Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il linguaggio del turismo: i testi turistici in italiano e in inglese a confronto

Turismo non è solamente sinonimo di vendita, vacanza, descrizione del prodotto turistico, “ma significa anche e soprattutto sviluppare una promozione che abbia in sé quegli elementi strategici linguistici e culturali che possano far sì che la promozione abbia successo e dunque attiri il maggior numero di turisti”, Manca (2009: 153).
Obiettivo di questo lavoro sarà indagare come il linguaggio e tutto ciò ad esso collegato sia di fondamentale necessità per una efficace promozione turistica.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Questa memoria di laurea nasce dalla volontà di coniugare la passione per la lingua inglese e la vocazione turistica che ha motivato la scelta di un percorso di studio nel Management e Turismo. Il legame tra il turismo e la lingua inglese d’altronde è ben evidente se si pensa già all’origine etimologica del termine turismo, ossia to tour che appare per la prima volta in Inghilterra grazie ai Normanni ma che a partire dal XVIII secolo prende un significato nuovo per il solo popolo inglese, quello cioè di un viaggio disinteressato e senza scopi di lucro che il giovane aristocratico inglese compie in Europa. Si può dunque affermare che il turismo sia nato proprio in Inghilterra e che grazie allo sviluppo di quel fenomeno che prenderà il nome di Grand Tour si affermerà in tutta Europa, per arrivare poi a diventare un fenomeno di interesse globale nei nostri giorni. Turismo non è solamente sinonimo di vendita, vacanza, descrizione del prodotto turistico, “ma significa anche e soprattutto sviluppare una promozione che abbia in sé quegli elementi strategici linguistici e culturali che possano far sì che la promozione abbia successo e dunque attiri il maggior numero di turisti” Manca (2009: 153). Per questo si è scelto come disciplina per la memoria Linguistica Inglese, per indagare come il linguaggio e tutto ciò ad esso collegato sia di fondamentale necessità per una efficace promozione turistica. Prima di analizzare però le tecniche più diffuse di promozione turistica, abilmente costruite dal punto di vista linguistico, è sembrato doveroso indagare sulla terminologia propria del settore turistico prima, e sulle principali caratteristiche del linguaggio del turismo, dopo. La prima parte del primo capitolo, cerca di chiarire l’utilizzo di termini chiave quali turismo e viaggio, spesso ed erroneamente utilizzati come sinonimi. Tale differenza, come vedremo è giustificata già dall’origine etimologica di entrambi i termini e con l’avanzare e

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Giovanna Murra Contatta »

Composta da 71 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16357 click dal 06/12/2010.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.