Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Respeaking e Interpretazione simultanea: un'analisi comparata e un contributo sperimentale

L’oggetto di questa tesi è la nuova tecnica di produzione di sottotitoli in tempo reale nota con il termine in lingua inglese respeaking ed un confronto di tale tecnica con l’interpretazione simultanea.
La definizione del respeaking, tradotto in italiano come rispeakeraggio, viene offerta per la prima volta da Eugeni (2006) in occasione della ‘Prima giornata di studi internazionale sulla sottotitolazione in tempo reale’, tenutasi nel 2006 nella sede di Forlì dell’Università degli Studi di Bologna:
Il rispeakeraggio è una recente tecnica tramite la quale un operatore (il rispeaker), mentre ascolta il testo di partenza, lo ripete, riformula o traduce dettandolo a un software di riconoscimento del parlato che elabora l’input vocale e lo trasforma in testo scritto.
La decisione di dedicare il presente studio al respeaking nasce dalla convinzione che questa tecnica per la produzione di sottotitoli in tempo reale possegga molte caratteristiche in comune con l’interpretazione simultanea.
Si farà notare che il processo traduttivo comune alle due figure professionali, il respeaker e l’interprete di simultanea, è il risultato di una serie di attività molto simili tra loro. Pertanto, anche la formazione alle due attività risulta essere composta da alcuni insegnamenti identici, volti a sviluppare una serie di competenze di base per i professionisti delle due discipline. La caratteristica che maggiormente accomuna respeaking e interpretazione simultanea è la capacità di compiere più operazioni simultaneamente, e più nello specifico ascoltare, memorizzare e parlare allo stesso tempo. Com’è evidente, dunque, la competenza che forse caratterizza più di ogni altra un interprete di conferenza potrebbe rivelarsi utile per svolgere un nuova professione, quella del respeaker. Si è pertanto pensato al respeaking come un possibile sbocco professionale per il corso di interpretariato di conferenza che, completandosi con una serie di esercitazioni volte a sviluppare determinate competenze aggiuntive, possa aprire nuove porte sul mondo del lavoro ad un neo-laureato del nostro corso di studi.
Si è inoltre ipotizzata un’altra realtà che renderebbe strettamente collegate le due professioni: l’influenza reciproca che il prodotto del lavoro di uno dei due professionisti potrebbe avere sulla prestazione dell’altro. La possibilità che le due figure professionali convivano nello stesso contesto lavorativo rende possibile che l’interprete si avvalga del testo creato in tempo reale dal respeaker come supporto scritto a quanto pronunciato dall’oratore, o, vice versa, che il respeaker detti al software i sottotitoli a partire dalla resa dell’interprete.

Mostra/Nascondi contenuto.
ABSTRACT The subject of the present work is Respeaking: a new technique which has proved to be very useful to produce real-time, intra-lingual subtitles and any kind of live transcription of aural speech. This speech-to-text activity is possible thanks to the work of a professional (the respeaker) who dictates in real time what he/she hears to speech recognition software which processes the input received and transcribes it, thus producing a written text. This dissertation deals with this recent technique which is analysed in relation to simultaneous interpretation through a comparative analysis of the two professions. At first we focus on respeaking by looking at its background, the technology used, the target audience, the skills required to do the job and likely developments in the future. Simultaneous interpretation is then examined, focusing on almost the same areas. More specifically, after a first part where the definition and a general description of respeaking are offered, we move on to the presentation of all the specific characteristics of this technique. In doing so, respeaking is explored firstly as a “product”, which in most cases are the subtitles. In this part, the subject of Subtitling for the Deaf and Hard-of-Hearing (SDH) is analysed looking at the different typologies of subtitles and at how subtitles can be produced and broadcast. Secondly, we explore respeaking as “function” introducing the subject of social inclusion of hearing-impaired people. An overview of the international legislation on accessibility is offered, and more in detail on Web accessibility and TV accessibility. In the following part an in-depth analysis is dedicated to the “process” of respeaking. One of the aims of this research is to confirm that the process of respeaking involves a number of mental, non- automatic activities linked to interpretation. In fact, respeaking is a sort of simultaneous interpretation in the same language, which requires strong linguistic skills as well as the ability to understand and analyse complex issues and ideas and to reformulate them in real time. Bearing these similarities in mind, in the next stage we propose a training module for respeakers that can be introduced in an academic course for conference interpreters. The rationale of this proposal is that a specialised interpreter can carry out the activity of live subtitling through respeaking, and thus find new job opportunities in a sector which is steadily increasing. The second main purpose of the present work is to prove that an interaction between the two professionals working in the same communicative event is possible and profitable. To this end, an 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori

Autore: Claudio Russello Contatta »

Composta da 182 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5461 click dal 12/11/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.