Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il controllo di gestione nelle imprese di servizi: il caso della Viemme Consulting Srl

Il presente lavoro tratta la tematica del controllo di gestione all'interno della realtà delle imprese di servizi, le quali costituiscono nel contesto economico odierno un insieme piuttosto variegato e diversificato, nonché in continua espansione.

L’analisi si articola in tre capitoli, che si susseguono con un livello di dettaglio crescente.
Nel Capitolo 1 (30 pagg.) viene trattato il controllo di gestione da un punto di vista teorico generale e valido per la generalità delle imprese (delineandone il concetto, la finalità, le fasi, gli strumenti, l'oggetto, gli organi aziendali preposti, le condizioni necessarie a garantirne l'efficacia, i costi e i benefici).

Nel Capitolo 2 (26 pagg.), dopo aver illustrato le principali categorie di imprese di servizi, le caratteristiche di ognuna e le differenze rispetto alle altre, il controllo di gestione viene affrontato in maniera più specifica con riferimento a tali tipologie di imprese. A tal fine vengono inoltre chiarite le principali peculiarità e problematiche del controllo di gestione nelle imprese di servizi (ad esempio, come valorizzare adeguatamente il costo del personale, quali metodologie utilizzare per imputare i costi agli output finali (servizi o clienti), quali driver di ripartizione è più corretto utilizzare per ripartire i costi indiretti).

Infine nel Capitolo 3 (41 pagg.) i concetti teorici del controllo di gestione sviluppati nei primi due capitoli vengono osservati e applicati all’interno di un’impresa di servizi professionali/specialistici, la Viemme Consulting S.r.l., che si occupa di soddisfare le esigenze delle sue imprese clienti attraverso la fornitura di servizi di consulenza aziendale e societaria (in materia contabile, fiscale, del lavoro, amministrativo-gestionale, studi di carattere tecnico e commerciale, ecc.). Del processo di controllo di gestione viene illustrata in particolare la fase iniziale, riguardante le motivazioni che hanno condotto la società a dotarsi di un sistema di controllo, la progettazione e le decisioni assunte in tema di strumentazione da utilizzare, e infine l’implementazione del sistema di controllo di gestione nell’impresa.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L’oggetto del presente lavoro riguarda il controllo di gestione considerato all’interno della realtà delle imprese di servizi. L’argomento verrà approfondito inizialmente da un punto di vista teorico e concettuale e successivamente da un punto di vista applicativo, considerando il caso di una specifica impresa di servizi. L’analisi è stata sviluppata tenendo in considerazione che la parte teorica e quella pratica risultano essere strettamente interrelate tra loro e funzionali al reciproco sviluppo espositivo e logico. Lo scopo del presente lavoro è pertanto quello di osservare e comprendere l’importanza di implementare un efficace controllo di gestione in una impresa di servizi. Il lavoro è articolato in tre capitoli. Nel Capitolo 1 viene trattato il controllo di gestione da un punto di vista teorico generale, procedendo dapprima a delinearne il concetto e la finalità nell’ambito della più complessiva pianificazione strategica e a distinguere le due diverse accezioni di controllo strategico e controllo operativo. Successivamente si fornisce una descrizione delle fasi in cui si articola il processo di controllo di gestione, dei principali strumenti contabili ed extra-contabili a supporto del sistema, degli oggetti o variabili critiche della gestione aziendale ritenute significative di monitoraggio e del ruolo svolto dai vari organi aziendali nell’ambito del controllo di gestione. La trattazione prosegue poi considerando le principali condizioni o requisiti che assicurano l’efficacia del controllo di gestione come strumento di guida ed indirizzo della gestione dell’impresa (adeguatezza dei meccanismi di regolazione e della strumentazione tecnico-contabile, coerenza con le variabili organizzative, la motivazione e il comportamento dei soggetti aziendali, il supporto specialistico da parte del controller). Il capitolo si conclude con alcune considerazioni di natura più operativa sull’utilità per un’impresa di avvalersi del controllo di gestione, supportando tali osservazioni con un’analisi costi-benefici dell’introduzione e della realizzazione del sistema di controllo stesso. Nel Capitolo 2 il controllo di gestione viene affrontato in maniera più specifica con riferimento alle imprese di servizi, le quali costituiscono un insieme piuttosto variegato e diversificato scomponibile tramite diverse suddivisioni e classificazioni, e che presentano alcune caratteristiche peculiari rispetto alle imprese produttrici di beni (in particolare in tema di qualità dell’output). Rivolgendo la nostra attenzione ai servizi

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Maria Vittoria Meloni Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4323 click dal 07/06/2010.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.