Skip to content

Analisi della fluidodinamica di miscele di polveri in letti fluidizzati

Informazioni tesi

  Autore: Luisa Nicoletta Puzzillo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria chimica
  Relatore: Lucio Rizzuti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 117

I letti fluidizzati sono largamente utilizzati in molti processi industriali, come ad esempio nell’ambito dell’industria farmaceutica, alimentare, in processi quali il catalytic cracking del petrolio, la combustione e la gassificazione di biomasse. Il successo dei processi a letto fluidizzato è da imputare alle loro eccellenti caratteristiche di trasferimento di massa e di calore. Sebbene siano piuttosto semplici nella loro concezione, le applicazioni dei processi a letto fluidizzato sono sempre in continua evoluzione, ciò è dovuto al fatto che le loro performances sono fortemente influenzate dalla variabilità delle condizioni operative, ma anche al fatto che non si è giunti alla completa comprensione dei meccanismi che governano i complessi fenomeni fluidodinamici dei letti fluidizzati.
Molte delle proprietà dei letti fluidizzati, come l’eccellente miscelazione dei solidi, da cui derivano le proprietà di trasferimento di calore e di massa, sono da mettere in relazione alla presenza delle bolle e sono dominate dal loro comportamento.
Nel campo della fluidizzazione gas-solido, le bolle, e tutte le proprietà che le riguardano, hanno un’importanza notevole per il ruolo essenziale che esse ricoprono nel comportamento fluidodinamico di questi sistemi. Questo è uno dei motivi per cui vengono condotti numerosi studi relativi alle bolle, in particolare alla loro formazione, evoluzione e proprietà che le caratterizzano.
Risulta anche evidente che la principale difficoltà nell’analizzare la qualità della fluidizzazione e la dinamica delle bolle è direttamente legata alla difficoltà di misurare o predire le proprietà fisiche e geometriche delle bolle di gas che risalgono attraverso un mezzo solido granulare.
Per questa ragione, il comportamento di miscele in regime di fluidizzazione bubbling è stato a fondo investigato nelle ultime decadi mediante diverse tecniche, (come ad esempio le tecniche a raggi X, le tecniche basate sull’uso di induttanze, impedenze e resistenze, le tecniche PIV e tante altre). In particolare le tecniche di Analisi di Immagine Digitale (DIAT) hanno mostrato un vantaggio significativo rispetto alle altre sia in termini di accuratezza dei risultati che di costi.
Inoltre, bisogna sottolineare che l’indagine relativa al comportamento delle bolle è stata svolta soprattutto per il caso di sistemi particellari mono-dispersi, mentre la maggior parte delle apparecchiature industriali operano con miscele di particelle. Prove sperimentali con particelle fluidizzate polidisperse sono attualmente al centro di indagini che si occupano del comportamento di miscelazione-segregazione delle miscele e della previsione delle transizioni dei regimi fluidodinamici. In pratica si assiste ad una carenza di conoscenze nelle analisi sperimentali di misure di bolle di sistemi polidispersi.
Oggetto di questo lavoro di tesi è stato, quindi, quello di effettuare mediante una procedura di analisi di immagine digitale, misurazioni delle dinamiche di bolle in un letto fluidizzato bi-disperso bollente al fine di ricavare parametri fondamentali per lo studio delle bolle, come l’evoluzione del diametro, la velocità di risalita, la distribuzione del loro numero, e molti altri. In particolare è stato analizzato il comportamento di una miscela costituita da particelle di uguale densità e diverso diametro fluidizzate con diverse velocità di gas in ingresso.
Vengono riportati di seguito gli argomenti che sono stati trattati nel seguente lavoro di tesi.
• Nel capitolo primo vengono riportate le generalità relative alla fluidizzazione di sistemi monodispersi. In particolare vengono descritti i regimi di fluidizzazione e le loro grandezze caratteristiche, viene discussa la classificazione delle particelle e l’importanza del regime di bubbling.
• Nel capitolo secondo vengono trattati i sistemi polidispersi. I meccanismi di mixing e segregazione vengono analizzati per mezzo della distinzione tra size segregating system e density segregating system. Infine, viene riportato ciò che è presente in letteratura relativamente ai sistemi bi-dispersi in regime di bubbling, approfondendone aspetti caratteristici.
• Nel capitolo terzo viene effettuata una rassegna di letteratura relativamente alle tecniche di analisi di immagine utilizzate per lo studio dei letti fluidizzati. Dopo avere effettuato la distinzione tra tecniche di tipo intrusivo e tecniche di tipo estrusivo viene introdotta la tecnica utilizzata nel seguente lavoro di tesi.
• Nel capitolo quarto vengono descritti l’apparato sperimentale utilizzato per condurre le prove, i sistemi bi-dispersi analizzati e le modalità di conduzione delle prove.
• Nel capitolo quinto viene descritta più dettagliatamente la procedura utilizzata per il processamento delle immagini e viene presentata un’analisi critica dei risultati sperimentali ottenuti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Analisi della fluidodinamica di miscele di polveri in letti fluidizzati 1 INTRODUZIONE I letti fluidizzati sono largamente utilizzati in molti processi industriali, come ad esempio nell’ambito dell’industria farmaceutica, alimentare, in processi quali il catalytic cracking del petrolio, la combustione e la gassificazione di biomasse. Il successo dei processi a letto fluidizzato è da imputare alle loro eccellenti caratteristiche di trasferimento di massa e di calore. Sebbene siano piuttosto semplici nella loro concezione, le applicazioni dei processi a letto fluidizzato sono sempre in continua evoluzione, ciò è dovuto al fatto che le loro performances sono fortemente influenzate dalla variabilità delle condizioni operative, ma anche al fatto che non si è giunti alla completa comprensione dei meccanismi che governano i complessi fenomeni fluidodinamici dei letti fluidizzati. Molte delle proprietà dei letti fluidizzati, come l’eccellente miscelazione dei solidi, da cui derivano le proprietà di trasferimento di calore e di massa, sono da mettere in relazione alla presenza delle bolle e sono dominate dal loro comportamento. Nel campo della fluidizzazione gas-solido, le bolle, e tutte le proprietà che le riguardano, hanno un’importanza notevole per il ruolo essenziale che esse ricoprono nel comportamento fluidodinamico di questi sistemi. Questo è uno dei motivi per cui vengono condotti numerosi studi relativi alle bolle, in particolare alla loro formazione, evoluzione e proprietà che le caratterizzano. Risulta anche evidente che la principale difficoltà nell’analizzare la qualità della fluidizzazione e la dinamica delle bolle è direttamente legata alla difficoltà di misurare o predire le proprietà fisiche e geometriche delle bolle di gas che risalgono attraverso un mezzo solido granulare. Per questa ragione, il comportamento di miscele in regime di fluidizzazione bubbling è stato a fondo investigato nelle ultime decadi mediante diverse tecniche, (come ad esempio le tecniche a raggi X, le tecniche basate sull’uso di induttanze,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

apparato sperimentale
bubbling fluidization
contatto gas-solido
fluidizzazione
letti fluidizzati
miscele bidisperse
miscele di corindone
miscele di polveri
miscele polidisperse
regime di bubbling

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi