Skip to content

Ruolo del tratto di personalità nei giochi economici

Informazioni tesi

  Autore: Gregorio Marchi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Scienze Cognitive
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Nicolao Bonini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

Il mio tirocinio è consistito in una ricerca sperimentale nel campo della psicologia economica e della decisione. Il progetto ha avuto lo scopo di studiare il ruolo del tratto di personalità (individuale vs. pro-sociale o empatico) nelle decisioni relative ai giochi economici. In particolare, sono stati utilizzati i giochi detti Ultimatum e Dictator Game. Nell’Ultimatum Game il soggetto deve decidere come allocare una somma di denaro (10 euro) tra sè e un ricevente. Se questi accetta si divide la somma come proposto, altrimenti entrambi i soggetti tornano a casa a mani vuote. Nel Dictator Game invece il soggetto ricevente non ha diritto di veto rispetto allʼallocazione proposta. Ciò porta a diverse strategie ed allocazioni.
Queste situazioni permettono di discriminare allocazioni egoistiche (es. più di 5 euri allocati a se stesso) rispetto ad allocazioni pro-sociali (ad esempio, una distribuzione equa tra i due giocatori) e le sottese strategie.

Fattivamente, il progetto di tirocinio si è articolato nelle seguenti fasi:
- prima fase
Somministrazione di test (itapi-g) cartacei a 180 soggetti, ripartiti a metà per sesso. Range di età dei soggetti 20-35 anni. Fase molto lunga, le persone avvicinate erano poco volonterose di sottoporsi ad indagini psicologiche. Alcuni hanno accettato per l’eventuale ritorno economico, altri per “solidarietà” studentesca, altri per amor di scienza, altri ancora per pura pietà verso il sottoscritto laureando.
Al raggiungimento dei 180 soggetti si è passati alla fase di selezione dei soggetti interessanti per la nostra ricerca, 61 soggetti catalogati in 3 gruppi: emotive (prosocial), neutral e cognitive (proself)
- seconda fase
I 61 soggetti sono stati richiamati, purtroppo solo 36 hanno risposto e accettato di partecipare anche alla seconda fase. Ai soggetti sono state spiegate le regole e la natura dell’esperimento, ovviamente senza dare informazioni o enfasi particolari per non condizionarne il comportamento. Gli stimoli sono consistiti in griglie in cui dare il proprio giudizio rispetto a: allocazione preferita (sia per ug che dg), emozione all’accettazione da parte del ricevitore (idem), emozione al rifiuto (solo per ug) e stima della probabilità di accettazione (solo per ug). A questi si è aggiunta una scala neutra chiamata “lotteria individuale”.

A seguito sono passato all’analisi dei dati ricavati e alla stesura della tesi, con l’aiuto del relatore, il professor Bonini, e della tutor, la dottoressa Ketti Mazzocco.
La tesi verte sullʼanalisi degli aspetti comportamentali delle decisioni prese, per vedere se e in che modo la personalità influenzi le strategie di decisione economica. Come volevasi dimostrare ciò avviene, in misura diversa a seconda che i soggetti usino un metro più empatico-solidaristico o strategico-egoistico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
  5   Introduzione     Un  proverbio  popolare  veneto  dice  beati  gli  ultimi  se  i  primi  i  ga  creansa  (“beati  gli  ultimi  se  i   primi   hanno   creanza”).  Tale  detto  si   riferisce   alle   occasioni   conviviali  in  cui  l’accesso  alle   vivande   è  effettuato  in  un   certo   ordine  dai  presenti.   In   parole   povere,   se   i   primi   della   fila   penseranno   a   lasciare   qualcosa   agli   ultimi   arrivati,  questi   potranno   godere   anch’essi   delle   libagioni.   Questo  proverbio  nasce  dalla  saggezza  popolare  riguardo  a  una  divisione  equa  delle  risorse,   ovviamente   limitate  se  non  addirittura  scarne  in  un  contesto  contadino,  perciò  bisognose  di   un  attento  e  saggio  razionamento  e  distribuzione.   Ogni   popolo   ha   nelle   proprie   usanze   delle   vere   e   proprie   leggi  dettate  per  disciplinare  la   divisione  delle   risorse,   siano  esse  alimentari,  monetarie  o  patrimoniali.  Tali   regole   indicano   chi  ha  diritto  a  quanto  e  in  che  ordine  rispetto  ad  altri.  Sulla  nascita  e  lo  sviluppo  di  tali  leggi   lasceremo  discutere  gli  esperti  di  antropologia,  etnografia  e  giurisprudenza.   Noi   possiamo   chiederci:   come   si   compie  la  divisione  di  risorse  nelle  occasioni  in  cui  non  ci   sono  regole  esplicite  e  preventivate?   In   altre  parole:   quali   sono   le  dinamiche  psicologiche   che  guidano  un  decisore  preposto   alla   allocazione  di  beni  e/o  risorse?  Quali  sono  le  variabili  nascoste  che  fanno  funzionare  queste   dinamiche  e,  alla  fine,  fanno  variare  questa  distribuzione?   Queste   sono   alcune   delle   domande   cui   la   ricerca   in   campo   economico   e   psicologico   negli   ultimi   decenni   ha   cercato   di   dare   risposte,   creando   modelli   di   varia   natura   teorica   e   metodologica.  In  questo  lavoro  ci  soffermeremo  a  descrivere  il  modello  della  Game  Theory,  in   particolare  sui  giochi  detti  Ultimatum  Game  e  Dictator  Game,  e  su  una  parte  della  ricerca  nel   campo  della  psicologia  della  personalità,  in  particolare  sul  questionario  itapi-­g.  

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

allocazione
cognitive
dictator game
egoismo
egoista
egoistico
emotional
emotive
itapi
proself
prosocial
psicologia
psicologia della decisione
psicologia economica
questionario
scienze cognitive
solidale
solidarietà
ultimatum game

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi