Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Vedere l'autismo da dentro. Comprendere l'autismo attraverso l'autobiografia.

La tesi introduce una panoramica di come si presenta una persona con Autismo attraverso le loro scritture autobiografiche. L'autobiografia ha un duplice vantaggio nel soggetto con disabilità: gli permette di mostrare la sua individualità oltre l'etichetta diagnostica e gli permette di trovare una porta tra i suoi sintomi per sviluppare la sua identità. Le loro scritture sono strumenti utili per le figure formative che devono costruire con essi un percorso di crescita.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE: Le mie esperienze personali mi hanno portato ad interessarmi alla Pedagogia Speciale e quindi ritenere opportuno concludere il mio percorso di studi con una tesi inerente. Al momento della scelta dell’argomento non ho trovato difficoltà perché sapevo cosa volevo approfondire e cosa mi incuriosiva principalmente: il disturbo autistico. Il primo capitolo delle tesi riguarda il processo d’integrazione che un individuo deve affrontare per essere cittadino e quindi i diritti che questa società dovrebbe garantire a un individuo con disabilità, qualunque essa sia. La società nella quale viviamo è artefice delle norme e delle restrizioni sociali con cui ogni individuo deve convivere, quindi egli dovrà essere consapevole di queste norme e armarsi di tutti gli strumenti in grado di permettergli una migliore vivibilità all’interno di essa. Mi sono interessata soprattutto a quelle restrizioni che non permettono un adeguato processo d’integrazione delle persone con disabilità. La Convenzione Internazionale dei diritti delle persone con disabilità è uno strumento essenziale per affrontare l’analisi di che cosa vuol di “integrazione”. La Convenzione nasce nel Dicembre 2006 nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, aperta alla firma nel Marzo 2007; l’Italia recepisce la Convenzione il 3 Marzo 2009 in legge ordinaria. L’integrazione molte volte viene ostacolata da barriere invisibili che impediscono il dialogo e la conoscenza dell’Altro. Se le barriere vengono superate, si dimostrano elementi essenziali e risolutivi dei

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Erica Baldi Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2061 click dal 27/01/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.