Skip to content

Il Value Based Management: modello di management strategico in continua evoluzione

Informazioni tesi

  Autore: Vito De Laurentis
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Giuseppe Macario
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 106

L'opportunità di questa ricerca è stata suggerita dall'evoluzione del contesto economico esterno alle imprese, sempre più dinamico, esigente e turbolento.

La finalità è quella di individuare ed esaminare i nuovi strumenti per il top management, proposti dalla teoria e dalle esperienze aziendali, per fronteggiare una tale situazione ma, allo stesso tempo, rilevare una diversa concezione di gestione d’impresa che, sebbene avvertita solo da una parte delle grandi imprese, risulta essa stessa determinante per il futuro successo od insuccesso delle stesse.

Il Value Based Management, nato negli anni ’80 negli USA, è diventato velocemente di moda nel panorama del management statunitense, erano gli anni in cui gli indici azionari crescevano in maniera costante e significativa. Altrettanto rapida e re-pentina è stata la critica verso questo Business Model di pari passo al crollo degli indici di borsa negli anni 2000 con lo scoppio della celeberrima bolla del “dot.com”.

Il contesto economico – finanziario mondiale è in una fase di recessione eco-nomica causata, a detta di molti, dai mercati finanziari e dal modello economico di esasperata ricerca del profitto di breve periodo e dalla speculazione finanziaria. L'attenzione alla creazione del valore resta sempre attuale e fondamentale e pertanto il modello VBM resta sempre valido e in grado di sapersi adattare ed evolvere in continuazione.

Per Arnold e Davies “Value-based Management is a managerial approach in wich the primary purpose is long-term shareholder wealth maximization. The objective of a firm, its system, strategy, process, analytical techniques, performance measurement and culture have as their guiding objective shareholder wealth maximization”.

Non si tratta necessaria mente di studiare nuovi modelli matematici o complessi algoritmi che difficilmente verrebbero compresi e permeerebbero l’intera organizzazio-ne, infatti, è proprio questo il fattore richiesto da un qualsiasi Business Model efficace; questo, di per sé, rappresenta già un “upgrade”.

In particolare, “sono auspicabili evoluzioni in termini di conoscenza, dinamicità, flessibilità, creatività, innovazione e autogenerazione in forma olonico-reticolare; aspetti questi riconducibili ad un unico processo finalizzato alla formazione di un modello defi-nibile impresa pro-attiva che “vale”; in sintesi “impresa valens”, nell’accezione di sistema competitivo proiettato al futuro e costantemente capace di creare e diffondere valore (pertanto coniabile anche come “impresa valore”).”

La tesi di fondo è che il Value Based Management risponda ad un’esigenza dettata dalle nuove strutture aziendali oltre che dalle tendenze del mercato dei capitali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I La teoria di creazione del valore. In questo primo capitolo affronteremo i fondamenti teorici e gli strumenti concettuali che stanno alla base del Value Based Management. 1.1. Concetto, logica, finalità Per comprendere a fondo il concetto che è sottointeso al Value Business Management bisogna partire dalla definizione stessa di impresa capitalistica. Sono definite capitalistiche le organizzazioni produttive che danno copertura al fabbi- sogno monetario chiesto dagli investimenti necessari per i processi di produzione — prevalentemente con capitale di conferimento, o equity, integrato con capitale di finanziamento, o debt. Nel corso del tempo la dinamica delle imprese capitalistiche è profondamente mutata. Grazie ad una relativamente ampia disponibilità di capitale non sono più le imprese a cercare capitali necessari al proprio processo produttivo ma sono i capitali, sotto le più svariate forme offerte dal sistema finanziario (private equità, fondi di investimenti, fondi pensione, etc.), a ricercare l‘investimento che si pre- senta più opportuno sotto vari aspetti. In questa ottica le imprese possono essere interpretate non solo come trasformatori produttivi ed economici (impiego di fat- tori al fine di ottenere produzioni con creazione di valore) ma anche come tra- sformatori finanziari, in grado di trasformare il capitale di rischio e il capitale di terzi in remunerazioni sotto forma di utili (dividendi) per gli azionisti e di interessi per debitori. - 10 -

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

catena
management
valens
valore
valore azionario
value
value based
value based management
vbm

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi