Skip to content

Infrastrutture aeroportuali e reti di servizi complementari al settore marittimo

Informazioni tesi

  Autore: Adriano Loporcaro
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Management delle Organizzazioni Marittime e della Logistica
  Relatore: Marisa Argene Valleri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 150

Lo sviluppo dell’aviazione è stato uno dei fattori determinanti della Globalizzazione permettendo scambio, di merci e passeggeri, in tempi velocissimi, incentivando gli scambi telematici e le relazioni con partner stranieri; ha permesso alle imprese locali di poter investire all’estero, di apprendere altre tecniche di produzione, di far nascere il concetto di “multinazionale” e negli ultimi anni anche quello di joint-venture tra imprese affini o in precedenza concorrenti.
Lo sviluppo tecnologico ed organizzativo del settore aereo ha permesso una riduzione sia dei costi operativi delle compagnie aeree sia del prezzo dei biglietti portando ad un forte incremento della domanda.
In Italia i tassi di sviluppo hanno permesso il raddoppio dei passeggeri degli aeroporti italiani nell’ultimo decennio, “contribuendo in modo significativo alla crescita del commercio e del turismo, oltre a svolgere quella funzione fondamentale di servizio di collegamento sociale verso le aeree periferiche ed insulari ”
Il settore è stato caratterizzato, in passato, da un rigido sistema di regole che prevedevano una forte protezione nei confronti dei vettori nazionali, molto spesso anche soggetti ad un vero e proprio controllo pubblico e, solo negli ultimi anni, con i famosi pacchetti open sky emanati dall’Unione Europea, il settore ha visto l’eliminazione delle barriere all’entrata permettendo a nuovi vettori di entrare in competizione con le “compagnie di bandiera” e generare rilevanti benefici per i consumatori, mentre vincoli di protezione al mercato permangono per i voli extra UE e per l’assegnazione degli slots in ambito aeroportuale.
Qualsiasi settore, con tassi di crescita così elevati come quelli espressi dal settore aereo, avrebbe teoricamente permesso a tutti gli operatori presenti nel mercato di ottenere una stabilità economico-finanziaria nel lungo periodo; in realtà moltissime compagnie vertono in una situazione di crisi e la percentuale di fallimenti dei nuovi entrati è stata particolarmente elevata. Crisi, non solo derivante da fattori di natura macroeconomici, ma anche da fattori politici, dai rapporti di forza dei diversi anelli della filiera del business aereo, oltre che da cattiva strategia aziendale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione È ormai passato più di un secolo da quel 17 dicembre 1903, quando i fratelli Wright riescono a far volare, per poche centinaia di metri, una macchina rudimentale che costituisce, la pietra miliare del trasporto aereo il quale ha conosciuto, nel XXI secolo, tassi di crescita non comparabili ad altra modalità di trasporto. Si sono accentuati prepotentemente nella vita dell‟essere umano pro- prio per il suo naturale impulso ai viaggi e alle avventure, progressioni presenti già in passato con i movimenti migratori, il trasporto a caval- lo, le carrozze rilevate dalla presenza dall‟aeroplano, col quale si è re- so possibile l‟abbattimento dei tempi di viaggio e il moltiplicarsi delle distanze raggiungibili. Lo sviluppo dell‟aviazione è stato uno dei fattori determinanti della Globalizzazione permettendo scambio, di merci e passeggeri, in tempi velocissimi, incentivando gli scambi telematici e le relazioni con par- tner stranieri; ha permesso alle imprese locali di poter investire all‟estero, di apprendere altre tecniche di produzione, di far nascere il concetto di “multinazionale” e negli ultimi anni anche quello di joint- venture tra imprese affini o in precedenza concorrenti. Pag. 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aerei
aeroportuali
applicata
complementari
cost
crociere
cruise
economia
infrastrutture
low
marittimo
operator
reti
servizi
settore
sviluppo
trasporti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi