Skip to content

L’engagement del consumatore verso la marca: contributi di ricerca e logiche di funzionamento nell’ambient communication

Informazioni tesi

  Autore: Ornella Ciot
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Rossella Gambetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 370

Il presente lavoro intende contribuire alla riflessione su un fenomeno complesso come quello che viene tradizionalmente chiamato nella nostra lingua ‘coinvolgimento del consumatore’ ma che, in questa denominazione italiana, si trova indebitamente confinato entro i limiti stretti e riduttivi della ‘preferenza’ verso una marca. In realtà, come emergerà dalla lettura dei capitoli, nella versione inglese ‘consumer engagement’ è racchiusa una realtà ben più articolata e multiforme che comprende molteplici aspetti riguardanti il consumatore. In particolare, il concetto di engagement quale forma evoluta della semplice nozione italiana di ‘coinvolgimento’, è stato introdotto, nel 2006, nel dibattito accademico e manageriale di stampo economico, da un gruppo di studiosi appartenenti all’ARF. Nonostante questo lavoro di ricerca si sia concluso con una definizione ufficiale, a tutt’oggi non esiste né una chiara concettualizzazione né una strutturazione ben precisa del concetto di engagement. Quindi, il presente lavoro si propone di contribuire ad una sistematizzazione del concetto di engagement proponendo una possibile evoluzione della definizione data dall’ARF che enfatizzi le dimensioni sottostanti al suddetto fenomeno. Ora, il consumer engagement può essere generato, costruito e alimentato da strategie di comunicazione di marca differenti sia per i contenuti che per i mezzi impiegati. In questa tesi, tra i diversi possibili strumenti utilizzabili per l’articolazione del consumer engagement, si è deciso di prendere in considerazione l’ambient communication. Al giorno d’oggi, i mezzi di comunicazione classici non sempre sono i più efficaci per coinvolgere il consumatore. Di conseguenza, le marche stanno sperimentando mezzi di comunicazione alternativi e fuori dagli schemi, come la comunicazione ambient, caratterizzati per la presenza di contenuti inconsueti, per colpire il target tramite canali non convenzionali e per la produzione di effetti collaterali di amplificazione e diffusione virale del messaggio di marca. Per quanto concerne in modo particolare i diversi capitoli, il primo si pone l’obiettivo di definire il concetto di consumer engagement verso la marca. In primo luogo, verrà analizzata la nozione di brand quale asset immateriale strategico sia per il consumatore nelle sue decisioni d’acquisto, sia per le aziende nella creazione di un vantaggio competitivo nei confronti dei competitor. In modo specifico, si spiegherà l’importanza di una sua costruzione valoriale attraverso l’impiego di strumenti di comunicazione innovativi. Successivamente, verrà introdotto il concetto di engagement attraverso l’analisi della letteratura e verrà altresì specificata la sua collocazione all’interno dei modelli di risposta del consumatore agli stimoli di marketing. Con l’obiettivo di comprendere quanto è stato fin qui prodotto in materia, verrà riportato un lavoro di ricerca basato su una content analysis del concetto di engagement nella letteratura di marketing attraverso l’utilizzo di strumenti linguistici quali l’analisi tematica dei contesti elementari, l’analisi delle specificità, delle associazioni di parole e delle corrispondenze. A conclusione del capitolo, il materiale e gli spunti raccolti verranno rielaborati in modo personale al fine di proporre una definizione del consumer engagement verso la marca che si focalizzerà sulle componenti intrinseche del fenomeno con il fine ultimo di esplicare in modo esaustivo la sua natura e la sua struttura. Inoltre, verrà sviluppato un modello, nell’ambito nelle strategie di marca per la produzione reciproca di valore tra cliente e impresa, nel quale verranno messe in risalto le variabili del consumer engagement e i relativi contenuti che l’azienda deve proporre al fine di ottenere il suo coinvolgimento. Nel secondo capitolo verrà sviluppato il tema dell’ambient communication come strumento funzionale al raggiungimento del consumer engagement. In primis, verrà condotto un breve excursus storico sull’evoluzione della pubblicità esterna dagli albori fino all’Ottocento, successivamente verranno messi in risalto i fattori di cambiamento che alla fine del XIX secolo hanno segnato un cambio nella pubblicità esterna. A seguire, verrà presentata la definizione di ambient communication e una classificazione dei mezzi utilizzati. Infine, verranno esplicitate le modalità attraverso le quali l’ambient communication genera il coinvolgimento del consumatore verso la marca e per ogni dimensione verranno evidenziati i mezzi ambient utilizzabili per la sua costruzione. Nel terzo e nel quarto capitolo verranno presentate rispettivamente due casi aziendali di stampo italiano e uno di matrice americana allo scopo di comprendere in modo sostanziale come le aziende si possano servire degli strumenti di comunicazione ambient per coinvolgere il consumatore nel mondo della marca: il lancio del rum Seven Tiki Bacardi, dello yacht Pershing 64’ e la campagna per i pomodori in scatola Red Gold Tomatoes.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il presente lavoro intende contribuire alla riflessione su un fenomeno complesso come quello che viene tradizionalmente chiamato nella nostra lingua ‘coinvolgimento del consumatore’ ma che, in questa denominazione italiana, si trova indebitamente confinato entro i limiti stretti e riduttivi della ‘preferenza’ verso una marca. In realtà, come emergerà dalla lettura dei capitoli, nella versione inglese ‘consumer engagement’ è racchiusa una realtà ben piø articolata e multiforme che comprende molteplici aspetti riguardanti il consumatore che vanno al di là della semplice ‘propensione’ nei confronti di un brand. In particolare, il concetto di engagement quale forma evoluta della semplice nozione italiana di ‘coinvolgimento’, è stato introdotto, nel 2006, nel dibattito accademico e manageriale di stampo economico, da un gruppo di studiosi (ricercatori accademici, manager e consulenti) appartenenti all’Advertising Research Foundation (ARF). In quella occasione è stata lanciata la sfida di definire i limiti di questo concetto e di strutturare dei possibili metodi di misurazione. Nonostante il lavoro di ricerca da parte dell’ARF si sia concluso con una definizione ufficiale e che nel corso di questi anni siano stati prodotti diversi studi e ricerche sia in ambito accademico che professionale, a tutt’oggi non esiste nØ una chiara concettualizzazione nØ una strutturazione ben precisa del concetto di engagement. Questo termine, infatti, risulta essere utilizzato in modo poco chiaro e soprattutto non omogeneo da ricercatori, studiosi e operatori nell’ambito del marketing e della comunicazione. Quindi, il presente lavoro si propone di contribuire, seppur con tutti i suoi limiti, ad una sistematizzazione del concetto di engagement proponendo una possibile evoluzione della definizione data dall’ARF che enfatizzi le dimensioni sottostanti al suddetto fenomeno. Tutto ciò attraverso la rielaborazione dei diversi contributi e contenuti che sono stati fin qui prodotti in materia e la successiva integrazione con nozioni pre-esistenti nell’ambito del marketing e della comunicazione aziendale. Ora, il consumer engagement può essere generato, costruito e alimentato da strategie di comunicazione di marca differenti sia per i contenuti che per i mezzi impiegati. In questa tesi, tra i diversi possibili strumenti utilizzabili per l’articolazione del consumer engagement, si è deciso di prendere in considerazione l’ambient communication. 19

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ambient communication
brand
brand consumer engagement
campagne di comunicazione innovative
coinvolgimento del consumatore
comunicazione non convenzionale outdoor
consumatore postmoderno
consumer engagement
emotional marketing
guerrilla marketing
lancio rum seven tiki bacardi
lancio yacht pershing 64
marca
marketing emozionale
marketing non convenzionale
marketing virale
media non convenzionali
outdoor advertising
pubblicità esterna
stimoli di marketing
strategie di marca innovative
unconventional marketing
unconventional media
urban touch-points

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi