Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Harry Potter: fantasy e critica sociale

Il lavoro proposto nasce da un mio interesse nei confronti della letteratura fantasy, capace da sempre di affascinare i lettori attraverso le sue descrizioni di mondi fantastici pieni di cavalieri, fate e principesse e dove tutto può mutare con un semplice tocco di bacchetta magica. In particolar modo sono stata colpita dalla saga della Rowling, Harry Potter, per essere stata in grado di coinvolgere un pubblico composto da adulti e bambini e di diventare un vero e proprio fenomeno di massa. In questi anni, aspettando con l’impazienza di un’accanita lettrice la pubblicazione di ogni libro, mi sono resa conto di come la forza di Harry Potter sia quella di essersi di volta in volta reinventato con l’aggiunta di nuovi temi e nuove idee e come abbia portato una ventata di novità all’interno del fantasy tradizionale. Con l’intento di uscire dagli schemi e di coinvolgere il pubblico, la Rowling ha creato, infatti, un romanzo con caratteristiche atipiche rispetto al suo genere. L’interesse negli adulti è stato risvegliato soprattutto dal fatto che quest’opera presenta una doppia chiave di lettura. Poichè il mondo magico non è altro che una riproduzione riveduta e corretta del mondo reale, ogni cosa che avviene non è mai fine a se stessa: fra le righe troviamo sempre un riferimento a qualcos’altro.
Lo scopo della mia tesi è quello di illustrare come Harry Potter si inserisce all’interno del panorama fantasy e come allo stesso tempo se ne distanzia per diventare una vera e propria opera di critica sociale mettendo in evidenza dei punti di contatto con le opere precedenti e l’analisi dei temi innovativi.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I Il fantasy in letteratura Per poter analizzare concretamente un‟opera letteraria è necessario possedere un bagaglio di conoscenze tali da permettere di effettuarne una valutazione oggettiva, in modo da collocare con più precisione l‟opera all‟interno del genere a cui appartiene ed evidenziarne i punti salienti che meritano di essere attenzionati. Nello specifico, per analizzare la saga di Harry Potter è indispensabile conoscere il contesto in cui si inserisce, ovvero quello della letteratura fantasy. Lo scopo di questo primo capitolo è quello di fornire le basi metodologiche e le strutture narrative che serviranno all‟analisi di Harry Potter. Il fantasy è un genere relativamente recente e si rifà al mondo del fantastico e del fiabesco che, pur se apparentemente simili, hanno una diversa concezione del magico e del sovrannaturale. Per avere una maggiore conoscenza del fantasy, è importante capire da quali modelli sia stato influenzato e quale genere, tra fantastico e fiabesco, si dimostra più affine. Inoltre sarà necessaria una conoscenza del genere fantasy dal punto di vista storico per poter individuare eventuali differenze tra il fantasy moderno e quello tradizionale. Con questo scopo all‟interno del capitolo sono presenti numerosi esempi tratti da opere sia antiche che moderne. Infine verranno approfonditi i temi e le caratteristiche del fantasy tradizionale, elementi che si riveleranno utili per poter operare un confronto con la saga di Harry Potter. 1.1 Il fantastico come genere letterario Numerosi studi sono stati compiuti sul fantastico ma il più completo è indubbiamente 1 l‟“Introduction à la littérature fantastique” (1970) di Todorov. Quest‟opera ha il grande pregio di restituire un valore a questo genere letterario che era stato fino ad allora trascurato. Ma che cosa è il fantastico? Todorov lo definisce “un avvenimento che non si può spiegare con le leggi del mondo che ci è familiare” e lo collega ai concetti di reale e immaginario. Secondo la sua opinione, infatti, colui che si trova davanti ad un avvenimento fantastico può decidere se considerarlo appartenente alla realtà o frutto dell‟immaginazione: 1 T.Todorov, Introduction à la littérature fantastique, Paris, Editions du Seuil, 1970. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Rossella Patti Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12125 click dal 17/01/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.