Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuovi sistemi costruttivi per un'edlizia più sostenibile

Nel primo capitolo, la definizione di sviluppo sostenibile (sviluppo che soddisfa i bisogni delle persone esistenti senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i loro bisogni, Summit della Terra, Rio de Janeiro, 1992) introduce il grave problema delle emissioni di CO(anidride carbonica), dovute allo smisurato consumo di energie fossili per le 2 attività dell’uomo (riscaldamento, trasporto, energia elettrica, ecc.) e le attività industriali.
Viene quindi proposto l’uso di energie alternative, rinnovabili, che non producono grandi quantitativi di anidride carbonica.
Uno dei settori più inquinanti ed energivori è l’edilizia, in tutte le fasi del ciclo di vita
dell’edificio, nella fase di estrazione delle materie prime, nella produzione, lavorazione e trasporto dei materiali, nell’esecuzione e manutenzione delle opere, nella demolizione e smaltimento. Per ridurre l’inquinamento e il consumo di energia nel settore delle costruzioni esistono delle soluzioni, descritte nel secondo capitolo, da applicare agli edifici in fase di progetto: scelta dei materiali in base alla loro sostenibilità; orientamento degli edifici che permetta lo sfruttamento dell’energia solare per il riscaldamento e l’illuminazione; sfruttamento della ventilazione naturale per il raffrescamento; utilizzo di materiali termoisolanti per ridurre la dispersione termica e risparmiare energia. Nel terzo capitolo vengono descritte due tipologie di sistemi costruttivi degli edifici con i materiali base dell’edilizia, legno e argilla: un sistema innovativo in legno e il sistema tradizionale in blocchi e mattoni di laterizio proponendo varie alternative di prodotti. Alla fine del capitolo un confronto generale tra i due materiali e sistemi costruttivi dà informazioni
sulla loro sostenibilità. Nel quarto capitolo viene proposto un esempio di edificio realizzato con il nuovo sistema costruttivo in legno, del quale viene fatta una descrizione e un’analisi, secondo i principi dell’edilizia sostenibile descritti nel secondo capitolo. L’obiettivo della mia tesi è valutare se il nuovo sistema costruttivo in legno, descritto nel terzo capitolo, è una soluzione sostenibile per la costruzione degli edifici.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 SOMMARIO Questa tesi nasce dal mio interesse per l’edilizia e l’architettura maturato durante gli anni delle scuole superiori (ho frequentato un istituto tecnico per geometri). Non conoscevo bene il tema dell’edilizia sostenibile, ma durante lo sviluppo della tesi mi ha appassionato al punto che nel mio futuro lavorativo vorrei poter progettare edifici che rispondano ai requisiti richiesti dall’edilizia sostenibile, descritti in questa tesi, riguardanti la qualità energetica, la qualità ecologica e l’impatto sull’ambiente. Nel primo capitolo, la definizione di sviluppo sostenibile (sviluppo che soddisfa i bisogni delle persone esistenti senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i loro bisogni, Summit della Terra, Rio de Janeiro, 1992) introduce il grave problema delle emissioni di CO 2 (anidride carbonica), dovute allo smisurato consumo di energie fossili per le attività dell’uomo (riscaldamento, trasporto, energia elettrica, ecc.) e le attività industriali. Viene quindi proposto l’uso di energie alternative, rinnovabili, che non producono grandi quantitativi di anidride carbonica. Uno dei settori più inquinanti ed energivori è l’edilizia, in tutte le fasi del ciclo di vita dell’edificio, nella fase di estrazione delle materie prime, nella produzione, lavorazione e trasporto dei materiali, nell’esecuzione e manutenzione delle opere, nella demolizione e smaltimento. Per ridurre l’inquinamento e il consumo di energia nel settore delle costruzioni esistono delle soluzioni, descritte nel secondo capitolo, da applicare agli edifici in fase di progetto: scelta dei materiali in base alla loro sostenibilità; orientamento degli edifici che permetta lo sfruttamento dell’energia solare per il riscaldamento e l’illuminazione; sfruttamento della ventilazione naturale per il raffrescamento; utilizzo di materiali termoisolanti per ridurre la dispersione termica e risparmiare energia. Nel terzo capitolo vengono descritte due tipologie di sistemi costruttivi degli edifici con i materiali base dell’edilizia, legno e argilla: un sistema innovativo in legno e il sistema tradizionale in blocchi e mattoni di laterizio proponendo varie alternative di prodotti. Alla fine del capitolo un confronto generale tra i due materiali e sistemi costruttivi dà informazioni sulla loro sostenibilità. Nel quarto capitolo viene proposto un esempio di edificio realizzato con il nuovo sistema costruttivo in legno, del quale viene fatta una descrizione e un’analisi, secondo i principi dell’edilizia sostenibile descritti nel secondo capitolo. L’obiettivo della mia tesi è valutare se il nuovo sistema costruttivo in legno, descritto nel terzo capitolo, è una soluzione sostenibile per la costruzione degli edifici.

Laurea liv.I

Facoltà: Agraria

Autore: Lisa Fabris Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6427 click dal 22/04/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.