Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il counseling come valore aggiunto per l'assistente sociale

Questo lavoro nasce come tentativo di capire il modo con cui le abilità di counseling possano essere utili al lavoro dell'assistente sociale, considerando in particolar modo il colloquio. Il counseling viene preso in considerazione non come una professionalità a sé stante, ma come un'integrazione alle competenze che l'assistente sociale acquisisce durante la sua formazione.

Il lavoro si articola in cinque capitoli nei quali si illustra l'evoluzione storica del counseling e dell'assistenza sociale, si offre una panoramica delle definizioni, teorie e ambiti di intervento di counseling e definizioni di assistenza sociale, trovando punti in comune e differenze; si affrontano, brevemente, tre aspetti critici dell'intervento sociale, quali, burocrazia, dipendenza e cambiamento; ci si sofferma sulla comunicazione, e sulla relazione, competenze fondamentali per l'assistente sociale; infine si introducono le abilità di counseling e si definisce il colloquio, facendo un parallelo tra quello di counseling e quello di servizio sociale, terminando con le principali counseling skills (empatia, ascolto, riformulazione e il porre domande appropriate), utilizzabili nel colloquio.

Si approfondisce la comunicazione e in particolar modo il colloquio in quanto gli strumenti principali utilizzati dall'assistente sociale, nel quale entrano in gioco aspetti comunicativi e relazionali che, se utilizzati in modo appropriato, contribuiscono significativamente al raggiungimento di alcuni obiettivi dell'intervento sociale: la collaborazione dell'utente, la riduzione della dipendenza dal servizio e il cambiamento.

Le abilità di counseling, dunque, focalizzando l'attenzione sul colloquio e quindi sugli aspetti comunicativi, può aiutare l'assistente sociale nella costruzione di un contesto interpersonale in cui le competenze professionali e, l'uso della relazione professionale diventano strumento di cambiamento, per non perdere di vista il fatto che gli aspetti relazionali e comunicativi vanno considerati come indivisibili dagli aspetti burocratici e procedurali.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. CENNI STORICI SUL COUNSELING E L'ASSISTENZA 1.1 Breve storia del counseling 1.1.1 Il counseling negli Stati Uniti e in Europa Negli Stati Uniti notizie su attività di counseling si trovano fin dai primi anni del Novecento, quando alcuni operatori sociali adottano questo termine per definire l'attività di orientamento professionale rivolta ai soldati che rientrano dalla guerra e 6 che necessitano di una ricollocazione professionale. Negli anni cinquanta nascono la Division of counseling Psychology dell'APA (American Psychological Association) e l'American Personnel and Guidance Association che fondata nel 7 1952 cambierà il proprio nome nel 1983 in American counseling Association. Successivi sviluppi avvengono grazie ad attività di ricerca e culturali come, per esempio, l'orientamento scolastico rivolto agli studenti al termine delle scuole superiori, l'orientamento professionale rivolto prevalentemente ad ex lavoratori necessitanti di una nuova collocazione professionale, l'assistenza sociale e infermieristica. In Gran Bretagna, già dagli anni Venti il counseling era offerto sotto forma di orientamento nelle scuole, negli anni Quaranta nacque il Optional Marriage Guidance Council, agenzia di volontariato che si proponeva di sostenere il matrimonio nelle difficoltà provocate dalla guerra, mentre negli anni Cinquanta il counseling approda all'interno di ambulatori, consultori e centri giovanili. Negli anni Settanta furono istituite le prime associazioni per la gestione della professione: La SCAC (Standing Council for the Advancement of counseling) nel 1971, formata da agenzie di counseling professionali e volontari, riunisce associazioni professionali e figure professionali che per molto tempo avevano 6 Rahm, E. La storia del counseling in: AA.VV. Integrazione nelle psicoterapie e nel counseling, E.S.A., Roma,1999 7 Di Fabio A., Sirigatti,S. , Counseling Prospettive e Applicazioni, Ponte alle Grazie, Milano, 2005 6 SOCIALE

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Fabiana Crosilla Contatta »

Composta da 47 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13870 click dal 22/11/2010.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.