Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio di un sistema di gestione, pianificazione ed ottimizzazione delle risorse locali di ritiro e consegna merci: il caso Artoni Trasporti

Il progetto in analisi, è stato intrapreso a partire dal mese di Dicembre 2008 presso l’azienda Artoni, al fine di apportare un miglioramento al processo di pianificazione delle risorse locali di ritiro e consegna, ovvero in modo tale da :
1) Ottenere un sistema di pianificazione misurabile e standardizzato, che fornisca informazioni aggiornate sullo stato dei servizi in supporto ai pianificatori e che consenta l’ottimizzazione del carico dei mezzi;
2) Ridurre il numero dei mancati servizi;
3) Ridurre il costo dei servizi di ritiro e distribuzione.
Tra le varie metodologie che è possibile adottare per l’ottimizzazione di un processo aziendale in termini di qualità e miglioramento del servizio al cliente, si è deciso di seguire gli step progettuali previsti dalla metodologia Lean Six sigma (Define,Measure, Analyze, Improve, Control, Chiusura Progetto), la quale raccoglie tecniche e strumenti operativi per incrementare la capability di processo e ridurre i difetti, a garanzia della sua qualità e di quella del prodotto e/o servizio che produce. L’analisi del processo svolta seguendo gli step progettuali sopraindicati ha condottoalla selezione ed applicazione delle seguenti soluzioni.
1. Riorganizzazione del personale dell’ ufficio distribuzione;
2. Ridefinizione delle zone di servizio di competenza dei pianificatori;
3. Ridefinizione delle tariffe di servizio;
4. Introduzione di un nuovo strumento di pianificazione.
5. Introduzione di un nuovo strumento di controllo.
Nonostante al momento sia in itinere il Test Pilota sullo strumento di controllo (On Board Unit, Freescan, Portale utente), presso il centro operativo di Milano e lo strumento di pianificazione sia ancora in fase progettuale, l’applicazione delle prime tre soluzioni proposte e gli iniziali risultati del Test pilota, hanno già dimostrato reali vantaggi apportati al processo di pianificazione quali:
1) Possibilità di effettuare una pianificazione puntuale e in tempo reale;
2) Riduzione dei km percorsi;
3) Miglior saturazione dei mezzi
4) Riduzione del costo del servizio;
5) Miglioramento del servizio ai clienti (velocità di consegna e puntualità);
6) Miglioramento del DOT dei servizi di ritiro e consegna
7) Riduzione del numero di mancati servizi;
8) Possibilità di comunicazione delle eccezioni (ovvero di effettuare aggiustamenti alla pianificazione);
9) Riduzione delle pratiche amministrative relative al personale viaggiante.
Tutto ciò grazie alle funzionalità dovute all’integrazione delle varie soluzioni proposte:
1) Visione real-time sempre aggiornata dello stato di espletamento dei servizi;
2) Valutazione dei tempi di percorrenza, del chilometraggio, delle ore si sosta delle risorse (possibilità di effettuare statistiche);
3) Tracciamento del percorso effettuato con localizzazione della posizione del mezzo a intervalli regolari programmabili su cartografia digitale Google Maps;
4) Indicazioni sulla risorsa quali: saturazione dei mezzi, capacità residua utilizzabili;
5) Trasmissione delle distinte ed esitazione dei servizi in tempo reale.

Il vantaggio principale, che costituisce la parte innovativa del progetto, è dovuto alla funzionalità disponibile con lo strumento di pianificazione, ovvero la possibilità di ridefinizione manuale del perimetro delle zone di servizio in base al carico di lavoro, determinato in base ad un andamento stagionale, ma in tal modo rimodellabile in ogni momento.Attraverso lo strumento di controllo a disposizione dei pianificatori ed alle carte di controllo, sarà possibile infatti rilevare l’insorgere di eventuali anomalie al processo (elevato numero di mancate spedizioni, aumento del costo del servizio) ed attuare quindi i dovuti cambiamenti necessari per reagire velocemente ed in modo flessibile alle richieste di mercato aventi un andamento altamente variabile.
Si è infine dimostrato la convenienza economica dell'investimento necessario per il progetto attraverso:
1) Il calcolo del VAN, risultato già positivo dal primo anno di implementazione del progetto.
2) Il tempo di recupero del progetto previsto essere di circa 6 mesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE L’attuale contesto industriale mostra un sistema logistico – distributivo caratterizzato da un progressivo aumento di complessità. Negli ultimi anni infatti, il mondo delle imprese vede affermarsi sempre piø elementi determinanti come la diversificazione dei mercati, l’elevata competitività globale e la tendenza alla soddisfazione del cliente. Tale fenomeno deriva da alcuni fattori di cambiamento che hanno modificato il macro- ambiente di riferimento per le principali aziende industriali e non solo. In primo luogo, le sempre piø elevate esigenze di servizio richieste dal mercato e le conseguenti politiche di orientamento al consumatore hanno cambiato profondamente il ruolo delle attività logistiche all’interno della strategia aziendale, determinando la nascita di fenomeni quali la compressione dei tempi di risposta, l’incremento della frequenza delle consegne o l’aumento esponenziale della gamma di prodotti offerti. Inoltre, il crescente sviluppo dei processi di globalizzazione dei mercati, ha imposto alle aziende, standard qualitativi dell’output offerto (prodotto/servizio) sempre piø elevati. Fattori quali la qualità, la rapidità e le modalità di consegna sono diventati sempre piø determinanti per il successo di un’azienda. Ecco quindi sorgere l’esigenza di implementare metodi di miglioramento continuo, capaci di incrementare la business performance di una realtà industriale, attraverso tecniche di problem solving. Sempre piø spesso infatti le aziende si rendono conto che le sole prestazioni intrinseche del prodotto o del servizio non sono sufficienti ad assicurare un vantaggio competitivo e sempre piø spesso si accorgono che le aspettative dei clienti possono essere soddisfatte solo con il miglioramento e la razionalizzazione dei sistemi e dei processi aziendali. Vari approcci possono essere utilizzati da un’impresa la fine di apportare miglioramenti ed aiuto nella gestione dei processi aziendali, tra cui il Total Quality Management- TQM, il Business Process Improvement – BPI, il Business Process Reengineering - BPR ed infine il Lean Six sigma. Per la razionalizzazione ed il miglioramento del processo analizzato nel seguente progetto (pianificazione delle risorse di ritiro e consegna presso un’aziende di trasporti), si è deciso di seguire un approccio Lean Six Sigma.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Valentina Scarano Contatta »

Composta da 262 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 899 click dal 25/02/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.