Skip to content

Economia e ambiente. Discorso sui possibili scenari per un futuro sostenibile

Informazioni tesi

  Autore: Marcello Brandi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Finanza
  Relatore: Elio Borgonovi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 42

La materia del presente elaborato riguarda uno dei temi più accesi e discussi degli ultimi tempi, non solo nel mondo accademico, ma in quello mediatico in generale: la sostenibilità ambientale.
Lo sviluppo di un futuro sostenibile è un nodo complicato che richiede un approccio multidisciplinare, complesso e allo stesso tempo misurabile, in quanto la sua ragion d’essere è la sua applicabilità concreta. I policy maker del nostro presente hanno già parzialmente recepito la rilevanza di questo tema, ma solo preventivando metodologie operative ed obiettivi, sarà possibile un vero cambiamento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
II Gli errori passati 2.1 Da Rio a Johannesburg, la lunga parabola Nel giugno del 1992 fu organizzata a Rio de Janeiro una delle più importanti conferenze mondiali sulla sostenibilità. L’evento fu promosso dalle Nazioni Unite e vi presero parte delegazioni governative e capi di stato in rappresentanza di 183 nazioni. Secondo l’opinione pubblica è stato l’incontro che ha avuto il maggior impatto mediatico tra quelli organizzati dall’ ONU. In quell’occasione, i governanti e molti cittadini del mondo presero coscienza delle sfide urgenti a cui stava andando incontro l’umanità sul finire del XX secolo. Dopo il vertice di Stoccolma del 1972, in cui per la prima volta viene fissato in agenda dai paesi ricchi un dibattito del genere, l’ Earth Summit di Rio rappresenta un cambiamento di mentalità. Le luci del mondo furono puntate sui lavori della United Nations Conference on Enviroment and Development (UNCED), che si riunì per undici giorni, definiti all’epoca, “entusiasmanti”. Dalla conferenza videro la luce quattro importanti documenti, che tutt’oggi rappresentano un riferimento di base per i problemi attuali: la dichiarazione di Rio, l’ Agenda 21, le convenzioni sul clima (UNFCCC) e la biodiversità (UNCBD), e la comunemente nota “dichiarazione sulle foreste”. Per complessità, rilevanza e portata innovativa l’ Agenda 21 è unanimemente considerata la più importante delle quattro carte. Il nome stesso “Agenda 21” fa riferimento ai temi chiave socio-ambientali da mettere in agenda per il XXI secolo. I punti più significativi dei quattro documenti possono essere riassunti come segue:  Dichiarazione di Rio: raccoglie una serie di 27 principi generali di ordine etico che tutte le nazioni dovrebbero ottemperare. Tra i principali ricordiamo: l'uomo è al centro dello "sviluppo sostenibile" (principio 1); gli Stati hanno sovranità sulle proprie risorse e non devono causare danni ai paesi confinanti (principio 2); l'eliminazione della povertà è requisito primario per lo sviluppo sostenibile (principio 5); deve instaurarsi un’alleanza mondiale nello sforzo comune di salvaguardia dell’ambiente e gli stati hanno una responsabilità comune ma differenziata di fronte alle problematiche e alle responsabilità che riguardano la tutela ambientale (principio 7); una politica di prevenzione nella protezione dell'ambiente va adottata anche in assenza di certezza scientifica, ovvero deve valere 2 il “principio precauzionale” (principio 15). 2 G. GARAGUSO e S. MARCHISIO (a cura di) (1993). Rio 1992: Vertice per la Terra, Milano, Franco Angeli. 11

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi