Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La sostenibilità dell'acqua ad uso alimentare: l'impronta ecologica dell'acqua di Porretta Terme

La domanda generale da cui nasce la ricerca è la seguente: è preferibile consumare l’acqua minerale o l’acqua che sgorga dal rubinetto di casa? Il focus dello studio è l’acquedotto di Porretta Terme in provincia di Bologna, la cui acqua è da anni potabilizzata senza fare ricorso a prodotti a base di cloro, di cui vengono quantificati gli impatti ambientali in termini di impronta ecologica, impronta di carbonio e impronta idrica. La stessa metodologia dell’ impronta ecologica integrata è successivamente applicata, ricorrendo ad un procedimento semplificato, ai principali punti del sistema acquedottistico bolognese. I risultati dell’analisi effettuata vengono poi elaborati al fine di evidenziarne le implicazioni immediatamente riferibili agli stessi impianti oggetto di studio, sia per porre in relazione i valori ottenuti con altri derivati da analisi ambientali simili già disponibili in letteratura. La stima realizzata permette di valutare la sostenibilità complessiva delle varie alternative in grado di produrre acqua ad uso alimentare, ben al di là della classica dicotomia acque di rete-acque minerali: dai trattamenti al punto d’uso fino ad arrivare alle fontanelle di acqua pubblica recentemente introdotte. Le conclusioni della ricerca descrivono le criticità da approfondire, accennando agli aspetti utili ad una comprensione generalizzata dell’effettiva qualità dell’acqua finalizzata, quando possibile, a una più efficace valorizzazione dell’acqua di rete e quindi ad una maggiore sostenibilità nella produzione e consumo dell’ acqua ad suo alimentare.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La presente ricerca si inserisce nel filone degli studi applicativi dedicati alla prospettiva dello sviluppo sostenibile. In questo lavoro si cercherà di fornire un contributo originale, per quanto parziale, alle numerose iniziative che affrontano il tema della produzione, della distribuzione e del consumo di acqua a scopo alimentare. Negli ultimi anni in un quadro estremamente confuso in cui le martellanti campagne promozionali delle acque minerali, come riflesse in uno specchio deformante e capovolto, fanno da contraltare ai sempre più diffusi tentativi di sensibilizzazione a favore delle acque potabili, la tendenza alla semplificazione conduce con sempre maggiore frequenza alla fatidica domanda: è preferibile consumare l’acqua minerale o l’acqua che sgorga dal rubinetto di casa? La risposta, se non si vuole cadere nella banalizzazione, non può essere univoca. Un‟analisi scientificamente fondata non può infatti eludere i vari piani che si intersecano quando si ha a che fare con una risorsa importante e ubiquitaria come l‟acqua, ai cui molteplici usi sono collegati valori economici, culturali, biologici e persino simbolici. La generalizzazione non è possibile, se non lasciando decadere i necessari fondamenti scientifici dell‟analisi per rifugiarsi nel rassicurante universo delle preferenze soggettive. Il presente lavoro, pur concentrandosi particolarmente sulla dimensione ambientale, cerca di affrontare in modo ampio il tema della sostenibilità dell‟ acqua approfondendo, per quanto possibile, gli aspetti sociali, qualitativi ed economici connessi alla produzione e consumo dell‟ acqua ad uso alimentare. La prima parte del presente lavoro intende fornire una rassegna dei principali elementi teorici e concettuali di contesto all‟inquadramento dei problemi connessi alla sostenibilità nella produzione e nell‟impiego dell‟acqua. Il primo capitolo prende le mosse da una rassegna dei rapporti esistenti fra ambiente, sviluppo sostenibile ed economia passando dalla tradizionale visione neoclassica o marginalista per arrivare alle più innovative frontiere trans-disciplinari dell‟economia ecologica. Dopo aver definito l‟evoluzione del ruolo dell‟ambiente nella letteratura e nella scienza economica si prosegue con una discesa nella dimensione più concreta

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Fabio Marchioni Contatta »

Composta da 274 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1079 click dal 29/11/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.