Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il potenziale disruptive della convergenza tra automobile e ICT

Questo lavoro si propone di analizzare gli impatti della convergenza digitale nel mercato automobilistico.

Grazie alla convergenza oggi si stanno aprendo nuovi mercati per tecnologie esistenti, ed innovazioni puramente incrementali esprimono il loro potenziale disruptive proprio con il trasferimento in un altro mercato. Un esempio lampante sono proprio gli smartphone, nati dalla convergenza della tecnologia wireless, della multimedialità e di sistemi operativi all’interno di un telefono cellulare.
L’obiettivo di questo lavoro è analizzare se anche il processo di integrazione tra ICT e mondo automobilistico può essere fonte di innovazione disruptive.
Si intende strutturare l’analisi secondo un filo logico che partendo da un punto di vista nozionistico, riguardante le teorie sull’innovazione e sulla convergenza, arrivi ad una previsione degli scenari futuri nel mondo delle auto con riferimento all’evoluzione dei sistemi di comunicazione.
Entrando più nel dettaglio, nel primo capitolo, si evidenzieranno le differenze presenti tra innovazioni sustaining e disruptive e verranno esposte alcune teorie e modelli sulla diffusione dell’innovazione, quali il ciclo di vita e l‟hype cycle, che verranno poi applicati nel caso Mini.
Nel secondo capitolo si inizierà ad entrare nel cuore del lavoro, la convergenza digitale, il processo che elimina i confini e la distinzione tra diversi mezzi di comunicazione: ―any content, anywhere‖.
Dopo aver fornito la base teorica necessaria sui modelli di innovazione e sul processo di convergenza, il focus dell’analisi si concentrerà sul mercato automobilistico per cercare di capire se il processo di convergenza e l’integrazione tra ICT e auto può essere fonte di innovazione disruptive.

Vedremo come la catena del valore nel mercato automobilistico è molto diversa da quella dei mezzi di comunicazione, così come lo è il ciclo di vita dei prodotti. Si analizzerà a questo proposito il ruolo dell’innovazione, la crescente importanza riconosciuta alla funzione R&D in questo mercato, le possibilità e gli ostacoli a questa integrazione.
Ovviamente l’integrazione dell’ICT non è l’oggetto fondamentale di ricerca all’interno del mercato automobilistico, maggiore attenzione viene infatti prestata ai sistemi di sicurezza, all’efficienza dei consumi e a sistemi di alimentazione alternativi. Tuttavia si è deciso di concentrarsi sulla convergenza con il mercato ICT proprio per studiarne il potenziale e valutare le possibilità di integrazione tra due mercati tanto dissimili.
Un’azienda che sta mostrando notevole attenzione a questa tematica è la BMW. La casa bavarese ha infatti colto le potenzialità di successo di un auto che integri lo smartphone di maggior successo (l’Iphone) con l’infotainment presente nella sua
vettura di maggiore tendenza. Mini CountryMan, una auto che parla al guidatore, e comunica con l’ambiente.
Il nuovo sistema Mini Connected permetterà alla vettura e al suo conducente di essere costantemente collegato in rete tramite l'Apple iPhone. Web radio e Mission control sono solo alcune delle possibilità che questo sistema offre e che saranno trattate all’interno del caso.
Nella parte conclusiva del lavoro sono stati sviluppati quindi degli scenari sulla diffusione di questo sistema, e dei futuri aggiornamenti della ad hoc communication tra veicoli: Applicando i modelli esposti si redigeranno due possibili scenari.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. L’innovazione Definizione Quando si parla di innovazione ci si trova subito davanti alla difficoltà di trovare una definizione comune ed universalmente accettata di questo concetto. Se si prova a cercare il termine ―innovazione‖ su un qualsiasi motore di ricerca, si troveranno numerose definizioni diverse fra loro e anche esaminando la letteratura che si è occupata dell’argomento, ci si accorge subito delle continue riformulazioni che la definizione di innovazione ha subito nel corso degli anni. 1 I principi fondamentali sono così sintetizzabili: Il processo di innovazione può essere definito come l’attività che porta alla creazione di nuovi prodotti/servizi o di nuovi processi: - Un’innovazione è di successo se è capace di garantire attraverso i suoi sviluppi commerciali un rendimento superiore agli investimenti iniziali. Oggi l’innovazione è diventata fondamentale per la sostenibilità nel lungo periodo dei vantaggi di un’azienda, è quindi necessario presidiare con successo le attività che portano ad un processo d’innovazione ben strutturato. Esso dipende da: - scelta di assetto e di strategia - organizzazione e ambiente - gestione e controllo del processo - metodologia di impostazione progettuale - tecnologie a supporto 1 Burgelman, R., Christensen, C., & Wheelwright, S. (2008). Strategic Management of Technology and th Innovation. 5 ed., Mc Graw Hill, 1280. 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Roberto Bottino Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1159 click dal 03/12/2010.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.