Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il brand Obama. La costruzione di una marca politica in un'esemplare campagna di comunicazione integrata

Lo scenario politico, sociale, finanziario e culturale degli ultimi anni è stato caratterizzato da forti cambiamenti: la globalizzazione, le nuove tecnologie, la competizione e i nuovi stili di vita hanno radicalmente cambiato il nostro mercato di riferimento. I brand che comprendono questa evoluzione e i meccanismi che la determinano possiedono un enorme vantaggio competitivo; saranno in grado di facilitare i processi decisionali del consumatore, orientare le aspettative nei confronti dell’offerta e arricchire prodotti e servizi di valenze simboliche e affettive. La marca ha acquisito un’importanza e un’autonomia crescenti e si sta espandendo negli angoli più remoti: dove in precedenza questa era solo denotazione, ora viene investita di un crescente commitment . Per questo è fondamentale riflettere sul sistema delle marche come oggetto indispensabile alla comprensione delle odierne dinamiche culturali.
Questa premessa conduce all’oggetto d’indagine della presente ricerca: l’analisi del branding contemporaneo nella sua occupazione di territori nuovi e seminuovi, che lo portano ad assumere una dimensione tale da invadere una sempre maggiore quantità di settori e aree della vita sociale. In particolare, s’intende esaminare il fenomeno del branding personale applicato alla politica, che sta penetrando sempre più nel tessuto della vita moderna proprio come sintomo di un’esposizione prolungata alla marca, che vede l’individuo come prodotto e in quanto tale oggetto di strategie per posizionarsi sul mercato e differenziarsi dalla concorrenza.
A supporto di queste considerazioni verrà effettuata un’analisi on desk della campagna di comunicazione presentata durante il periodo elettorale dal Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, definito come «il primo presidente statunitense che è anche marca di se stesso» . La sua strategia è stata infatti quella di trattare la propria immagine politica come un brand e conseguentemente pianificare un piano di comunicazione con mezzi tradizionali e alternativi.
L’ultima parte del lavoro riguarda il parere di esperti di marketing, pubblicità e politologia intervistati per esporre le loro considerazioni sulla figura del “brand Obama” e la sua rivoluzionaria campagna elettorale, che ha contribuito a cambiare le regole del marketing elettorale, attirando l’attenzione del grande pubblico e del mondo manageriale sulle potenzialità dei nuovi modelli della rete, i social media e la comunicazione 2.0.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 INTRODUZIONE Lo scenario politico, sociale, finanziario e culturale degli ultimi anni è stato caratterizzato da forti cambiamenti: la globalizzazione, le nuove tecnologie, la competizione e i nuovi stili di vita hanno radicalmente cambiato il nostro mercato di riferimento. I brand che comprendono questa evoluzione e i meccanismi che la determinano possiedono un enorme vantaggio competitivo; saranno in grado di facilitare i processi decisionali del consumatore, orientare le aspettative nei confronti dell’offerta e arricchire prodotti e servizi di valenze simboliche e affettive. Lo studio della marca non è più un fatto soltanto economico, ma coinvolge tutte le scienze umane, all’interno di una rete di simboli psicologici e culturali, di rimandi filosofici e antropologici, di nuovi media e di piattaforme tecnologiche 1 . Per questo è fondamentale riflettere sul sistema delle marche come oggetto indispensabile alla comprensione delle odierne dinamiche culturali. La marca ha valore se riesce a sedimentarsi con un’identità chiara, distintiva e coinvolgente nella mente 1 Minestroni L., Il manuale della marca. Consumatore, cultura, società, Logo Fausto Lupetti editore, 2010, p. 17.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Antonella Nicolai Contatta »

Composta da 226 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3326 click dal 09/02/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.