Skip to content

L'evoluzione del lessico calcistico nel linguaggio giornalistico sportivo. Il caso di Giorgio Lago.

Informazioni tesi

  Autore: Giulio Rinaldi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Ivano Paccagnella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

Nel nostro paese il gioco del calcio, fin dai suoi primi anni di vita, ha sempre raccolto attorno a se' una vera e propria selva di appassionati, tifosi, simpatizzanti e ammiratori. Pur essendo per natura un'attività votata al divertimento, il calcio si è ben presto tramutato in qualcosa di più, capace di investire e condizionare le più svariate sfere della realtà sociale, dalla politica all'economia, dal costume alla lingua. Ed è proprio sulla questione linguistica che il lavoro che mi accingo a svolgere vuole porre l'accento. Nelle prossime pagine sarà mio obiettivo indagare le peculiarità tipiche di un linguaggio come quello del calcio che in maniera significativa è entrato a far parte della nostra lingua comune. Per fare questo mi servirò, dal punto di vista teorico, di alcuni brillanti lavori condotti nel corso del XX° secolo da noti linguisti che hanno trattato l'argomento, per poi dedicarmi in un secondo momento all'analisi approfondita dei testi di un giornalista poliedrico che ha iniziato la propria carriera occupandosi di sport ed in particolare di calcio: Giorgio Lago. Passerò in rassegna alcuni momenti salienti relativi ai mondiali di calcio del 1970 in Messico e del 1982 in Spagna attraverso i racconti apparsi sulle pagine de “Il Gazzettino” e firmati dall'inviato che poi sarebbe diventato il direttore della testata. Una scelta di questo tipo nasce dalla volontà di scoprire i meccanismi grazie ai quali alcune espressioni esemplari del linguaggio calcistico sono divenute normali nel nostro parlare quotidiano. Tutto ciò è stato reso possibile innanzitutto dal grande spazio che il calcio e gli altri sport hanno da sempre trovato sui più importanti mezzi comunicazione, primi fra tutti i giornali. A partire da questo presupposto, si vogliono quindi indagare i tratti più caratteristici dello stile di scrittura sportiva di un maestro del giornalismo quale può essere a buon diritto considerato Giorgio Lago. In occasione di ben cinque Mondiali di Calcio, questo giornalista ha svolto le funzioni di inviato speciale per la testata “Il Gazzettino”, seguendo sul posto tutte le vicissitudini occorse alla Nazionale italiana. Nella sezione dedicata allo sport del giornale del “Nordest” (termine che proprio Giorgio Lago ha per primo interpretato come un'unica parola, e che potrebbe essere spunto per un'altra tesi di laurea), venivano proposti quotidianamente tutti gli aggiornamenti relativi alla competizione in corso. Articoli di commento, cronache delle partite, resoconti dai ritiri delle squadre, interviste e pagelle, ma anche riflessioni socio-culturali, politiche ed economiche. Un insieme eterogeneo di argomenti sul quale Giorgio Lago ha potuto sperimentare e rafforzare il proprio personalissimo stile. La decisione di prendere in esame gli articoli riguardanti le edizioni dei Mondiali del 1970 e del 1982 ha due motivazioni specifiche: la prima va trovata nell'intento di svolgere un'analisi diacronica dei testi di Lago, che a distanza di 12 anni, se non stravolti nella sostanza, quantomeno appaiono il frutto di una elaborazione formale più ricercata e sicura, condotta sulle solide basi dell'esperienza. La seconda è dovuta invece a una banale considerazione: gli splendidi successi conseguiti dall'Italia in queste due rassegne (secondo posto a Messico '70, insperata vittoria a Spagna '82) hanno fatto sì che lo spazio riservato dal “Gazzettino” agli avvenimenti fosse cospicuo. La grandezza del risultato ottenuto dalla Nazionale inoltre ha reso possibile che comparissero articoli nei quali il tono complessivo del racconto rispecchiasse un sentimento collettivo condiviso da gran parte dei lettori-tifosi. Proprio grazie alla partecipazione emotiva delle masse il calcio è diventato un mondo conosciuto a tutta la popolazione e il linguaggio usato per raccontarlo un patrimonio culturale di cui è difficile fare a meno. Giorgio Lago con le sue pagine di appassionata professione ce ne ha dato una suggestiva interpretazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nel nostro paese il gioco del calcio, fin dai suoi primi anni di vita, ha sempre raccolto attorno a sé una vera e propria selva di appassionati, tifosi, simpatizzanti e ammiratori. Pur essendo per natura un'attività votata al divertimento, il calcio si è ben presto tramutato in qualcosa di più, capace di investire e condizionare le più svariate sfere della realtà sociale, dalla politica all'economia, dal costume alla lingua. Ed è proprio sulla questione linguistica che il lavoro che mi accingo a svolgere vuole porre l'accento. Nelle prossime pagine sarà mio obiettivo indagare le peculiarità tipiche di un linguaggio come quello del calcio che in maniera significativa è entrato a far parte della nostra lingua comune. Per fare questo mi servirò, dal punto di vista teorico, di alcuni lavori condotti da noti linguisti che hanno trattato l'argomento, per poi dedicarmi in un secondo momento all'analisi approfondita dei testi di un giornalista poliedrico che ha iniziato la propria carriera occupandosi di sport ed in particolare di calcio: Giorgio Lago. Passerò in rassegna alcuni momenti salienti relativi ai mondiali di calcio del 1970 in Messico e del 1982 in Spagna attraverso i racconti apparsi sulle pagine de «il Gazzettino» e firmati dall'inviato che poi sarebbe diventato il direttore della testata. Una scelta di questo tipo nasce dalla volontà di scoprire i meccanismi grazie ai quali alcune espressioni esemplari del linguaggio calcistico sono divenute normali nel nostro parlare quotidiano. Tutto ciò è stato reso possibile innanzitutto dal grande spazio che il calcio e gli altri sport hanno da sempre trovato sui più importanti mezzi comunicazione, primi fra tutti i giornali. A partire da questo presupposto, si vogliono quindi indagare i tratti più caratteristici dello stile di scrittura sportiva di un maestro del giornalismo quale può essere a buon diritto considerato Giorgio Lago. In occasione di ben cinque Mondiali di Calcio, questo giornalista ha svolto le funzioni di inviato speciale per «il Gazzettino», seguendo sul posto tutte le vicissitudini occorse alla Nazionale italiana. Nella sezione dedicata allo sport del giornale del “Nordest” (termine che proprio 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

calcio
giorgio lago
giornalismo sportivo
lingua del calcio
linguaggio sportivo
mondiali di calcio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi