Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Musica e spiritualità nel teatro giovanile di Federico Garcia Lorca

Dal grembo della cultura andalusa, dalla fusione di elementi arabi e gitani, dal grido delle più semplici passioni umane espresse in una forte compenetrazione di sogno e realtà nascono i versi del più popolare scrittore di lingua spagnola:Federico Garcia Lorca ( Fuentevaqueros, Granada 1898 - Viznar, Granada 1936).
Tra i principali rappresentanti del teatro moderno e della poesia, Lorca incentra la sua produzione sui temi del destino e della morte e nei lavori teatrali, oltre a far propria l'eredità dei canti gitani, mutua elementi dei canti tradizionali spagnoli e della poesia surrealista creando immagini sorprendenti e ricercate metafore per mezzo di una lingua spontanea e al tempo stesso colma di raffinato lirismo.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 CAPITOLO PRIMO Introduzione alla figura di Federico García Lorca al grembo della cultura andalusa, dalla fusione di elementi arabi e gitani, dal grido delle più semplici passioni umane espresse in una forte compenetrazione di sogno e realtà nascono i versi del più popolare scrittore di lingua spagnola: Federico García Lorca (Fuentevaqueros, Granada 1898 - Viznar, Granada 1936). Tra i principali rappresentanti del teatro moderno e della poesia, Lorca incentra la sua produzione sui temi del destino e della morte e nei lavori teatrali, oltre a far propria l’eredità dei canti gitani, mutua elementi dei canti tradizionali spagnoli e della poesia surrealista creando immagini sorprendenti e ricercate metafore per mezzo di una lingua spontanea e al tempo stesso colma di raffinato lirismo 1 . Senza alcun dubbio Federico García Lorca, nella sua doppia condizione di poeta e drammaturgo, è uno degli scrittori spagnoli contemporanei con la più abbondante bibliografia. Gran parte del pubblico e non pochi critici professionisti hanno definito questo autore non semplicemente come un gran drammaturgo europeo-spagnolo, bensì come un «fenomeno», quintessenza dell’essere spagnolo 2 . A questo proposito sembra opportuno citare dei frammenti delle più significative dichiarazioni riguardo al teatro lorchiano da parte di alcuni prestigiosi critici in occasione delle conferenze di Arras del 1957 sul teatro moderno: Murcia Juan Ignacio: En Lorca se explota un aspecto mágico del que se alejan progresivamente las jóvenes generaciones teatrales españolas, que se sienten atraídas por un mundo más racional. Y el teatro de Lorca comienza para nosotros a formar parte de la historia... 1 Francisco García Lorca, Federico y su mundo, Madrid, Alianza, 1984. 2 Francisco Ruiz Ramón, Historia del Teatro espaňol siglo ΧΧ, Madrid, Cátedra, 2007. D

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Monica Veneziani Contatta »

Composta da 31 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2586 click dal 17/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.