Skip to content

Luxury yachts, l'Italia e sfida internazionale per la conquista dei mercati nautici emergenti

Informazioni tesi

  Autore: Davide Nigrelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Gabriella Lojacono
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

Le imprese italiane della cantieristica da diporto, soprattutto nel segmento delle imbarcazioni di lusso, hanno conseguito negli ultimi anni risultati estremamente positivi. Il fatturato è quasi triplicato dal 2000 al 2006 e colloca le imprese del comparto al primo posto in Europa ed al secondo nel mondo.
Con riferimento, in particolare, alla produzione di superyacht, due gruppi italiani sono ai primi due posti nel mondo e si assiste ad una impressionante crescita del numero e del valore delle imbarcazioni realizzate. L’interesse per lo studio di questa industria non discende, però, solo dal desiderio di comprendere le motivazioni che sono alla base dei successi competitivi ottenuti, ma anche dalla tipologia delle imprese del settore e dal rilievo competitivo ottenuto grazie ai processi evolutivi nelle loro strategie.
Si tratta, infatti, per lo più di medie imprese (anche se i principali gruppi hanno raggiunto ormai dimensioni ragguardevoli), con una gestione ancora di tipo imprenditoriale, fortemente radicata nel territorio, che perseguono strategie di nicchia e basano il loro successo soprattutto sul design, sull’eccellenza del prodotto, sul prestigio dell’immagine e del marchio. Sono, in altri termini, esempi emblematici di quel tessuto di medie imprese che negli ultimi anni ha consentito all’industria italiana di uscire dal tunnel della crisi, di rilanciare le esportazioni, affrontare delicati processi di trasformazione connessi alla crescita dimensionale ed alla maggiore diversificazione dei mercati, coinvolgere nuovi finanziatori e ridefinire i sistemi di governance.
Le performance della cantieristica da diporto italiana sono basate su solidi vantaggi competitivi e su un posizionamento che fa prevalentemente leva sull’abbinamento lusso e “made in Italy”. I migliori risultati sono ottenuti sui modelli e sulle aree di business a maggior valore. Ed è proprio a questo segmento a cui è dedicata l’attenzione del seguente lavoro.
La crescente rilevanza del segmento delle imbarcazioni di lusso non è tanto riconducibile al bisogno, da parte dei diportisti, di ostentare uno status sociale superiore, bensì sempre più a motivazioni individualistiche connesse alla sfera del piacere edonistico. Non sempre è così invece per i Paesi emergenti dove con il massiccio e repentino sviluppo del segmento dei nuovi ricchi ( Russi e Cina), l’acquisto è spesso guidato da finalità ostentative. In entrambi i casi i produttori di imbarcazioni sono chiamati a realizzare sistemi di prodotto che si inseriscano nella sfera dei desideri dei loro clienti, imbarcazioni cioè che sappiano incarnare un sogno.
La nautica da diporto è uno dei settori che più sta riuscendo a cogliere le potenzialità di sviluppo dei paesi emergenti. In Russia e Cina crescono i saloni nautici, crescono i cantieri edili lungo la costa e pian piano si modificano i sistemi normativi per favorire questo business nautico a cui è riconosciuto l’elevato potenziale economico. Tuttavia anche qui ci sono molteplici fattori ed aspetti da considerare. La valutazione è la scelta dei mercati esteri in cui operare e delle modalità attraverso cui farlo sono decisioni particolarmente critiche soprattutto per imprese, come la maggior parte dei cantieri nautici, che presentano in media dimensioni ridotte ed una limitata struttura organizzativa. Va sottolineato, però che il prodotto-barca italiano tende a beneficiare dei caratteri di specialità che connotano, in termini di valore simbolico, il “lusso made in Italy” e come avviene, in generale, per i prodotti di nicchia, ciò spinge in una certa misura il cliente a cercare il prodotto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 IL MERCATO DEL DIPORTO NAUTICO Il secolo dei superyacht è finalmente arrivato Il comparto nautico nazionale rappresenta un settore di immenso valore nel sistema industriale italiano. Esso focalizzandosi nel segmento dei superyacht e sfruttando le sinergie d’immagine con i settori del design e della moda la produzione del comparto nautico italiano si pone al secondo posto, in termini di valore, al mondo. Il suo sviluppo è legato imprescindibilmente agli aspetti naturalistici dei paesi, alla cultura nautica, al numero di diportisti sparsi per il mondo ed al reddito. Sotto questa luce l’industria nautica italiana appare ben al di sotto delle sue potenzialità. Da un lato la nautica da diporto italiana e il nostro sistema normativo/sociale hanno ancora una concezione elitaria del prodotto nautico, considerato uno status symbol, dall’altro l’arretratezza è da attribuire alla situazione infrastrutturale delle coste italiane. Produzione nautica,densità unità da diporto, parco nautico, marina e porticcioli per paese. Fonte rivista Nautica Novembre 2007

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

barche
cantieri nautici
coste
diporto
filiera nautica
internazionalizzazione
lusso
luxury
made in italy
mercati emergenti
nautica
paesi emergenti
piccole medie imprese
superyachts
yacths

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi