Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing dei prodotti petroliferi "non-oil" alla luce della ristrutturazione della rete di distribuzione dei carburanti. Caso aziendale "A.P.I. - petroli - Festival"

Marketing dei prodotti petroliferi "non-oil" alla luce della ristrutturazione della rete di distribuzione dei carburanti.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREFAZIONE L’argomento trattato in questa tesi è frutto di un monitoraggio della situazione in cui versa la rete di distribuzione dei prodotti petroliferi e nasce dalla certezza che lo sviluppo delle attività cosiddette “NON- OIL” cioè la distribuzione e la vendita di prodotti e servizi non strettamente legati ai prodotti petroliferi tradizionali possa portare, (come del resto accade in tutti gli altri Paesi industrializzati ad economia avanzata), ad un nuova fonte di reddito sia per i gestori che per le compagnie petrolifere. Tale nuova fonte di reddito dovrebbe consentire di allentare il vincolo che lega i profitti di questi soggetti economici esclusivamente alla vendita dei carburanti. L’obiettivo finale che mi pongo in questo lavoro è quello di riuscire a dimostrare che lo sviluppo d’attività “NON-OIL” (che non può prescindere dalla ristrutturazione della rete, per le ragioni che saranno chiarite in seguito) porterà ad una diminuzione del prezzo finale dei prodotti strettamente petroliferi senza che questo pregiudichi i profitti delle compagnie e dei gestori; anzi con un sicuro incremento di fatturato ed utili, senza trascurare i benefici che i consumatori ne trarranno da un processo di cambiamento che coinvolge le abitudini quotidiane della gente.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giorgio Acconciaioco Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4027 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.