterne e degli obiettivi che le banche perseguono nello sviluppo di questo processo concentrativo, nonché i mutamenti che genera nel rapporto con le imprese, sono l'oggetto della presente dissertazione. In particolare il lavoro si compone di tre parti. Nella prima parte verranno analizzate quelle che sono state individuate come le determinati del processo concentrativo: nel capitolo I si tratterà della globalizzazione dei mercati finanziari e nel capitolo II si tratterà dell'impatto dell'Euro sul sistema bancario e finanziario; in entrambi si farà particolare riferimento agli effetti di tali determinanti sul sistema bancario italiano. La seconda parte si presenta più articolata: nel capitolo III verranno analizzate le tipologie di concentrazione bancaria, gli obiettivi e le motivazioni poste alla base di tali processi ed infine le economie di scala e di diversificazione; nel capitolo IV si aprirà una panoramica dettagliata delle recenti operazioni di concentrazione avvenute negli USA, in Europa e in Italia; nel capitolo V verrà trattata la normativa bancaria con particolare riferimento alle concentrazioni bancarie e all'antitrust; infine nel capitolo VI verrà analizzato l'effetto delle concentrazioni bancarie sul rapporto banca-impresa. Nella terza ed ultima parte verranno trattati due recenti casi pratici di operazioni di concentrazione bancaria: nel capitolo VII la fusione SanPaolo- IMI e nel capitolo VIII l'operazione Unicredito Italiano. Per entrambe sono state evidenziate le modalità operative dell'operazione, ma anche le strategie di sviluppo nei vari settori di attività sui quali intendono focalizzarsi (in particolare le strategie verso le imprese), la nuova organizzazione conseguente alla fusione, le economie di scala e di scopo conseguibili e gli obiettivi in termini di ROE, cost to income ratio e creazione del valore per gli azionisti. Nel capitolo conclusivo infine sarà analizzata da vicino la strategia dell'aumento dimensionale, cercando di smentire anche delle affermazioni contrastanti al riguardo, si farà un cenno all'importanza dell'integrazione delle culture nell'operazione di concentrazione e verranno evidenziati gli obiettivi di creazione del valore, con un monito finale sulle future operazioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L'industria bancaria mondiale sta attraversando una fase di profonda trasformazione e con essa tutti gli aspetti dell'attività bancaria. Le principali cause sono dovute: all'aumento della competizione dei mercati bancari, alla comparsa di nuovi concorrenti, all'impatto delle nuove strutture distributive e della tecnologia sui processi, alla riduzione della regolamentazione che è diventata meno protettiva, alle pressioni competitive del mercato dei capitali in seguito alla diffusione della securitization ed infine alla pressione alla riduzione dei costi e all'aumento della redditività e dell'efficienza. Questi elementi sembrano aver messo in moto meccanismi complessi, capaci di modificare in profondità assetti istituzionali consolidatisi in decenni di storia finanziaria: nel settore dei servizi finanziari sono state realizzate più fusioni e acquisizioni dal 1997 ad oggi che nei dieci anni precedenti. Sono divenuti ormai frequenti gli annunci pubblici di concentrazioni aziendali, di accordi, di scambi di pacchetti azionari, di alleanze operative tra aziende anche di Paesi diversi e questo soprattutto nel settore bancario e finanziario in generale. Il processo di consolidamento ha assunto proporzioni rilevanti in molti paesi: principalmente negli Stati Uniti, in Canada e in Giappone, dove l'aspetto caratteristico è stato rilevato nell'elevata dimensione delle operazioni di fusione, tanto che per identificarle si è coniato appositamente il termine di «mega-mergers».

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

assimetrie informative e dimensionali
capitalizzazione di borsa
concentrazione bancaria e rischi di credito
concentrazioni bancarie
deregulation bancaria e finanziaria
economie di scala e di scopo
euro e sistema bancario
fusione sanpaolo imi
fusioni bancarie
globalizzazione mercati finanziari
gruppo bancario unicredito italiano
investment bank
la disciplina antitrust
le holdings bancarie
legislazione bancaria
merchand bank
rapporto banca-impresa
retail e corporate banking
securitization
strategie di gruppo bancario
testo unico in materia finanziaria

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi