Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mercato italiano degli ETF (Exchange Traded Funds)

Questa relazione ha lo scopo di far conoscere al lettore gli Exchange Traded Funds (ETF). Prodotti finanziari di “recente” introduzione che, grazie al loro particolare design ed alla peculiare dinamica di funzionamento che ne discende, costituiscono una valida alternativa ai classici fondi comuni d'investimento, sia per una clientela di tipo istituzionale che retail. Gli ETF, con le loro caratteristiche e qualità, rappresentano indubbiamente uno degli sviluppi più interessanti della finanza innovativa degli ultimi anni. In particolare, rispetto ad analoghe soluzioni finanziarie d'investimento, spiccano per semplicità d'utilizzo, costi contenuti ed ottimo grado di flessibilità d'impiego. Molti analisti li hanno definiti come i prodotti finanziari più “democratici” attualmente disponibili, questo poiché, come vedremo, grazie al loro avvento, hanno reso possibile anche ai piccoli investitori l'accesso ad opportunità d'investimento fino a poco prima riservate esclusivamente ad investitori istituzionali. Possono quindi essere definiti a pieno titolo come una profonda innovazione nel mondo del risparmio gestito.
Il presente elaborato segue uno schema di tipo funzionale che, partendo dal concetto teorico di ETF, passa ad analizzarne le caratteristiche, i punti forti e le debolezze, giungendo infine alla parte “pratica”, in cui si analizzano le strategie d'investimento e le opportunità concrete a disposizione dell'investitore, il tutto con un costante focus sul mercato italiano. Dal punto di vista bibliografico, la trattazione ricalca la traccia del lavoro svolto da Carlo Mazzola ed Umberto Fuso nel libro “Investire in ETF”, con l'aggiunta di approfondimenti da “The ETF Book” di Richard A. Ferri, oltre che di integrazioni, dati e casi provenienti direttamente dalla documentazione presente online su diversi siti di settore.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Questa relazione ha lo scopo di far conoscere al lettore gli Exchange Traded Funds (ETF). Prodotti finanziari di “recente” introduzione che, grazie al loro particolare design ed alla peculiare dinamica di funzionamento che ne discende, costituiscono una valida alternativa ai classici fondi comuni d'investimento, sia per una clientela di tipo istituzionale che retail. Gli ETF, con le loro caratteristiche e qualità, rappresentano indubbiamente uno degli sviluppi più interessanti della finanza innovativa degli ultimi anni. In particolare, rispetto ad analoghe soluzioni finanziarie d'investimento, spiccano per semplicità d'utilizzo, costi contenuti ed ottimo grado di flessibilità d'impiego. Molti analisti li hanno definiti come i prodotti finanziari più “democratici” attualmente disponibili, questo poiché, come vedremo, grazie al loro avvento, hanno reso possibile anche ai piccoli investitori l'accesso ad opportunità d'investimento fino a poco prima riservate esclusivamente ad investitori istituzionali. Possono quindi essere definiti a pieno titolo come una profonda innovazione nel mondo del risparmio gestito. Il presente elaborato segue uno schema di tipo funzionale che, partendo dal concetto teorico di ETF, passa ad analizzarne le caratteristiche, i punti forti e le debolezze, giungendo infine alla parte “pratica”, in cui si analizzano le strategie d'investimento e le opportunità concrete a disposizione dell'investitore, il tutto con un costante focus sul mercato italiano. Dal punto di vista bibliografico, la trattazione ricalca la traccia del lavoro svolto da Carlo Mazzola ed Umberto Fuso nel libro “Investire in ETF”, con l'aggiunta di approfondimenti da “The ETF Book” di Richard A. Ferri, oltre che di integrazioni, dati e casi provenienti direttamente dalla documentazione presente online su diversi siti di settore. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Fabio Marcuzzi Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4751 click dal 14/03/2011.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.